Piris e Castan: “Vogliamo vincere”, Sabatini trattiene De Rossi. Ciao Pek

di Redazione, @forzaroma

(di Giovanni Gallo) – Il ritiro ad Irding procede, mentre continuano le conferenze di presentazione. Seduta pomeridiana, la squadra è entrata in campo alle ore 16,30 preceduta di una decina di minuti da Zeman che ha predisposto i birilli e le asticelle. Assenti Totti, Dodò, Bradley e Bojan.

 

Esercizio che prevede i tre difensori centrali (Castan, Burdisso e Romagnoli) che vengono opposti all’ azione offensiva uno alla volta, senza contrastare gli attaccanti. Per finire partitella 9 contro 9.

 

PIRIS E I “PIU’ DI 100 MILIONI” – Oggi è stato presentato Ivan Piris. Walter Sabatini accompagnava il giocatore e, prima di incominciare la presentazione, ha voluto precisare le sue dichiarazioni di ieri circa la possibile cessione di De Rossi. “Non ho detto che non è incedibile, ho fatto un rilievo che riguarda tutto il calcio, e cioè che se si concretizzasse un’offerta mostruosa la ascolteremo, ma non è detto che poi si concretizzerebbe”. Allora ci si chiede quale sarebbe questa cifra “mostruosa” e si elencano le cifre richieste per Jovetic e Cavani dai loro rispettivi presidenti; 30 e 100 milioni. Ecco quindi il valore di De Rossi: “Una cifra superiore a queste appena fatte….”

 

Le parole di Sabatini hanno destato grande interesse mettendo, quasi, in secondo piano la presentazione del terzino, ma subito l’attenzione sale quando si incomincia:  “Ho avuto una proposta molto buona dalla Roma. C’erano altri club europei che mi cercavano, avevamo quasi chiuso, ma quella della Roma era la migliore. Sono venuto qui per fare bene […]. La mia principale caratteristica è la marcatura, sono veloce ma voglio aumentare in questo particolare. Cerco sempre di lavorare al massimo e migliorarmi”. Non mancano le ambizioni: “Vengo per essere un campione, per vincere e fare la storia del club e del calcio paraguayano. Credo che abbiamo la possibilità di vincere il campionato”.

 

CASTAN: “LOTTERO’ PER QUESTA MAGLIA” – La Roma ha annunciato nel pomeriggio che ci sarebbe stata un’intervista di Castan a Roma Channel. Il brasiliano ha parole dolci per i tifosi: “la tifoseria della Roma è calda e passionale. Sono tifosi che giocano insieme alla squadra, sono abituato a tifoserie calde. Spero che possano apprezzarmi”. Gli obiettivi non mancano: Non abbiamo realmente parlato di quali siano, io personalmente vengo da un titolo brasiliano e da una Copa Libertadores. Sono qui per la città ma soprattutto per conquistare titoli, apro questa nuova sfida con molto entusiasmo e voglio aiutare la Roma in questo cammino – conclude – ringrazio i tifosi per l’affetto e voglio rassicurarli che lotterò per questa maglia per cercare di dare loro soddisfazioni”.

 

UFFICIALE, PIZARRO ALLA FIORENTINA. DOMANI TOCCA AD HEINZE? – David Pizarro è ufficialmente un giocatore della Fiorentina: “L’ ACF Fiorentina comunica di aver acquisito, a titolo definitivo, le prestazioni sportive del calciatore David Marcelo Pizarro Cortès dalla società AS Roma. Pizarro, nato a Valparaìso l’11 settembre 1979, conta 36 presenze e 2 reti con la Nazionale Cilena. In carriera ha vinto 2 Campionati, 2 Supercoppe e 3 Coppe Italia. Il calciatore sarà presentato dal Direttore Sportivo Daniele Pradè alle ore 13.00 nella sala stampa ‘Righini’ dello stadio Artemio Franchi.”

 

Entro stasera o domani dovrebbe essere il turno di Gabriel Heinze. L’argentino ritornerà in patria al Newell’s Old Boys.

 

“NON SONO ROMANISTA” – Mio cognato era Ad della Roma, nel tempo l’ho pure convertito. Alle mistificazioni rispondo con l’antico adagio: non ti curar di loro ma guarda e passa. E da domani, pure incassa. Di certe campagne, qualcuno pagherà il prezzo. Non è che uno si alza la mattina, urla ‘Lotito è un ladro, un delinquente e un mascalzone’ e può sperare di passarla liscia”. Questo è uno  stralcio dell’intervista fatta a Claudio Lotito da Malcolm Pagani, per “Il Fatto Quotidiano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy