Udinese-Roma 1-1 ‘RADIO PENSIERI’: ROSSI: “Guadagnato un punto su Lazio e Inter”, MAGNI: “E’ stato importante non perdere”

di finconsadmin

Consueto viaggio settimanale tra le principali radio della Capitale, due giorni dopo il pareggio ottenuto dalla Roma ad Udine. I giallorossi restano agganciati al treno europeo, ma riflettono sull’ennesima occasione persa.Alle ore 8 comincia su Elle Radio la trasmissione “Il mio canto libero”. Comincia Sandro Nini: “?Non ? stata una bella prestazione da entrambi le parti. La Roma poteva comunque portare a casa i tre punti. Osvaldo ha sbagliato un gol clamoroso , ma adesso che certa stampa gli si sta scagliando contro io lo difendo. Sabato si doveva vincere ? vero, ma non dimentichiamo il cammino che sta facendo Andreazzoli. Con la sua media, la Roma avrebbe potuto occupare il secondo posto?.

Microfono a Flavio Di Stefano:?Avevo detto che un punto ad Udine non era da buttare. Certo per come ? arrivato questo pareggio ? un punto che brucia come una sconfitta anche in virt? dei risultati di ieri. Si poteva fare un balzo in avanti per la Champions League. Sotto l?aspetto del gioco abbiamo fatto un passo indietro. Migliore in campo Castan, complimenti a Perrotta, delusione Burdisso. Ci poteva stare in quel momento il cambio di Totti.?
Poi tocca a Mauro: ?Sono molto sereno. Non capisco perch? non si possa pareggiare ad Udine. Detto questo, sabato si ? visto che la Roma non pu? prescindere da Totti e Pjanic. Bisognerebbe acquistare due giocatori di qualit? per il prossimo anno. A Osvaldo ogni tanto manca ossigeno mentale?.

Alle ore 8.30 inizia Radio Radio Mattino Sport & News. Parola a Franco Melli: “Stiamo assistendo al fallimento del calcio romano. Credo tuttavia che la Roma sia in ascesa, penso che possa ancora agganciare delle squadre e superarle. Mi viene in mente il gol preso a Udine, con Torosidis che saltella. E’ la dimostrazione che fin qui si ? cercato di mettere delle toppe su un vestito gi? bucato. Osvaldo ha sbagliato un gol incredibile. A lui si rimprovera di pensare troppo a se stesso e non al bene della squadra. Il punto di Udine conferma la bont? del lavoro di Aurelio. La vittoria l’ha persa per un gol che avrebbe segnato chiunque…”

 

Tocca a Tony Damascelli: “La frase di Aurelio sul campo non mi ? piaciuta. Ci risiamo col campo, basta con queste storie. Osvaldo ha fatto 11 gol come Giovinco, altro giocatore che viene fischiato. Nei loro confronti c’? una sorta di prevenzione. Siamo alle solite, fischiati a prescindere. Se Osvaldo sbaglia una palla c’? subito un “oooh..”, perch? ci sono dei precedenti. Se sbagli un rigore togliendolo al Capitano, poi te lo porti appresso…”

 

Questa l’analisi di Roberto Renga: “Gli allenatori hanno il diritto di fare le scelte che vogliono, sono pagati per questo. Ma non vorrei che Andreazzoli con Totti ripetesse gli errori fatti da Luis Enrique. Leggendo i giornali ieri, non ho visto grandi titoli sulla sostituzione di Totti. Addirittura ho visto dare lo stesso voto a Totti a Lamela…forse lavorare di notte ? un problema. Totti non si tocca. Se gioca male si pu? sostituire, ma se ? questo che stiamo vedendo non si tocca. Da dicembre Osvaldo ? sparito, ha giocato bene una sola partita e quando esce litiga con tutti. E’ difficile da gestire un ragazzo cos? ed ora non gli perdonano pi? nulla. La situazione ? questa, c’? poco da fare. Osvaldo ? rimasto quello di Firenze, che ne combinava di tutti i colori”.

 

Alle 10 anche su Rete Sport si parla di Udinese-Roma.?Comincia Giancarlo Padovan: ?A Udine la Roma ha sprecato un?occasione. I giallorossi sono passati in vantaggio, hanno controllato sempre la partita. Dopo il pareggio di Muriel hanno giocato in superiorit? numerica sprecando qualche occasione da gol. E? sembrato che la Roma si accontentasse del pareggio. Io avrei lasciato in campo Totti. Osvaldo ormai non c?? pi?.?

 

Ecco Massimiliano Magni:??Partiamo dal fatto che la Roma non ha perso. C?? troppo pessimismo, ? vero che si poteva vincere, ma cosa ci si aspettava dalla Roma? Bisogna ricordare come la squadra ? stata presa da Andreazzoli. Il tecnico sta ancora curando il ?malato?. Lui vuole in primis che la squadra non perda a prescindere dalle difficolt? dell?avversario.?

 

Parola a Ugo Trani??In questo momento ? importante non ?sbragare?. Abbiamo sempre considerato un solo posto per la Champions, ma attenzione perch? con il Napoli cos? in crisi, i posti per l?Europa che conta potrebbero essere due. Da sottolineare l?ennesima prova deludente di Burdisso, De Rossi e Osvaldo. Adesso bisogna accontentarsi anche di un pareggio, perch? la media punti della Roma da quando ? subentrato Andreazzoli non ? da sottovalutare per ambire alla Champions League.?

 

Alle ore 10 anche su Centro Suono Sport, in Te la do io Tokyo, si analizza la gara di Udune. Comincia a farlo Mario Corsi “L?Udinese ha fatto grazie alla Roma una delle partite pi? brutte degli ultimi 5 anni, una partita impalpabile. La Roma ha sprecato tanto, poteva vincere a spasso, l?ha pareggiata con uno sbaglio del portiere e di Torosidis. La cosa ridicola sono state le dichiarazioni di Andreazzoli che per non dare fastidio a Burdisso e Stekelenburg che sono capi dello spogliatoio ha dato la colpa a Piris. Andreazzoli va avanti per l?ausilio del suo amore per i giocatori. Gli viene in mente di levare Totti ma l?unico che pu? giocare a calcio dalla trequarti in su era Francesco Totti, l?unico che poteva inventare qualcosa. La cosa pi? ridicola ? stato vedere Marquinho e Lamela litigare sulla punizione, se c?era Totti magari batteva lui. Secondo me Osvaldo ? da piccola squadra: in una grande citt? lui si perde. In posti dove c?? tanta dispersione probabilmente lui non ce la fa, non ? maturo come ragazzo ma questo si era capito, si perde completamente. Andreazzoli fa quello che ha fatto Montella dopo Ranieri: ha preso i capi dello spogliatoio e gli ha chiesto ?chi gioca?? A Roma ci vorrebbe un allenatore tipo il generale, ma poi il generale lo fanno andare via. L? allora ci vuole la societ? che per? non deve essere complice con i giocatori. Questa ? una squadra che va a sprazzi e cerca di salvare il campionato”.

Parla Jonathan Cal?:?”Se una squadra come la Roma in 6 precedenti con Guida ha una sola vittoria significa che o ? molto sfortunata oppure ha un?antipatia per la Roma e per il suo Capitano. Ho visto una persecuzione contro Totti: Guida mi ricorda Morganti che ne ha combinate di tutti i colori. Cominciamo dal portiere, di due non ne fanno uno, un gol sotto le gambe sul palo tuo in Serie A ne ho visti pochi. Ci sono giocatori tipo Piris che devo dire che si ? messo in riga, non ha fatto clan e il suo lo fa sempre e deve fungere da capro espiatorio per gli errori degli altri. Una Roma di mazzoniana memoria, peccato perch? la partita si poteva portare tranquillamente a casa. Se questa squadra arriver? terza, dovr? essere rifondata per la terza volta: questa squadra due competizioni non le pu? reggere. Capitolo Osvaldo: Zeman certe cose le ha dette con largo anticipo, visto che aveva ragione possiamo prendere in considerazione che certe idee erano giuste?”

 

Ecco Bruno Ripepi:?”L?operazione che si ? fatta per Osvaldo e ?quella con Borriello ? costata 4 milioni in meno di Balotelli. Tra tre giorni c?? la deadline per la conferma del preliminare con lo sceicco e invece sembra che ci sia un rinvio. Sono molto preoccupato per il futuro della Roma: avere un quadro pi? chiaro non farebbe male a nessuno. Sembra stano questo silenzio totale che c??. Stiamo alla finestra con molta curiosit? perch? ne va in gioco il futuro della Roma. Sinceramente non ? che vedo una squadra che mi ruba l?occhio.

Giriamo su Teleradiostereo. Ecco David Rossi:“Come al solito siamo passati dalle stelle alle stalle in poco tempo, Andreazzoli ? gi? diventato un asino. La Roma per un’ora non ha concesso nulla all’Udinese, ? stata corta, ha fatto densit?. Le scelte del tecnico mi erano piaciute molto e il gol di Muriel ? stato un episodio isolato. Se Osvaldo avesse segnato quel gol alla fine, tutti parlerebbero di Andreazzoli genio e di una vittoria ottenuta su un campo difficile. Per me il pareggio ad Udine ? un buon risultato, il problema ? la classifica che ? quella che ?, ed ? stata ereditata dall’attuale allenatore. Non ci sto al giochino dell’altalena, abbiamo guadagnato un punto su Inter e Lazio per la zona Europa League. In caso di filotto nelle prossime tre partite, la classifica ci dir? altro”.

 

Microfono a Dario Bersani: “In altri tempi un pari ad Udine sarebbe stato accolto con moderata soddisfazione. Adesso, costretto come sei a cercare di fare il maggior numero possibile di punti per recuperare, ? un’occasione sprecata. La Roma ha concesso due occasioni all’Udinese, e l’Udinese ha fatto un gol. Non che la Roma abbia costruito molto, ma che sia una coperta corta ormai ? chiaro. Pi? che fare la sinossi della partita, a distanza di 48 ore, bisogna concentrarci sull’immediato futuro e su ci? che sar? il destino di questa societ? e di questo tecnico. Poi si penser? alla squadra. Il cammino di Andreazzoli ? discreto. E’ poco per dire se ? idoneo a guidare la Roma, ma qualche indicazione ? arrivata. Cercheremo di capire se questo gruppo avr? bisogno dell’ennesima rivoluzione dal punto di vista dell’organico, o se basteranno poche ma mirate integrazioni”.

 

Parola a Riccardo Galopeira: “Metterei il discorso arbitrale al primo posto, ma faccio parte della schiera dei delusi. Non avevo mai visto negli ultimi anni un’Udinese cos? in disarmo e un Di Natale cos? spento e spompato. L’amore per la Roma mi ha portato a sopravvalutarla in qualche occasione. Non ci sono uomini in grado di sobbarcarsi il peso della squadra, se esce Totti si perdono le speranze di poter vedere qualcosa. Troppi giocatori sono poco pi? che normali, Burdisso ? uno di questi. Piris continua a fare errori su errori. Questa non ? una squadra da terzo posto, ci sono troppi pochi elementi in grado di fare la differenza. Avrei ancora la tentazione di difendere Osvaldo, ma in questo momento non segnerebbe nemmeno sulla linea di porta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy