Napoli, Mazzarri: “Un 2012 da incorniciare. Ora siamo una big”

di Redazione, @forzaroma

“Un anno da ricordare”. Walter Mazzarri racconta in esclusiva per il sito ufficiale le emozioni e le sensazioni vissute in un 2012 che ha visto il Napoli protagonista. Gli azzurri hanno conquistato la Coppa Italia ed hanno ottenuto 73 punti complessivi nell’arco dei 12 mesi, chiudendo l’anno solare al secondo posto dietro la Juventus, al pari del Milan, davanti a Lazio, Roma e Inter. Il tecnico azzurro analizza il percorso della squadra ripercorrendo le tappe salienti che hanno contraddistinto il cammino del Napoli sia in Italia che in Europa…

“E’ stato un anno importante, frutto del lavoro di tutti: Società, staff e squadra. Certe volte nel calcio possono verificarsi degli exploit estemporanei. E’ facile ottenere un bel piazzamento in una stagione, ma ciò che è difficile è confermarsi. Il Napoli ci è riuscito ed a questa continua crescita del gioco abbiamo aggiunto anche la continuità di risultati che ci ha portato ad assestarci a certi livelli. Questo rappresenta lo step fondamentale per un Club”.

Ripercorriamo la strada. Si comincia dalla scalata in Coppa Italia: 25 gennaio, Napoli-Inter 2-0…
Sì , è stata una vittoria che ci ha aperto le porte al successo finale. Abbiamo giocato bene ed abbiamo capito la nostra forza. Ci siamo resi conto dopo quel match che potevamo puntare a qualcosa di importante…”

La Champions League, ed un indimenticabile Napoli-Chelsea 3-1 del 21 febbraio…
Una grandissima partita. Abbiamo battuto i campioni d’Europa e siamo stati l’unica squadra in tutto il percorso della Champions ad aver segnato 3 gol al Chelsea. Al di là del risultato, comunque, ciò che conta è aver dimostrato a tutta l’Europa che il Napoli è una squadra matura anche a livello internazionale. Credo sia stata la partita che meglio ci ha fatto conoscere ed apprezzare sulla scena europea in questi ultimi anni. Peccato per il ritorno, ma sono convinto che nel computo del doppio confronto avremmo meritato la qualificazione”

Gioie e dolori. Quel Bologna-Napoli 2-0 di inizio maggio…
Una partita stregata. Il calcio ti premia sempre nel lungo periodo, ma in partite singole quando ci si mette il destino c’è poco da fare. Quella gara me la ricordo a memoria. Nella prima mezzora potevamo segnare 3 gol ed invece ci siamo ritrovati a subire la rete del Bologna al loro primo tiro. In quel match perdemmo la volata Champions

Ma sempre a maggio la serata magica dell’Olimpico: Napoli-Juventus 2-0, la Coppa Italia dopo 25 anni si tinge di nuovo di azzurro:
Essere riusciti a battere una squadra che non ha mai fallito i grandi appuntamenti, è un risultato di assoluto prestigio. E’ stato un premio alla qualità del nostro lavoro ed ai sacrifici compiuti dalla squadra. Abbiamo regalato ai nostri tifosi una gioia importante ed un momento storico per la Società”

La Supercoppa a Pechino….
Un’esperienza che ha arricchito il nostro bagaglio di crescita. Sotto il profilo del gioco abbiamo disputato una grande partita ed avremmo sicuramente meritato un risultato importante. Purtroppo gli episodi ci hanno condannato ad una sconfitta immeritata”

Stagione nuova e ancora azzurri sulla copertina internazionale: Napoli-Dnipro 4-2, super rimonta e super Cavani…
“E’ stata la gara della svolta in Europa League. Se non avessimo colto la vittoria avremmo potuto mancare la qualificazione. La squadra ha mostrato grande carattere nel risalire la corrente, in una rimonta emozionante e spettacolare allo stesso momento, con una splendida prova di Cavani.  Abbiamo ottenuto il passaggio ai sedicesimi facendo scelte precise che ci hanno portato ad ottenere la qualificazione ed allo stesso tempo ci hanno permesso di fare bene in campionato, dove abbiamo 8 punti in più rispetto allo scorso anno”

Un 2012 che si è chiuso con un successo significativo a Siena…
Venivamo da due sconfitte consecutive immeritate. Un momento  non facile dal quale siamo usciti con un successo importante. E’ stata una vittoria del gruppo ed una prova di personalità da parte dei ragazzi che ci ha consentito di chiudere benissimo il 2012. Un anno di grande spessore e di assoluto valore”.

 

FONTE ssnapoli.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy