Roma-Catania RADIO PENSIERI“Abituiamoci ad un senso di precarietà”, “Centrocampo in difficoltà”

di Redazione, @forzaroma

(ForzaRoma.info) Ricomincia la nostra carrellata di opinioni prese nell’etere romano che, all’indomani di ogni partita, commenta le prestazioni dei giallorossi. Si comincia alle ore 8.50, quando su Radio Radio nella trasmissione Sport e News si comincia a parlare di Roma- catania.

“Brutto primo tempo, meglio la ripresa. – dice Roberto Pruzzo -La Roma ha sofferto tantissimo in mezzo al campo. De Rossi ha fatto la differenza in negativo e mi chiedo perché venga ancora tenuto fuori dal mercato. Davanti Totti e Osvaldo molto bravi e poi la delizia di Nico Lopez nel gol”

 

“Ho visto poco Zeman e quel poco lo ho visto in difesa. – dice Roberto Renga – C’è stato un Osvaldo strepitoso. De Rossi bene nel passaggio del primo gol, poi si è rintanato”

 

“Deficienze difensive di questa squadra apparteranno per sempre con Zeman. Nel secondo tempo ha giocato bene” è il giudizio di Tony Damascelli

 

“Io metto in primo livello gli errori arbitrali. Fase offensiva buona, e una fase difensiva simile a aquella dell’anno scorso. Il pericolo? Attribuire a Zeman virtù miracolistiche, ragionare solo in funzione di questo allenatore, che a violte dice anche cose che non dovrebbe dire. Osvaldo è un grande giocatore. Se continua così, con il rientro di Destro, Totti troverà poco spazio” dice Franco Melli

 

“Io aspetterei nel dare giudizi – dice Furio Focolari – E’ solo la prima giornata. Gli insegnamenti di Zeman non sono stati recepiti bene. Ho notato che sulla fascia destra Piris ha sofferto tantissimo”.

 

 

Alle ore 10 su Centro Suono Sport comincia Te la do io Tokyo  “La prima di Zeman un po’ bruttina.- commenta Mario Corsi –  Primo tempo revocava il nullo dello scorso anno. A un certo punto, ho visto giocare in orizzontale con il pubblico che ha cominciato a fischiare per lo spavento. Niente pressing e non parlatemi del caldo. Centrocampo in grandissima difficoltà”.

 

 

Esordio di Riccardo Angelini”Galopeira” a Teleradiostereo “Non ci sono segreti. Per undici anni ho avuto il privilegio di lavorare nel programma che io reputo il più forte, con il conduttore numero uno al quale devo tutto. Io non ho niente da dire contro. Non rinnego gli undici anni al programma che ho amato e ancora amo. Nessuno mi ha fatto niente e non pretendo sconti da nessuno. Non rinnego la fede per quella trasmissione.

Poi sulla Roma “Mi aspettavo anche io qualcosa di più, credevo che la squadra avesse recepito di più l’idea di zeman. Ho visto il dai e non-vai…Non credo che sia una questione di forma. Voglio pensare anche all’emozione dell’Olimpico e alle condizioni climatiche. Due perle i gol, forse più bello quello di Nico Lopez che secondo me un giorno farà un gol alla Osvaldo

 

Davide Rossi  commenta così “A me non è dispiaciuto anche Stekelenburg che tiene sula Romanel primo tempo con la parata su Gomez. Ho visto tanta voglia da parte di Osvaldo e anche tanta qualità”.

 

” I gol sono stati due lampi in una serata nella quale mi aspettavo di più, – l’idea di Dario Bersani – ma non sono tra i più avvelenati perché con la scelta di Zeman dovevamo aspettarci questo. Episodi arbitrali hanno stravolto la partita. C’è stato lo scatto di Osvaldo fischiato per fuorigioco quando non c’era assolutamente. Io salvo solo Totti e Osvaldo.Non è stato comunque un flop, attenzione.

 

Alle 13 arriva il commento di Mimmo Ferretti “Aumentano il numero degli arbitri e guarda caso chi se ne avvantaggia? ….la Ju…la Ju…ventusssss. Ma che stranooooo!!! Veniamo alla Roma. Non è stata squadra e soprattutto non è stata zemaniana. Ho visto delle cose che non mi sono piaciute, tipo Lamela. Dall’altra parte c’è stato un Papo Gomez che è andato a mille. Perchè Lamela non ci riesce?

 

Su Rete Sport arriva il commento di Enrico Maida: “La sostituzione di Totti con Lopez è stata forzata, a differenza delle altre due che sono state scelte da Zeman. Il tecnico stima molto Marquinho, lo reputa capace di interpretare diversi ruoli e gli piace molto questa duttilità. Ieri Totti e Lamela sono stati i “problemi” della Roma, per via del ruolo in cui sono stati impiegati: non hanno fatto bene, il Capitano è troppo sacrificato, nonostante la grande applicazione e la grande umiltà non è bastato per mettere in pratica i movimenti della Roma zemaniana. Credo che, tuttavia, ci sono tante ragioni per spiegare la serata di ieri: imballamento, il caldo, tutti fattori che non hanno permesso di vedere ciò che ci si aspettava.”

Anche Massimo Palombella esprime la propria opinione: “ Non vorrei rimpiangere Montella: secondo me, dopo Luis Enrique, sarebbe stata la scelta più logica tenere lui…”

 

Mi sono piaciuti Osvaldo e Lopez, ma anche Totti – dice Riccardo Gentile – Il capitano non ha mai tirato in porta come anche gli altri.

 

La Roma non ha mai tirato in porta fino a quando non è andato sotto – dice Ugo Trani – Nella ripresa ci pensa solo osvaldo, ma per il resto poco. E’ vero che le squadre di Zeman arrivano con utto il pallone, ma ieri ci sono state poche occasioni da gol. Secondo me dipende da un problemi di gambe. Totti? Sono d’accordo con chi dice che fa una partita molto buona. Migliore in campo? prima Osvaldo poi Castàn”

(CONTINUA)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy