TESTA A TESTA, Barcellona-Roma: Dzeko-Pique, Pjanic-Iniesta, Manolas-Suarez

La Roma scende campo in una trasferta proibitiva, la partita perfetta potrebbe non bastare ai giallorossi

di Redazione, @forzaroma

La netta vittoria del Barcellona nel nel ‘Clasico’ non è una notizia esaltante per la Roma di Garcia che si troverà ad affrontare una squadra che, se forse già era la più temibile avversaria del panorama europeo, adesso potrebbe essere più carica sia sotto il profilo fisico che sotto quello mentale.

L’assenza di Messi non si è fatta sentire grazie alle prestazioni eccezionali del tandem Suarez-Neymar che, in questo periodo, ha trovato la sua definitiva consacrazione. Ma dopo lo spezzone di partita contro il Real il fenomeno argentino potrebbe essere della partita e aggiungere la sua classe ad un team dal tasso tecnico sconsiderato. I giallorossi invece arrivano alla delicata ma non decisiva sfida del Camp Nou con l’attacco dimezzato e molti dubbi di formazione, importantissimo sarà evitare brutte figure che, come ha dimostrato la disastrosa sconfitta con il Bayern dello scorso anno, potrebbero segnare l’intera stagione. Per raggiungere l’obiettivo il tecnico francese potrebbe schierare un 4-3-3 speculare al modulo dei blaugrana di Luis Enrique che, dopo anni di successi, è diventato il loro marchio di fabbrica. Tuttavia non sorprenderebbe l’utilizzo di un solido 4-3-2-1.

DZEKO-PIQUE: Il centravanti giallorsso, già fondamentale nel pareggio dell’Olimpico, sarà chiamato ad una prova di sacrificio, dovrà essere il punto di riferimento di una squadra che avrà sicuramente bisogno di rimanere alta per evitare di essere schiacciata dal possesso palla avversario. Con la sua capacità di tenere palla potrà aiutare i compagni a tentare le ripartenze sfruttando gli spazi che la linea difensiva blaugrana potrebbe lasciare. Ad attenderlo ci sarà l’esperto Pique, difensore molto abile nell’anticipo e leader di un reparto che potrebbe registrare l’assenza di Mascherano.

PJANIC-INIESTA: Il centrocampista spagnolo è un giocatore leggendario, a presentarlo ci pensano tutti i trofei vinti a livello di club e nazionale. Il folletto dei catalani oltre ad essere la mente di una squadra ricchissima di talento è un giocatore in grado di inventare la giocata che spezza la partita. Pjanic dovrà provare ad essere il suo omologo in maglia giallorossa, fare da cerniera tra centrocampo e attacco cercando di capitalizzare le poche occasioni che il dittatoriale possesso palla catalano concede. Metterlo in grado di calciare le sue letali punizioni potrebbe essere un’arma per sorprendere i campioni di Spagna e d’Europa.

SUAREZ-MANOLAS: Suarez è il capocannoniere di coppa del Barcellona ed è in costante crescita di rendimento, il suo senso del gol è conosciuto e temuto quanto i suoi memorabili raptus di follia. Il tridente del Barcellona è sicuramente tra i più forti e completi della storia di questo sport perché può far male in qualsiasi maniera, il compito di Manolas e compagni dunque sarà quanto mai arduo. La coppia di centrali dovrà essere concentratissima, i terzini dovranno essere molto disciplinati ma il loro apporto non basta, sarà tutta la squadra a dover mettere in mostra lo spirito di abnegazione che serve quando si calcano simili palcoscenici. Una partita perfetta potrebbe non bastare ma la Roma è chiamata a tentare l’impresa.

Giuliano Masciangioli 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy