Quarto 2-1 giallorosso al Tardini. Pjanic non segnava in trasferta da 19 mesi

Adem Ljajic ritrova il gol dopo 165 giorni. L’ultimo acuto del serbo risaliva al 12 aprile scorso, nel 3-1 interno all’Atalanta

di finconsadmin

Fatica, sofferenza, goduria finale. La Roma a Parma sblocca il risultato nel primo tempo, poi subisce il pareggio di De Ceglie e non riesce a reagire con vigore ed intensità. Sino al benedetto minuto 88, quando Miralem Pjanic estrae dal cilindro il colpo del campione, spedendo sotto l’incrocio la palla magica che decide la partita. Per i giallorossi arriva il quinto successo stagionale, secondo in trasferta, dodicesimo in Serie A allo stadio Tardini.

 

Si conferma la tradizione positiva che vede la Roma trionfare a Parma nel mese di settembre: quarta volta su quattro. Le tre precedenti nel 2006 (4-0 con Spalletti), nel 2011 (1-0 griffato Osvaldo con Luis Enrique in panchina) e dodici mesi fa, il 16 settembre 2013: 3-1 firmato Florenzi, Totti e Strootman. Quello di ieri sera è il quarto 2-1 romanista al Tardini. Il primo risale all’anno del terzo scudetto, quando una doppietta di Batistuta annullò l’iniziale vantaggio ducale di Marco Di Vaio. L’ultimo, invece, era datato 1° maggio 2010: reti ospiti di Totti e Taddei, prima dell’inutile gol gialloblù di Lanzafame. Nona vittoria per la Roma contro Roberto Donadoni, quarta consecutiva, seconda in trasferta. La porta giallorossa viene violata in campionato dopo 333′: tanto è trascorso dal gol di Fetfatzidis all’83’ di Genoa-Roma (18 maggio) all’incornata vincente di De Ceglie (56′) ieri sera a Parma.

 

Prime reti stagionali per Adem Ljajic e Miralem Pjanic. I due non segnavano nella stessa gara da oltre un anno: 1° settembre 2013, 3-0 al Verona, seconda giornata dello scorso campionato. L’attaccante serbo sigla il suo settimo gol in maglia romanista. L’ultimo risaliva a 165 giorni fa, nel 3-1 interno all’Atalanta del 12 aprile. Lontano dall’Olimpico, l’ex viola aveva segnato una volta sola: al Bentegodi, contro il Verona, il 26 gennaio scorso. Idem Pjanic, che sforna il quattordicesimo centro da quando veste la casacca giallorossa. L’unico acuto esterno del bosniaco risaliva a 19 mesi fa (24 febbraio 2013), all’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo. Indovinate un po’? Su calcio di punizione, la specialità della casa. L’ex Lione ne ha messi a segno ben sei nella sua esperienza romanista. Altri sette gol sono arrivati su azione, uno su calcio di rigore. Debutto assoluto in Serie A per il terzino greco José Holebas, in campo al Tardini per gli interi 90′. L’ex Olympiakos è il ventesimo elemento utilizzato da Garcia in questa stagione. Sono soltanto due i calciatori ad aver disputato ogni minuto di ogni singola partita dall’inizio dell’anno (450′): Morgan De Sanctis e Radja Nainggolan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy