TESTA A TESTA Roma-Sampdoria: Gervinho-De Silvestri, Nainggolan-Palombo, Gabbiadini-Torosidis

di finconsadmin

(di Giovanni Gallo) Dopo la prestazione deludente a Napoli, la Roma si rituffa sull’unico obiettivo rimasto. Scudetto? No, prima di tutto consolidare il secondo posto, i partenopei hanno trovato condizione e convinzione, i punti di vantaggio possono essere un ostacolo non insormontabile avendo anche lo scontro diretto sempre al San Paolo. Garcia schiera il classico 4-3-3 con i giocatori che hanno sempre dato garanzie, Maicon in testa, e fuori l’esperimento Bastos come terzino sinistro: per ora nettamente bocciato in quella posizione. Mihajlovic ha già affrontato la Roma agli ottavi di Coppa Italia perdendo 1-0 (rete di Torosidis, ndr.), ma la formazione schierata in quella gara era ben lontana da quella di domani. Schema di gioco: 4-2-3-1 molto equilibrato.

 

GERVINHO – DE SILVESTRI: Il clima derby per Lorenzo De Silvestri è ormai alle spalle, ma la voglia di fare bene contro la Roma non è mai passata. Il suo compito sarà molto arduo e di copertura, Gervinho è un giocatore instancabile, non riposa praticamente mai e riesce ad avere un ritmo altissimo per tutti i 90 minuti. Il difensore italiano sta trovando la sua giusta dimensione dopo essere stata un’eterna promessa del nostro calcio, i vari infortuni hanno frenato la sua crescita mentre quest’anno ha raccolto 22 presenze sempre da titolare e ha segnato due reti. L’allenatore subentrato a Delio Rossi è riuscito a dare un’anima a questa squadra dove i singoli riescono a esprimersi al meglio. Mustafi e l’esperto Gastaldello al centro della difesa per fronteggiare Destro. L ‘attaccante, dopo un ritorno in grande stile sotto l’aspetto realizzativo, è in una condizione non ottimale, non p riuscito a incidere in partite fondamentali come il derby e il ritorno di Coppa ed è risultato uno dei peggiori insieme a Ljajic. Florenzi ritorna titolare al posto del serbo, appena citato, e affronterà Regini.

 

NAINGGOLAN – PALOMBO: La risalita della Sampdoria è dovuta anche ad Angelo Palombo, sono passati i tempi in cui la portava mano nella mano verso la Champions League, ma l’eventuale salvezza tranquilla dopo anni di delusioni sarebbe un grande traguardo. O almeno un punto da cui incominciare a pensare di progettare il futuro. Centrocampo compatto, ma non estremamente difensivo, è questa l’arma della Sampdoria. Krstcic si amalgama bene con le qualità di Palombo e assicurano veloci ripartenze per l’attacco. Nainggolan torna titolare al posto di Pjanic. De Rossi e Strootman sono stanchi, segnale visibile nelle ultime partite della Roma. Capitan Futuro ha sbagliato troppi passaggi elementari, poca lucidità dovuta alla stanchezza. Anche l’olandese ha bisogno di recuperare energie, soprattutto mentali. E pensare che i media parlavano di ”problemi” quando è stato acquistato Nainggolan, senza pensare che le grandi squadre hanno bisogno di molti ricambi quando, giustamente, si possono avere cali dopo una stagione così alta dal punto di vista dell’intensità.

 

GABBIADINI – TOROSIDIS: Da una partita all’altra si cambia opinione su un giocatore: da guerriero ellenico e scarsa riserva. Questo è stato il percorso di Torosidis per alcuni tifosi. E’ innegabile la prova disastrosa con il Napoli, di sicuro non inferiore di qualche altro compagno di squadra, ma il giocatore rimane di affidamento e domani ritornerà a giocare a sinistra. La posizione non è la sua e riesce a dare grande continuità di prestazioni. Maicon torna a destra, la sua presenza è fondamentale anche al 50 per cento della condizione. La sua esperienza in un campionato modesto come quello italiano è un plusvalore. Gabbiadini non è assolutamente un giocatore modesto e agirà sul lato del greco, tentando di sfruttare la sua velocità e intelligenza tattica. Soriano, Wszolek, Eder completano l’attacco blucerchiato, il brasiliano è il talento della squadra, molta tecnica e fantasia. Nella sua carriera è mancata solo la continuità e ogni anno ripetiamo la stessa cosa. Da un lato Gervinho, dall’altro Gabbiani, la sfida di domani sarà decisa da chi sfrutterà meglio le fasce e ricordiamo che Torosidis sa come si segna alla Samp di Mihajlovic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy