‘RADIO PENSIERI’, VOCALELLI: “Uno come Alderweireld lo aspetterei anche fino ad agosto”

‘RADIO PENSIERI’, VOCALELLI: “Uno come Alderweireld lo aspetterei anche fino ad agosto”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Mario Sconcerti (Teleradiostereo 92,7): “Il regno di Zaniolo sarebbe l’Inghilterra, dove ci sono molti giocatori simili a lui rispetto all’Italia. Averlo al pieno della forma e della concentrazione qui, vorrebbe dire avere un crack”.

Max Leggeri (Centro Suono Sport – 101,5): “Giù le mani da Florenzi, non deve essere venduto. Noto una forza centrifuga da parte dell’ambiente che spinge lontano da Roma. Andrebbe via un elemento che a mio avviso sarebbe difficilmente sostituibile. Sarebbe l’ennesima conferma di un piano di ridimensionamento. Spinazzola va bene, ma a sinistra. Nell’ultima lettera di James ai tifosi il presidente aveva promesso che sarebbe stato più presente a Roma, ed invece che fa? Viene in Italia ma non passa nella Capitale. Lui è un simpatico ed amabile bugiardo, che a Roma sapete come si dice, no? Questa è la conferma che a Pallotta della Roma interessi veramente poco”.

Francesco Oddo Casano (Centro Suono Sport – 101,5): “E’ inverosimile solo pensare di vendere anche Florenzi. Mi piacerebbe che fosse il ragazzo a dirlo, uscisse con qualche dichiarazione anche attraverso i social”.

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio – 104,2): “Vorrei capire la logica dietro il lasciar andare via Manolas che voleva 4 milioni per prendere Anderweireld che al Tottenham ne prende 4,3 quindi quantomeno gli vanno garantiti gli stessi soldi. Resta una pista ed è vero anche che Baldini abbia dovuto convincere Petrachi per quest’operazione. Mancini? Se dovesse arrivare sarebbe grazie a una formula molto conveniente alla Roma”.

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio – 104,2): “Alderweireld è un obiettivo raggiungibile per la Roma che cerca comunque due difensore. Uno potrebbe essere lui e l’altro comunque Mancini per il quale c’è stata una frenata, ma che non mi sembra decisiva”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,2): “Con Alderweireld la Roma piazzerebbe un grande colpo in difesa. E’ un dominante e che dà stabilità alla retroguardia. Per uno così sarei disposto, al posto dei giallorossi, ad aspettare anche la prima di agosto per averlo.”

Francesco Balzani (Te La Do Io Tokyo – Centro Suono Sport): “Dobbiamo chiederci perché la Juventus e soprattutto Sarri non vogliano trattenere Higuain. Oggi, se guardo all’ultima stagione, prenderei Mertens. Poi alla Roma servirebbero entrambi. Credo, però, che Fonseca abbia dato delle indicazioni precise e che ricalchino le caratteristiche dell’argentino. C’è da capire se lui vuole venire nella Capitale. Lui è uno che ha bisogno della competitività per fare bene. Infatti al Milan non rende e vuole restare alla Juve perché anche se sa di giocare poco, può alzare una Champions League”.

Antonio Felici (Te La Do Io Tokyo – Centro Suono Sport): “Higuain non l’ho visto in grande forma ieri alle visite al J Medical, ma è una scommessa che la Roma deve fare. Anche perché le alternative quali sono? Pavoletti? L’eredità che lascia Dzeko è pesante e in prospettiva forse solo l’argentino potrebbe sostenerla. Il piano B, e potrei essere considerato un pazzo, per me è Icardi. Esclusi questi due non vedo altre soluzioni se non Mertens. Belotti? E’ tutto fisico, tecnicamente mi sembra scarso. E’ per questo che a livello internazionale scompare”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “Petrachi è uno tosto, non si perde un allenamento. Alderweireld si prende con la clausola da 25 milioni di sterline subito, ma la Roma quei soldi non li vuole spendere. Dzeko ha parlato con Fonseca, sta cercando di non creare polemiche e non stare al centro dell’attenzione. Mi tengo stretto i giocatori che hanno entusiasmo”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Se Schick andasse al Milan e Giampaolo lo “resuscitasse”, il tecnico sarebbe un fenomeno. Se fossi nella Roma farei lo scambio con Silva. Il portoghese nella Roma farebbe il titolare, cosa che non farebbe Schick nel Milan, che dividerebbe l’attacco con Piatek”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Fazio dell’anno scorso è stato molto deludente. Sarà importante sostituire bene Manolas, c’è bisogno di un centrale che faccia da leader e che dia sicurezza. Fondamentale non sbagliare questa scelta. Schick? Ha una grande occasione, ora deve riuscire ad entrare nelle grazie di Fonseca. Non è escluso che possa essere una grande sorpresa della stagione”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Non vorrei che Alderweireld faccia la fine di Vermaelen che arrivò alla Roma con tanto entusiasmo dei tifosi e poi fu una delusione. Schick ha qualità, magari con il nuovo allenatore prende più fiducia. Certo, se cercano Higuain vuol dire che non punta molto su Schick”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino – 104,5): “Schick? Io fossi la Roma lo darei in prestito gratuito al Milan per vedere se questo ragazzo gioca bene solo con Giampaolo. La Roma non deve prendere un centravanti buono per il gioco di Fonseca, ma uno che segni tanti gol. E Higuain questo ha fatto nella sua carriera”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy