Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

‘RADIO PENSIERI’, NISII: “Maitland-Niles è una valida alternativa a Karsdorp”

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Federico Nisii (Teleradiostereo - 92.7):Maitland-Niles mi auguro che possa essere un operazione alla Anguissa. La Roma è forte su Kamara e può vantare un ottimo rapporto con il Marsiglia, Under e Pau Lopez verranno riscattati. Il portiere sta dimostrando di saper fare cose buone. Dopo l’errore al derby ha perso ogni tipo di sicurezza e sembrava un giocatore rassegnato. Kamara è ricercato in tutta Europa e scalare il prezzo dai riscatti potrebbe essere un’ottima mossa. Nel mercato di riparazione la Roma doveva aggiungere una valida alternativa a Karsdorp  e lo ha fatto”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio - 104.5):Non è vero che a gennaio non è mai stato fatto nulla. Se uno vuole il giocatore lo trova. Dall’Inghilterra possono arrivare diversi profili, il Milan l’anno scorso ha preso Tomori”. 

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio - 104.5):Tutte le squadre hanno giocatori che non giocano mai e li regalano. Non si può sapereL se questi giocatori siano scarsi o meno”

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio - 104.5):A gennaio difficilmente arrivano giocatori che ti cambiano la vita. Mourinho si è normalizzato a livello dialettico. Arriveranno dei giocatori che faranno numero ma non aumenteranno la qualità. La Roma deve risorgere con le sue forze non con il mercato di riparazione”.

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio - 104.5): “Questi giocatori arrivano per fare le riserve. Una volta c’erano tanti punti interrogativi sui giocatori provenienti dalla Premier. Nessuno può permettersi i top del campionato inglese. Si poteva fare di più”.

Ugo Trani (Centro Suono Sport - 101.5/ Te la do io Tokyo):La Roma è una squadra da settimo posto. I nomi che escono in questi giorni non ti fanno fare il salto di qualità. Elneny non lo conosco, gioca poco all’Arsenal. Maitland-Niles fa capire cosa cerca la Roma, è un tappabuchi. Servono dei titolari, i nomi che sono usciti in queste ore sono imbarazzanti. Wellens del Manchester United ha fatto 0 partite quest’anno in Premier. Non si può prendere un calciatore che non ha mai giocato. I terzini usciti fino ad ora sono impresentabili. Kumbulla ha mercato, lo vuole il Napoli ma lui vuole restare alla Roma. Non si può vendere perché non ci sono alternative. C’è il rischio che Mourinho possa abbandonare da un momento all’altro se non viene accontentato. Fino a questo momento solo Abraham è il mattone per la costruzione di una rosa competitiva. Continuo a sostenere che Vina e Shomurodov non sono acquisti voluti dal tecnico. La Roma la salva l’aumento di capitale rispetto alle altre”.

Francesco Balzani(Centro Suono Sport - 101.5/ Te la do io Tokyo):Non c’è connessione con Baldini nei nomi accostati di adesso. I giocatori che escono adesso sono delle riserve, per l’Arsenal sono i nostri Diawara. Su Kamara secondo me qualcosa c’è. Maitland-Niles se non avesse il Covid sarebbe già arrivato a Roma, anche Wellens secondo me verrà. Loftus-Cheek è più complicato. Ad oggi non è una squadra degna di Mourinho ma lui resterà perché è una persona sincera. La Roma deve fare un percorso come il Milan ma serve una persona che sappia di calcio perché il tecnico non basta”. 

Antonio Felici (Centro Suono Sport - 101.5/ Te la do io Tokyo):Mi domando se con questi giocatori si può fare una grande squadra. Loftus-Cheek è uno dei pochi nomi buoni accostati alla Roma. Preferivo un Mourinho che protestava, lo abbiamo normalizzato. Così non faremo il salto di qualità”.

Alessandro Austini(Teleradiostereo 92.7):“Ha senso prendere giocatori tanto per averli numericamente o è meglio prendere un solo pezzo che magari mi servirà anche in futuro? Poi non vedo perché non dover prendere questo giocatore magari già adesso se ce n’è la possibilità. La Roma deve ragionare e pensare anche già nell’ottica della prossima stagione. È stato presentato un progetto triennale, ma io credo che un po’ di delusione ci sia, dei Friedkin, di Pinto e di Mourinho ma c’è ancora la convinzione che sia stata imboccata la strada giusta. Se per prendere Kamara si deve aspettare qualche mese allora si aspetta, nel frattempo si va avanti con quelli che hai anche prendendo Maitland-Niles. Anche lui è un jolly e questo lo rende ideale, se non riesci a prendere un altro giocatore lui ti può occupare più caselle e questo sta incidendo tanto nella voglia della Roma di chiudere questa trattativa".

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino - 104,5): "Maitland-Niles sembra diventato all'improvviso così affascinante, ma io ho dei dubbi. La Roma sta mettendo delle toppe senza spendere molto visto quanto hanno speso in estate. Fanno fatica anche a chiudere per Grillitsch, che costa 6 milioni, e non sono convinti di spendere quella cifra visto che è in scadenza. Non so se tutto questo basterà a Mourinho, probabilmente gli darà motivo di lamentarsi per i prossimi mesi come ha fatto fino ad ora. Maitland-Niles è forse la riserva della riserva dell'Arsenal. E l'Arsenal può essere equiparata alla Roma per livello, è dietro alle grandi. Prendere una terza scelta dell'Arsenal pensando che ti risolva i problemi, ho dei dubbi".

Tony Damascelli (Radio Radio Mattino - 104,5): "Le partite con Milan e Juve possono ridimensionare la Roma o lanciarla. I nomi che arrivano dal mercato sono interessanti, ma di margine. Se Mourinho pensa di sostituire i giocatori che non reputa adatti con questi nomi allora non ci siamo. Se li avesse chiesti Sarri saremmo stati più severi. Qualsiasi cosa passi per Morinho ci viene il sospetto che ci sia dietro Mendes e per questo sono operazioni interessanti, certo magari non per le squadre in questione".

Furio Focolari (Radio Radio Mattino - 104,5): "Si parla solo di giocatori di Premier, Mourinho ha le conoscenze recenti lì. Solo con l'avallo e la supervisione del portoghese si può fare un acquisto oculato. Se lui dà l'ok a Maitland-Niles vuol dire che lo ha monitorato e lo reputa giusto, penso quindi che bisogna dare retta a Mourinho".

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino - 104,5): “Non so quali sono i tempi di Spinazzola, se tra un mese è pronto la musica cambia, ti evita un sacco di problemi ma va recuperato nei tempi dovuti. C'è necessità di trovare un uomo che giochi a destra. Uno duttile che giochi sulla fascia anche a centrocampo non è facile, ma risolveresti due problemi. In avanti i giocatori ci sono, anche se qualcuno gioca poco e non è facile. Se trovano Maitland-Niles che è duttile, è oro colato. In questo girone di andata si è evidenziata una difficoltà, Mourinho non considera quelli che ha in panchina".

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino - 104,5): “Per la Roma col Milan è un'occasione per fare bella figura, soprattutto se i rossoneri riprendono come hanno finito. Kamara e Grillitsch non sarebbero titolari, Cristante mi piace. Maitland-Niles non lo conosco, evidentemente non è molto considerato all'Arsenal ma succede. Se c'è l'approvazione di Mourinho vediamo, lui sicuramente intravede le qualità".