Giampaolo: “La Roma ti fa correre, abbiamo dedicato 2 giorni al recupero”

Le parole del tecnico blucerchiato: “I problemi in trasferta? Se avessimo fatto lo stesso cammino che in casa saremmo terzi”

di Redazione, @forzaroma

Dopo essere stata ad un passo dai 3 punti nel match di Marassi, la Sampdoria prova a riscattarsi all’Olimpico, domani sera alle 20.45. Nessuna conferenza stampa per Giampaolo in vista del match con la Roma, bensì un’intervista ai microfoni di Samp TV. Le sue parole:

“Sono due giorni che abbiamo dedicato al recupero. Abbiamo ancora più di 24 prima della partita. Abbiamo ancora dubbi, le riserve le scioglieremo domani. Ce li prendiamo tutti i giorni di recupero. La Roma è una squadra che ha qualità tecniche e ti fa correre. Dobbiamo essere bravi a recuperare i giocatori e non possiamo fare a meno di valutare le qualità fisiche, oltre a quelle sanitarie”

Sull’infortunio di Praet.
Praet lo perderemo per un bel po’. Non è sostituibile, ha caratteristiche diverse da tutti. Abbiamo soluzioni alternative, ma non nella caratteristica del giocare. Dobbiamo fare bene con le risorse che abbiamo, aspettando il suo recupero. Dobbiamo recuperarlo alla partita, le partite sono allenanti. Sostituirlo sul mercato è difficile, se ci fosse la possibilità di farlo saremo più tranquilli, viste anche squalifiche e altri problemi. A gennaio ho sempre pensato di non rinforzarmi, se non con gente di alto livello.

Sulla difficoltà in trasferta.
Abbiamo il torto di aver perso a Benevento e qualche altro punto da altre parti. Se avessimo fatto più punti in trasferta saremmo terzi. Sono più attento allo spirito che la squadra ha durante le partite. Posso vincere una partita non meritata e che non mi dà nulla nella costruzione di un progetto calcistico e perdere invece non meritando, come successo a Napoli. Si deve scegliere il modo in cui si perde, i numeri son fatti perché qualcuno ne parli, ma a me interessano poco.

Sul Var.
Ha messo a posto tante cose. Non penso ai condizionamenti, o ad una cattiva predisposizione mentale ad arbitrare una partita. Il Var è un elemento di giustizia, si sbaglia in modo minore a quanto fatto prima. Fiducioso nella conduzione arbitrale, come ho sempre fatto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy