TESTA A TESTA Roma-Udinese: Di Natale-Burdisso, Pjanic-Willians,Totti-Domizzi

di Redazione, @forzaroma

(di Giovanni Gallo) La Roma è pronta ad accogliere l‘Udinese all’Olimpico, si gioca il posticipo della 9a giornata di campionatoI friulani contano gli indisponibili (Benatia, Basta, Pinzi e Muriel infortunati, Danilo squalificato, ndr), mentre la Roma ha il problema del terzino sinistro (Balzaretti e Taddei out). Fiducia al giovane Dodò, o a un giocatore adattato al ruolo?

 

DI NATALE – BURDISSO: Nicolas Burdisso torna a giocare titolare dopo aver ripreso la sua piena condizione fisica (oltre la condizione d’emergenza nel reparto difensivo) in coppia con Castan. La coppia è collaudata, senza contare i gol subiti per episodi, le loro prove sono state sempre nella media. La scoperta di Marquinhos ha minato la sua titolarità e domani potrebbe essere un’occasione da non perdere per ribadire la sua leadership. Il ruolo di terzino sinistro sarà affidato a Marquinhos, salvo sorprese; Marquinho-Dodò le alternative. Piris confermato a destra.

 

Una delle prove più difficili, l’attacco dell’Udinese prende il nome di Di Natale. Il reparto offensivo, tutto sommato, non ha realizzato un gran numero di gol. Basti pensare che sono fermi a otto reti, mentre la Roma ne ha realizzate diciotto. La metà delle reti friulane ha la firma di Di Natale e Maicosuel, entrambi due reti.

La Roma è il bersaglio preferito dell’attaccante napoletano: ai giallorossi ha segnato 11 gol, 2 ai tempi dell’Empoli, 9 con l’Udinese. La difesa alta della Roma mette potrebbe altare le caratteristiche di corsa ed inserimento dell’attaccante. Motivo in più per verificare la condizione di Burdisso.

 

WILLIANS – PJANIC: “Ho sette centrocampisti tutti titolari, ma i posti sono tre”. Le parole di Zeman, in conferenza stampa, riguardo all’impiego di Pjanic, non risolvono la questione di un grande talento fin qui poco utilizzato. Regista o intermedio, il posto sembra essere sempre occupato: Tachtsidis e Florenzi le prime scelte. Domani Florenzi sembra partire dalla panchina per fare spazio al bosniaco, in buona condizione negli ultimi minuti contro il Genoa. L’Under 21 italiano è stanco e ha saltato alcuni allenamenti. Oltre l’intoccabile Tachtsidis davanti la difesa, De Rossi farà coppia con Pjanic nel ruolo di intermedio.

 

L’Udinese perde Pinzi, ma conferma la linea, di grande quantità, dei cinque centrocampisti. Il centrocampo friulano è il motore della squadra, 3-5-1-1 è il modulo di Guidolin. I due esterni bassi danno spinta e copertura grazie alle qualità di Armero e Pereyra (Basta permettendo, ndr). Gran lavoro dal centro, Willians recupera palloni per far ripartire l’azione e il suo compito sarà quello di bloccare le giocate di Pjanic. Allan e Lazzari accompagneranno la manovra ai suoi lati.

 

TOTTI – DOMIZZI: Domizzi a sinistra, Benatia a destra e Coda centrale; così doveva essere composta la difesa dell’Udinese fino a poche ore fa. Benatia ha subito una distrazione all’adduttore e lascerà il passo al giovane Heurtaux. Il francese ha giocato solo 90 minuti in campionato (Fiorentina-Udinese).

 

Totti agirà, per la prima volta in carriera contro i friulani, da esterno sinistro (senza dimenticare i suoi accentramenti) e si scontrerà spesso con Heurtaux. Eppure non mancheranno i contrasti e i faccia a faccia con Domizzi. L’esperto difensore è il giocatore che più volte ha affrontato il capitano, questo lo porterà a rincorrere le gambe dell’avversario, scambiando la posizione con gli altri centrali.

 

L’Udinese vuole evitare di scalare podi negativi. Ad ora terzo posto nella classifica delle squadre più battute da Totti: 13 reti in A in 22 partite giocate. Parma e Sampdoria ne hanno subite di più, rispettivamente 15 e 14.

 

Foto copertina per i due giocatori che hanno fatto la storia delle loro squadre e del calcio italiano: 71 anni in due e 372 reti messe a segno nella loro carriera. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy