‘RADIO PENSIERI, BALZANI: “Garcia andrà a giocarsi la partita con Destro-Totti-Gervinho. Può essere la partita di Pjanic”

di finconsadmin

(Redazione ForzaRoma.info) Continua anche con il nuovo anno la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali.  (AGGIORNA)

FRANCESCO BALZANI (Centro Suono Sport): “Leggo le dichiarazioni dei giocatori della Juve e capisco che loro temono la Roma. Il problema di Florenzi mi dicono che non sia grave, ma credo che a Torino partirà lo stesso dalla panchina perchè Garcia vuole un attacco più sfrontato con Destro-Totti-Gervinho. Personalmente sono d’accordo. La Juve la devi costringere a giocare con la difesa a quattro. Il tecnico francese vede Florenzi come attaccante e non come centrocampista. Bisognerà capire come farà giocare Pjanic. Può essere la sua partita. Dipenderà molto dall’atteggiamento della Juve. Ljajic potrebbe essere il Montella di un tempo, cambiando la partita entrando in corso d’opera”

 

TONY DAMASCELLI (Radio Radio): “Domenica si affrontano le due squadre che per il momento hanno firmato questa stagione italiana. Tutte e due giocheranno per vincerla. Sarà la gara dove si vede davvero dove stanno le forze di questo campionato. Potrebbe uscire anche un pareggio, ma non significherebbe nulla. Rizzoli? Ai romanisti forse non sarebbe andato bene nemmeno Papa Francesco come arbitro”

 

ENRICO MAIDA (Rete Sport): “Rizzoli non sta in grande forma in questo periodo. Sulle parole di Totti a proposito del razzismo sottoscrivo quello che ha detto il Capitano. Anche quando parla dell’impatto della proprietà degli americani, con una squadra con Heinze e tredici ragazzini, era una scelta empirica, una squadra senza capo né coda”.

 

DANIELE LO MONACO (Rete Sport): “Io a, differenza di tanti, non dò le colpe ad Andreazzoli perchè non è stato il responsabile principale. Secondo me era stato un errore mettere lui in panchina. 

 

 

VALENTINA BALLARINI (TeleRadioStereo): “Per quanto riguarda l’attacco per me la Roma è più forte della Juventus visto che le riserve della Juve sono Giovinco, Quagliarella e Vucinic mentre noi abbiamo Borriello, Ljajic, Florenzi e Totti (se non gioca dall’inizio); negli undici la Roma se la gioca. Anche se arriverà seconda potrà costruire qualcosa di importante per il futuro come quello che ha fatto la Juve negli ultimi due anni”.

 

MIMMO FERRETTI ( TeleRadioStereo ) : “Francesco ha detto cose molto interessanti, certe cose non ce le aspettavamo. Francesco ora è un uomo, non più un bambino. E’ impressionante quanto è magro. Lui è letteralmente entusiasta di Garcia. Totti è un giocatore contento di far parte di questa Roma, che a suo giudizio, può andare a vincere a Torino. Juve-Roma è la partita dell’anno. Florenzi-Destro-Ljajic è l’ultima casella per il tridente da affiancare a Totti e Gervinho.”

 

ALESSANDRO ANGELONI ( Rete Sport ): I giocatori quest’anno sottovalutano quello che stanno facendo, è scattata una molla dentro di loro, non è che Garcia è l’angelo che ha risvegliato tutti. I giocatori dopo lo scorso anno avranno tirato fuoi l’orgoglio, non conta solo quello che fa Garcia, basti vedere il Castan di questo e dello scorso anno, tutti sottovalutano i loro meriti“.

 

FRANCESCA FERRAZZA ( TeleRadioStereo ) : “ Nonostante la Roma, secondo le parole di Totti, andrà lì per fare la partita potrebbe finire 0-0… è tra i risultati più probabili, anche perchè la squadra di Garcia dietro non sarà sprovveduta”

 

GIANLUCA LENGUA ( Centro Suono Sport ): “C’è tanta voglia di giocarsi questa partita, c’è voglia di vincere, a differenza degli altri anni c’è entusiasmo in vista della Juventus, anche se è una partita difficile. La squadra è gasata, diversi calciatori hanno anticipato il ritorno dalle ferie per allenarsi, sicuramente sarà diverso dagli scorsi anni. Io farei giocare Destro, per lui parlano i 3 gol in 3 partite“.

 

 

JONATHAN CALO’ (Centro Suono Sport ): “Io metterei in campo più Florenzi che Destro, mi sembra più equilibrato. Destro ha dimostrato di non poter giocare sull’esterno, deve giocare come prima punta. Florenzi si è anche riposato negli ultimi tempi. La designazione di Rizzoli era prevedibile, non gli hanno fatto arbitrare partite impegnative negli ultimi tempi per tenere lontane le polemiche in vista di questo big match“.

 

 

MARIO CORSI ( Centro Suono Sport ): “Ormai la collaborazione tra Roma e Juve esiste, è un amica e alleata nelle battaglia di Lega, per il progetto stadio è stata presa l’ex consulente della Juventus, c’è stato un pranzo tra Agnelli e Pallotta, c’è stato il tappeto rosso in occasione della Supercoppa, alla fine anche l’odio tra tifoserie verrà a scemare? Io sono convinto di sì, si sta creando un nuovo tifoso che andrà allo stadio per stare comodo, mangiare popcorn e bere coca-cola, non è successo niente quando il pullman bianconero è venuto a Trigoria“.

 

 

RICCARDO GENTILE ( ReteSport ) : “Bellissima l’intervista a Totti. L’unica bugia che dice Francesco, sapendo di dirla, è quando parla dei record personali. Non dico che è la prima cosa che gli interessa, ma comunque gli interessa..ed è giusto così. Totti dimostra di essere una persona molto onesta, non è un piacione, ma coerente.”

 

PINO CERBONI (Centro Suono Sport): “Domenica si affrontano le due miglior difese e due centrocampo fortissimi che però si equivalgono.  In attacco come reparto è più forte la Roma. Nei singoli loro hanno Tevez che è molto forte e la Roma Destro che è più forte in prospettiva. Llorente dopo un periodo buio ha trovato gol con continuità. Secondo me Garcia farà giocare Florenzi nel tridente di domenica. Andrà sull’usato sicuro. Poi Destro e Ljajic possono entrare in corso e cambiare la gara”

 

MASSIMILIANO MAGNI  (Rete Sport): E’ strano che su Parolo non ci siano concorrenze forti come su Nainggolan, io lo vedo come un’alternativa a Pjanic da aggiungere a Bradley. Ricordiamoci che il prossimo anno, se tutto va bene, c’è la Champions e ci sarebbero molte possibilità di giocare per questo tipo di giocatori. Ntep è molto interessante anche se gioca in B francese, ha fatto 6 gol quest’anno“.

 

PAOLO ASSOGNA ( TeleRadioStereo ) : “Juventus-Roma è l’evento dell’anno. Dovrebbe essere motivo di orgoglio per l’ambiente romanista, non ci avrei scommesso un centesimo…Se la Roma va a vincere a Torino mette in discussione le certezze di una squadra che è la migliore in Italia. Diventa decisiva a livello mentale. Da quando la Roma è americana, finalmente, la Juve non calpesterà la squadra giallorossa. Mi aspetto una partita equilibrata dopo anni di mortificazioni incredibili.”

 

EMANUELE GIULIANELLI (Rete Sport): “Se ci basiamo sul prezzo di Nainggolan, Parolo dovrebbe valere sui 10-15 milioni, ma si dovrebbe chiudere sui 6-8 milioni, il contratto gli scade tra due anni. E’ un giocatore da prendere, la trattativa Nainggolan mi sa di copertura. Il centrocampo della Roma può ruotare spesso e troverebbe spazio anche in chiave Nazionale, dove varrebbe molto anche il fatto di essere alla Roma. Lo vedo al 75% in giallorosso“.

FEDERICO NISII ( TeleRadioStereo ) : “Non dico che contro la Roma gli avversari devono partire già battuti, perché ci mancherebbe. Dico solo che la Juve la devono affrontare come affronterebbero la Roma. Sono molto fiducioso per il futuro della Roma”

 

DAVID ROSSI ( TeleRadioStereo ) : “Ammazza che squadra forte che abbiamo. Penso che per gennaio avremo belle notizie di mercato…penso a Sanabria, Golubovic e Radonjic. Si continua a lavorare per il futuro. La Roma semina. Siamo nell’imminenza del progetto stadio. E staremo tutti a bocca aperta. Dall’anno prossimo la Roma avrà un contratto di 10 anni con la Nike. Ripeto: aspettiamo gennaio, che ci saranno novità. Mi piace il basso profilo, zitti e lavorare “

 

LUCA VALDISERRI ( ReteSport ) : “Arriva un momento , per ogni grande giocatore,  in cui quando si gioca in trasferta , i tifosi avversari non fischiano più. L’insulto è il certificato che Totti non è ancora finito, ma testimonia il timore degli avversari e la sua grandezza. Francesco non è il più grande calciatore della storia del calcio, è tra i migliori, ma sicuramente a 37 anni non si è mai visto uno come lui. Mai.”

 

DARIO BERSANI  ( TeleRadioStereo ) : “Potrebbe essere un rammarico avere tutti i sei attaccanti a disposizione, anche se non tutti sono al massimo della condizione. Totti, Destro e Borriello infatti non sono al top. Non è il tipo di partita in cui puoi permetterti di schierare più di un giocatore non al top. Ljajic? Giocatori del genere ti deludono nelle partite semplici ed escono fuori con la loro tecnica in questi match. Grande attenzione ai minuti iniziali, sarà dura a Torino senza personalità.”

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio): “L’intervista di Totti a Il Messaggero è scontata perchè il Capitano è un buono, la da ‘calla’ a tutti. E’ un libro aperto. Non sono d’accordo con Totti quando dice che come singoli la Juve è più forte come gruppo. Io dico che lo è anche nei singoli. A Torino io giocherei con Ljajic-Totti-Gervinho. Se sta bene Totti il resto viene naturale”

 

PAOLO FRANCI  ( ReteSport ) : “Totti è Highlander, non si vede proprio né allenatore né dirigente, lui non sa ancora cosa fare del suo futuro perchè non riesce a  proiettare sé stesso in un futuro da ex calciatore. Totti è sincero, nell’intervista di oggi, ha ammesso che Garcia non lo voleva.”

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “La Roma tornerà a giocare come ad inizio campionato con un Garcia più cauto all’inizio per poi cambiare pelle nel secondo tempo. La Juventus ha cinque centrocampisti e sulle fasce è pericolosissima”

 

MAX LEGGERI (Radio Manà Manà Sport): “Le parole di Leandro Castan sono davvero il diretto sintomo di un forte cambio di mentalità. Totti non è al massimo della condizione fisica, ma lui al 60% ti dà le geometrie e ti rende la Roma bella“.

 

FABIO MACCHERONI (Radio Manà Manà Sport): “Prevedo un’ampia turnazione nel match contro la Juventus come è solito fare Garcia, Destro e Ljajic entreranno sicuramente“.

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà Sport): “Destro, Ljajic e Gervinho: questo è il tridente che mi piacerebbe vedere ma credo che sia ancora presto, la squadra non è ancora matura per fare a meno del capitano. Con la sua presenza dà uno spessore morale ai compagni, che si sentono sgravati di molti problemi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy