rubriche

‘RADIO PENSIERI’, DAMASCELLI: “Mourinho non è stato un valore aggiunto”

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio - 104,5): “Mourinho è uno bravo a fare i contratti e mette in crisi chi lo manda via. Non so se ci sta una clausola, Sarri ce l’ha. Mourinho vuole rimanere e credo anche che la Roma provi ad accontentarlo. Noi sappiamo quanti soldi stanno spendendo. A parte Vina e Shomurodov sono arrivati buoni giocatori e non è immobile sul mercato. Non so se riuscirà a fare meglio di quest’anno ma se fa peggio siamo alla frutta. Alcuni giocatori della Roma non sono contenti”.

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio - 104,5): “Dove potrebbe andare Mourinho dopo un altro esonero. Deve fare una risultati importanti e migliorare il periodo di Fonseca. Qual è il valore aggiunto fino ad ora oltre a disprezzare la stampa e i suoi calciatori. Fossi un azionista della Roma chiederei un incontro ad uno dei dipendenti del club che dice che i giocatori sono da Serie C. In un’azienda normale un’altra persona verrebbe licenziati. Come si permettere Mourinho di dire che ha dei calciatori scarsi”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92.7): "La Roma dal punto di vista degli ingaggi è entrata in una spirale pericolosa e poco gestibile. E questo non era programmato, perché è stato un mercato di reazione dopo l’addio di Dzeko, che ti ha portato a fare un investimento non programmato. Per convincere Abraham gli devi dare quei soldi là e la Roma è stata costretta a darglieli, anche perché non c’era il tempo di trovare un’alternativa allo stesso livello. È stata una cosa fatta in fretta e furia. Però se ti metti in casa uno che guadagna 6 milioni gli altri quanto vuoi che ti chiedano? La Roma in questo ultimo anno e mezzo non ne ha indovinate tantissime, il Milan invece sì".

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino - 104,5): "Voglio vedere se ci sarà la reazione dei giocatori allo sfogo di Mourinho. Ogni tanto queste cose sono fatte proprio per questo. Le ho vissute più di una volta queste situazioni. Dzeko ogni volta non può girarsi le cose come vuole, erano tre anni che voleva andar via da Roma. Se il Sassuolo gioca come nel primo tempo contro la Juventus, per la Roma sarà durissima. Credo che possa soffrire anche a Reggio Emilia come ha sofferto da altre parti. L’obiettivo ora è di vincere più partite possibili e cercare di capire chi è buono per il futuro. La Conference League può essere un salvagente”. 

Nando Orsi (Radio Radio Mattino - 104,5): "A Roma sono state sbagliate le valutazioni e l’allenatore ha delle responsabilità così come la società. Se metti i soldi non significa che hai ragione. Non mi aspetto un anno di transizione da Sarri e Mourinho anzi mi aspetto che trovino soluzioni più velocemente di altri. Ogni volta si chiede del tempo ma ormai sono passati 7 mesi. Non capisco perché allenatori come Mourinho e Sarri debbano venire in società storiche come Roma e Lazio e rivoluzionarle. Ormai loro due sono intoccabili e tutto il resto fa schifo”. 

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino - 104,5): "Facile dire che sono tutti sotto accusa e sotto processo ma tra quelli sotto processo ci sono anche giocatori scelti da Mourinho. L’anno di transizione è un’enorme presa in giro. A Roma c’è una situazione surreale, si pensa che in squadra siano tutti scarsi. Il mio pronostico? La Roma domani perde, ma solitamente ci prendo poco".

Furio Focolari (Radio Radio mattino 104.5): “La classifica delle due romane è deficitaria. Mourinho ha fatto figuracce anche in Europa, come in Norvegia. L’eliminazione in Coppa Italia è un’altra mazzata. Mourinho ha avuto un mercato da più di 100 milioni e questo è un’aggravante visto l’andamento della squadra. Quando è arrivato Shomurodov nessuno aveva detto che era un buon acquisto, soprattutto a quelle cifre. Non credo che l’abbia scelto Mourinho. La Roma ha giocatori importanti che però Mourinho svilisce. Ha convinto i tifosi della Roma che questi siano giocatori scarsi. Il calcio non ti regala nulla, ha fatto una finale di un Europeo e questo significa che sei un giocatore di buon livello. Il tifoso della Roma spera che grazie a Mourinho si possa comprare chissà chi, ma non credo sia possibile”.