‘RADIO PENSIERI’, FALLICA: “Finalmente la Roma avrà un suo stadio”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali.

di finconsadmin

 

 

MAURIZIO CROSETTI (Radio Roma): “Conte ha fatto bene, ha ringiovanito la squadra e attaccato nel modo giusto. Da De Rossi, non sono sorpreso. Tavecchio dovrebbe ringraziare tutti i dirigenti che lo hanno voluto al suo posto. Spesso bastano due goal, per dimenticare le difficoltà.”

 

CHIARA ZUCCHELLI (Rete Sport): “Il problema del PSG non è con Rabiot ma con la madre, che sta forzando molto la mano. E’ un problema che potrebbe ripetersi anche eventualmente con la Roma, anche se con Sabatini posso stare tranquilla”.

 

LUCA FALLICA (TeleRadioStereo): “Finalmente la Roma avrà uno stadio. Speriamo che nella Juve accada il contrario della Nazionale, visto quello che è riuscito a fare Conte con l’Italia”.

STEFANO MENICHINI (Radio Roma): “Si torna a investire in grandi opere, attirando capitali di cui c’è bisogno. “Sono contento che Marino si sia tenuto neutrale sul tema dello stadio, evitando scontri interni al partito”

 

 

FURIO FOCOLARI (Radio Radio):Mi sorprende questa velocità con la quale il Comune di Roma ha risposto al progetto della Roma. E, come dice qualcuno, a pensar male ci si indovina”

 

 

FRANCESCO BALZANI (Centro Suono Sport): “Più che pubblico interesse c’è pubblico benessere nel senso che grazie ai tanti dollari della Roma, anche uno come Marino finirà per fare bella figura. Il Comune ha ottenuto il massimo imponendo a Pallotta dei lavori che spettebbero all’amministrazione. Detto ciò a noi interessa lo stadio e se Pallotta riuscirà a farlo diventerà il più importante presidente della storia della Roma e già immagino il colpo di Sabatini l’anno dell’inaugurazione. Ottimismo? Si, perché ci sono troppi soggetti di primo livello a livello mondiale in questo progetto che potranno annullare l’odiosa burocrazia romana. La nazionale e’ così antipatica che finirà per vincere qualcosa. De Rossi e’ in una forma impressionante, forse non e’ mai stato a questi livelli”

 

 

ALESSANDRO VOCALELLI (Radio Radio):Per lo stadio sono molto fiducioso perché in una notte sono stati risolti alcuni interrogativi che c’erano ancora in ballo. Una fra tutte quella della proprietà. Non esiste un’altra opera edilizia che ha su di sé una lente di ingrandimento come succede con lo stadio della Roma. Quindi sarà impossibile lavorare con poca trasparenza”

 

 

 MIMMO FERRETTI (TeleRadioStereo): “Faccio i complimenti a De Rossi che ieri ha fatto una partita stratosferica. Ieri la Nazionale ha cercato di mettere in atti quello richiesto da Conte. Se Maicon non si allena per fare un programma personalizzato e poi va a giocare con il Brasile e sta bene alla Roma allora va tutto bene. Speriamo che tutto questo si risolva per il bene della Roma, nel senso che se Maicon va a giocare e sta bene senza allenarsi è un colpo di fortuna per la Roma con la speranza che contro l’Empoli possa essere a disposizione di Garcia. Fino a questo momento ci ho capito molto poco della vicenda Maicon. Mi dispiace per l’esclusione dalla lista Champions di Sanabria mentre sono contento per Borriello”

 

MAURIZIO CATALANI (Rete Sport): “Oggi De Rossi è tornato ad essere un giocatore di calcio. Bisogna attaccarsi ai giocatori per quello che fanno in campo e non a prescindere”

 

RICCARDO GENTILE (Rete Sport): “Garcia al momento credo che possa ricoprire la sesta settima posizione in ambito di allenatori europei, e mi sembra che si possa accontentare si questo, con una breve carriera come la sua. Il fatto che Mourinho citi la Roma e Garcia credo che dipenda dall’ammirazione che il tecnico portoghese ha per diversi giallorossi, penso a De Rossi, Keita che ha già allenato e Detsro. Credo che lui consideri la Roma una mina vagante della Champions”

 

ALESSANDRO AUSTINI (Tele Radio Stereo): “Con lo stadio siamo già un anno i ritardo, ma a Trigoria e in Campidoglio sarebbero pronti a firmare qualora si potesse inaugurare entro l’estate 2017. Gli americani stanno scoprendo un mondo tutto nuovo e pittoresco fatto dalla burocrazia italiana che da loro non ci sono. Il fatto che la proprietà sia di Pallotta e non della Roma non mi preoccupa. Trovo anche io ridicola. Noi italiani abbiamo sempre la mentalità del sospetto. L’AS Roma non puo’, o meglio non vuole, far gravare sul bilancio i costi di un così grande progetto ”

 

GIANLUCA PIACENTINI (Tele Radio Stereo): “Ieri è stata una giornata importante.Ora ci sono altri sei mesi nei il progetto passerà nelle mani della Regione. Credo che la cura con la quale è stato impostato non troverà ostacoli insormontabili. Continuo ad insistere nel dire che è un progetto che va a migliorare il quartiere Tor di Valle”

 

MARCO BELLINAZZO (Rete Sport): “La Roma ha fatto apripista per la Legge sugli stadi. Staremo a vedere se altri Club continueranno. Ieri il primo passo fondamentale ma il processo non è finito. Io mi aspettavo una soluzione stile Arsenal, invece è stato scelto diversamente. La Roma pagherà a Pallotta una sorta di affitto, si parla di 2 milioni, più del doppio di quanto paga oggi per l’Olimpico. E’ una scelta manageriale. La proprietà di Pallotta e Parnasi va oltre lo stadio, è intesa anche l’area commerciale. In vista di cambi di proprietà l’AS Roma non avrebbe come asset lo stadio, e quindi ci sarebbero due trattative parallele “

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “Metto Garcia tra i primi 3-5 allenatori emergenti, nel giro di due anni può arrivare tra i top tecnici europei. Iturbe-Gervinho? Coppia perfetta per la Champions, specie fuori casa. Meglio la Roma di Garcia, di Spalletti o di Erikkson? Quella dello svedese, anche se è durata poco ed è crollata malissimo”.

 

DAVID ROSSI (Roma Radio): “Si critica il nostro responsabile marketing forse perchè la Roma sta stringendo un accordo con un’altra testata commerciale? Perchè una cosa ve la raccontano che fa schifo e una ve la raccontano che è spettacolare? Ci starà una via di mezzo, perchè il normale non è più normale? Dite che siete della Roma e vi rode il cu*o che la Roma è una grande società e sta facendo lo stadio. Arrendetevi. E’ la realtà incontestabile dei fatti. Se poi un giorno vi ritroverete tutti insieme dentro una piazza oscura di Roma a gioire perchè la Roma ha perso una partita è un problema vostro, non nostro. Io ve lo dico: arrendetevi!!!!”.

 

AUGUSTO CIARDI (Tele Radio Stereo): “De Rossi dimostra di essere già in forma per quelle che saranno le partite con la Roma. Non aveva iniziato coi suoi compagni per via del mondiale, ma sembra esser ripartito col piede giusto”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy