Testa a Testa Roma-Fiorentina: Ljajic-Savic, Borja-Pjanic, Rossi-Benatia

di finconsadmin

(di Giovanni Gallo) Tra pochi minuti inizierà Roma-Fiorentina, formazioni ufficiali e Testa a Testa:

 

Squadre che hanno una filosofia di gioco molto simile, entrambe giocano con il 4-3-3 e hanno in comune molti numeri: il possesso palla, stessi movimenti nella fase di costruzione del gioco, giocano palla a terra e la forza di poter fare la partita nella metà campo avversaria. I passaggi totali hanno un errore percentuale bassissimo, simile alle grandi d’Europa.

 

LJAJIC – SAVIC: Mille dubbi sul suo impiego, ma alla fine sarà ancora lui a scendere in campo. Borriello, Destro e Totti in panchina alla ricerca della condizione ottimale e pronti a subentrare in campo. Ljajic torna titolare contro la sua ex squadra, dopo un mancato rinnovo e il dispiacere rancore dei suoi ex tifosi che non l’avrebbero mai lasciato andare. Florenzi e Gervinho al fianco del serbo, saranno continui gli scambi di posizione per non dare punti di riferimento ai giocatori viola, domenica scorsa è stato decisivo un suo passaggio sul gol di Strootman con l’Atalanta. Questa volta in panchina la concorrenza è tanta e ognuno dovrà fare il meglio di sè avendo il sostituto pronto con il fiato sul collo. Savic a muso duro sul giocatore in una difesa serrata e alta. Gonzalo affiancherà il montenegrino con Pasqual e Tomovic sugli esterni.

 

BORJA – PJANIC: Sono i giocatori con il tasso tecnico più alto del centrocampo e non solo. Maghi nell’inserimento offensivo, lo spagnolo ha già fatto quattro gol, arriva da dietro inserendosi lanciato con i difensori che guardano la palla e non vedono il giocatore in una posizione centrale del campo (De Rossi non ha bisogno di insegnamenti su come evitare ciò). Pjanic, a differenza dell’avversario che lega più i reparti e si decentra, è uomo più d’inserimento a rimorchio della manovra. Maggior gioco alle spalle delle punte, meno attenzione alla fase difensiva. Strootman completa il trittico di centrocampo a sinistra e per la Fiorentina Aquilani e Ambrosini a dare quantità e qualità.

 

ROSSI – BENATIA: Giuseppe Rossi per puntare alla vittoria, tagli verso il centro per Cuadrado e Vargas lasciando spazio ai terzini che vanno a crossare verso il centro: questa è la visione tattica di Montella. Chi ha il pallone nei piedi ha molte soluzioni, Rossi esce anche fuori dall’area diventando finto attaccante. L a difesa della Roma sarà di fronte ha una scelta: seguire l’attaccante che esce o l’esterno che entra, movimenti tattici volti a portare il marcatore fouri dai propri schemi difensivi. Vargas tende a sbilanciare la squadra sulla corsia di sinistra, andando a offendere in modo molto continuativo, Maicon con Florenzi hanno automatismi quasi perfetti, c’è sempre la doppia copertura e ripartenza di uno o l’altro.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy