Già tre gol subiti di testa in stagione. Salah per la prima volta non titolare con Spalletti

Continua il rapporto difficile tra la Roma e le coppe europee: zero vittorie nelle ultime sette gare, solo tre nelle ultime ventisei, un misero successo nelle ultime tredici trasferte.

di Alessio Nardo

Esordio non entusiasmante in Europa League per la Roma che in Repubblica Ceca incamera il primo punticino utile per la classifica del girone E. I giallorossi, avanti con Perotti su rigore al 4′, subiscono sei minuti più tardi la reazione del Viktoria Plzen (gol di Bakos all’11’) e non riescono a riportarsi in vantaggio nel corso dei restanti 79′ di gioco. Sono soltanto due le vittorie ottenute nelle prime sei gare ufficiali della stagione, entrambe in casa con Udinese e Samp. In trasferta tre pareggi in altrettante partite. Undici le reti realizzate (cinque su azione) e ben nove subite (una ogni 60′).

NON SI VINCE IN EUROPA DAL 4 NOVEMBRE 2015 – Continua il rapporto a dir poco complicato fra la Roma e le competizioni Uefa. Nainggolan e soci sono a secco di successi nelle ultime sette sfide internazionali: tre pareggi (in casa col BATE e fuori con Porto e Viktoria Plzen) e quattro sconfitte (l’1-6 del Camp Nou, le due col Real agli ottavi e il maledetto return-match con i portoghesi nel turno preliminare agostano). La vittoria manca dal 4 novembre 2015: 3-2 col brivido all’Olimpico contro il Bayer Leverkusen. Nelle ultime 26 gare europee i trionfi sono soltanto tre. Soffermandoci sulle trasferte oltre confine, la Roma ha raccolto un solo successo (oltre a sei pari e sei ko) nelle ultime tredici sfide, nella fattispecie a Rotterdam contro il Feyenoord il 26 febbraio 2015 (ritorno dei sedicesimi di Europa League). Il gol realizzato ieri dallo slovacco Marek Bakos è il terzo subito di testa dalla Roma in questa primissima fase della stagione. I due precedenti di Felipe (Porto) e Sau (Cagliari).

PEROTTI SALE A QUOTA 4 RETI – Ancora una volta Diego Perotti. Il fantasista argentino sigla il suo quarto centro da inizio anno (tutti su calcio di rigore) mantenendosi in testa alla classifica dei goleador giallorossi. L’ex genoano è ad un solo gol dal suo record personale di marcature in una singola annata, fatto registrare con la maglia del Siviglia in due differenti stagioni (2009-2010 e 2013-2014). Sono ben cinque i tiri dal dischetto assegnati alla Roma in questo primo mese di gare ufficiali. Solo nel doppio match di Champions League contro il Porto la formazione capitolina non ha usufruito di almeno un penalty nei 90′. Per la prima volta dal ritorno di Spalletti, Mohamed Salah non è partito titolare nell’undici iniziale romanista. L’egiziano, al pari di Strootman, è rimasto a guardare in panchina. Restano dunque solo due i calciatori, nello specifico Kostas Manolas e Radja Nainggolan, ad aver giocato dal 1′ tutte e sei le gare fin qui disputate dalla Roma tra campionato e coppe.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy