11 gol dei 25 stagionali da palla inattiva. Di testa un terzo delle reti totali subite: 5 su 15

La Roma vince la prima gara esterna dell’anno e si conferma una maledizione per Sarri (zero vittorie in sei confronti). Spalletti invece fa filotto al San Paolo: 4 successi su 4 da tecnico giallorosso

di Alessio Nardo

Spirito di gruppo, carattere, concentrazione, qualità. La Roma nei 90 minuti di Napoli mette in mostra il massimo del suo splendore, annichilendo i rivali partenopei e incamerando tre punti che hanno il sapore della svolta. La formazione di Spalletti ottiene finalmente il primo successo in trasferta della stagione, dopo tre pareggi (Porto, Cagliari, Viktoria Plzen) e due sconfitte (Fiorentina e Torino). La vittoria esterna mancava dal 14 maggio: 3-1 al Milan.

INTERROTTO IL DIGIUNO DI GOL AL SAN PAOLO DOPO 421′ – giallorossi non espugnavano il San Paolo da ben cinque anni: l’ultima volta il 18 dicembre 2011 (stesso risultato, 1-3, con Luis Enrique in panchina). L’ultimo gol romanista a Fuorigrotta risaliva al 6 gennaio 2013: autore Pablo Daniel Osvaldo. Quello di ieri è un risultato importantissimo sul piano statistico. Si tratta infatti del primo ko interno del Napoli in campionato sotto la gestione Sarri: gli azzurri non perdevano tra le mura amiche in Serie A dal 31 maggio 2015 (2-4 contro la Lazio) quando in panchina c’era ancora Rafa Benitez. La Roma continua ad essere una maledizione per l’attuale tecnico azzurro: zero vittorie in sei confronti dal 2014 (due pareggi e quattro sconfitte). Prosegue invece la marcia trionfale di Luciano Spalletti, che al San Paolo, da allenatore della Roma, ha sempre vinto (quattro volte su quattro) e non perde in gare ufficiali contro il Napoli dai tempi dell’Ancona (gennaio 2002).

DA MARZO DZEKO NON SEGNAVA LONTANO DALL’OLIMPICO – Il protagonista continua ed esser lui: Edin Dzeko. Il bosniaco, al pari di Salah, si sblocca finalmente anche in trasferta e raggiunge quota 7 gol in stagione, divenendo così il provvisorio capocannoniere della Serie A. Relativamente al campionato, Dzeko ha messo a segno 7 reti nell’arco di 630 minuti totali disputati (un gol ogni 90′). Gli manca un solo guizzo per eguagliare gli otto centri totali dello scorso torneo. L’ex City non segnava lontano dall’Olimpico dal 13 marzo ad Udine. Mohamed Salah è il secondo miglior goleador giallorosso con 5 reti (4 in campionato ed una in Europa League). Dei 25 gol stagionali fin qui realizzati dalla Roma, 11 sono arrivati sugli sviluppi di palla inattiva. La squadra di Spalletti ha invece subito un terzo delle reti totali (5 su 15) di testa: l’ultima ieri, ad opera di Koulibaly. Esordio assoluto in Serie A per Gerson, utilizzato precedentemente soltanto nelle competizioni europee.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy