Sette gare di fila senza vittorie all’Olimpico: non accadeva dal campionato 2004-2005

Per la prima volta nel torneo in corso, la Roma non segna per due partite di fila. Non accadeva dalle ultime due gare della scorsa stagione, contro Juve e Genoa

di Redazione, @forzaroma

Cinquanta minuti di voglia e ardore, conditi persino da sprazzi di buon gioco. Poi, lo 0-1 di De Silvestri ed il crollo verticale, ad evidenziare l’assoluta mancanza di serenità e fiducia all’interno della squadra. La Roma si butta via per l’ennesima volta, dimostrandosi fragile e confusa. Contro la Sampdoria arriva la terza sconfitta in campionato. S’interrompe un percorso di sedici risultati utili di fila (sei vittorie e dieci pareggi). L’ultimo ko risaliva al 1° novembre: 0-2 a Napoli.

 

Sono ben sette le gare consecutive di campionato senza successi all’Olimpico. Ultimo trionfo il 30 novembre (4-2 all’Inter). Una striscia negativa che “mancava” da dieci anni. Ossia, dalla travagliata stagione dei quattro allenatori, quando la Roma, nelle ultime sette sfide interne, ottenne quattro sconfitte e tre pareggi. 

La Sampdoria non batteva i giallorossi in trasferta dal tristemente celebre 25 aprile 2010 (2-1 con rete di Totti e doppietta di Pazzini). Da allora, in casa della Roma, i blucerchiati avevano ottenuto un pari e tre ko. La formazione di Rudi Garcia, in campionato, non perdeva in casa dall’11 maggio 2014, contro la Juventus (0-1, gol di Osvaldo al 93′). E proprio i bianconeri erano stati gli ultimi a vincere in casa della Roma con il risultato di 2-0 (il 3 aprile 2011). Sinisa Mihajlovic batte per la prima volta da allenatore i giallorossi, contro i quali aveva sempre perso in gare esterne (sette volte su sette).

 

Per la prima volta nel torneo in corso, la Roma non segna per due partite di fila. Non accadeva dalle ultime due gare della scorsa stagione, contro Juve e Genoa. Sono cinque, invece, i match consecutivi di campionato senza vittorie (ultimo exploit a Cagliari, l’8 febbraio scorso). Una serie negativa così lunga non si verificava dal 2012-2013, quando la Roma, dalla 19^ alla 24^ giornata, rimediò quattro sconfitte e due pareggi. Seydou Keita è il quinto espulso dell’anno (il rosso era già toccato in due occasioni a Manolas e una volta a testa a De Rossi e Torosidis), mentre Miralem Pjanic, con nove cartellini gialli, si conferma il secondo giocatore più “cattivo” della rosa, alle spalle di Nainggolan (ammonito dodici volte da inizio anno). Si protrae l’astinenza da gol in campionato di Iturbe e Gervinho: l’argentino non segna dal 5 ottobre (suo unico centro, allo Juventus Stadium) mentre l’ivoriano è a secco dal già citato 4-2 all’Inter del 30 novembre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy