Parma, Donadoni: “Siamo in emergenza ma andiamo all’Olimpico per giocarcela”

di finconsadmin

“Siamo in condizioni di emergenza, ma a volte le difficoltà aiutano tutti a tirar fuori qualcosa di più”. Così Donadoni nella conferenza stampa che precede il recupero della gara sospesa per impraticabilità di campo lo scorso 2 febbraio, all’Olimpico contro la Roma. “Pensare di andare a Roma per limitare i danni sarebbe un concetto sbagliato – ha aggiunto l’allenatore gialloblù -: dobbiamo fare quanto siamo abituati. Ce la giochiamo”.

 

Sulle gare precedenti: “Le ultime due partite hanno partorito due sconfitte, ma non ci stavano per quanto espresso in campo a Torino e Roma. Non meritavamo di perdere. Bisogna valutare il dispendio energetico, ma i ragazzi stanno facendo qualcosa di importante anche dal punto di vista fisico. Solo il risultato è stato negativo, non siamo stati inferiori agli avversari. Ora dobbiamo ripartire da qui, senza fare discorsi a ritroso. Serve grande equilibrio, servono stimoli a 360°. E’ un momento nel quale c’è bisogno dell’apporto di tutti, anche se sappiamo di contare sulle nostre forze e dare tutti qualcosa in più. Sono convintissimo che daremo il massimo possibile, perché conosco i ragazzi”.

 

 

Sui singoli: “Cassano ha preso una botta alla caviglia domenica, ieri non poteva appoggiare il piede, oggi sembra possa andare meglio ma è un aspetto che può condizionare. Non voglio mettere a repentaglio la salute di nessuno e non voglio fare valutazioni che mettano a rischio il futuro, sono dubbioso sulle possibilità di avere a disposizione Antonio. Sono stato condizionato dalle assenze nelle scelte, abbiamo dovuto sopperire anche con diversi ragazzi della Primavera. E’ una necessità che si è venuta a creare, ci sono momenti del campionato nei quali accadono infortuni a catena e purtroppo sono arrivati proprio ora che abbiamo 5 gare consecutive da affrontare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy