‘RADIO PENSIERI’, FERRETTI: “Bertolacci? Operazione economica ottima”, CATALANI: “Meno dal punto di vista tecnico, sono scontento”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali

di Redazione, @forzaroma

Quello delle Radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Sì, anche le altre città hanno degli spazi dedicati allo sport, e magari anche la loro stazione dedicata alla squadra del luogo.

Non si troverà mai, tuttavia, una voce altisonante e popolare come quella proveniente dagli apparecchi della Capitale; una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo, e una folla di appassionati pronti a sintonizzarsi all’ora concertata. Ogni protagonista va a comporre un grande collage che riempie di spunti, approfondimenti e contraddizioni la settimana del tifoso. Un ciclo continuo, che si rinnova sulle frequenze FM locali ogni giorno, di partita in partita, stagione dopo stagione.

 

FRANCESCO BALZANI (CentroSuonoSport): “Bertolacci è un ottimo centrocampista ma secondo voi ha un valore più alto di Strootman o Nainggolan? Il Milan lo ha strapagato per disperazione non potendo arrivare a un top player. Ricordo gli stessi rimpianti per Aquilani, Mancini o Lamela. La Roma a vendere e’ brava, ora però e’ arrivato il tempo di comprare. Mi aspetto un grande colpo davanti e almeno due terzini”

 

GIANLUCA PIACENTINI (Tele Radio Stereo):Se per Bertolacci le cifre sono realmente quelle il vero affare lo ha fatto la Roma e non il Milan. Tutte le operazioni fatte fino a questo momento dalla Roma sono operazioni giuste”

 

FEDERICO NISII (Tele Radio Stereo):La cessione di Bertolacci non è un sacrificio tecnico. La Roma non ha mai avuto Bertolacci quindi non perde qualcosa dal punto di vista tecnico. Lukaku sarebbe un acquisto di grande spessore e visto il nulla che ha avuto in attacco la Roma farebbe aumentare il livello della rosa”

 

PIERO TORRI (Tele Radio Stereo): “Il Milan riceve applausi per l’acquisto di Bertolacci e la Roma pernacchie, invece dovrebbe accadere il contrario. Credo che il mercato sia ancora lungo e la Roma ha le risorse per comprare i giocatori che servono per rinforzare la squadra”

 

MIMMO FERRETTI (TeleRadioStereo):La Roma doveva fare determinate operazioni per chiudere il bilancio entro il 30 giugno, poi dall’1 luglio si ripartirà. Questo non ci preclude l’idea che la Roma possa acquistare un grande centravanti, ora vanno comprati i giocatori veri. Da un punto di vista economico l’operazione di Bertolacci è ottima, da quello tecnico ora a centrocampo va sistemato qualche cosa, non bastano quelli che ci sono, lì qualcosa serve. Mi aspetto il centravanti, il portiere, spero che si prendano anche i terzini. Per me Florenzi andrebbe impiegato più avanti, non da terzino, quindi ci sono due terzini da prendere, uno a destra e uno a sinistra. Dalla prossima settimana mi aspetto qualcosa di nuovo in entrata che non sia Nainggolan. Con Nainggolan è stata fatta un’operazione da 10 e lode, Sabatini è un ingegnere finanziario. Però non si può dire che sia stato pagato solo 9 milioni”. 

 

MAURIZIO CATALANI (ReteSport): “Sono scontento per l’operazione Bertolacci: bene sotto l’aspetto economico per le plusvalenze, male per quello tecnico, nel senso che Andrea è forte e sarebbe stato un punto di forza in più per il centrocampo della Roma. Ora la società deve trovare un altro centrocampista, avrei comunque lasciato Iago Falque al Genoa e mi sarei tenuto Bertolacci”.

 

ALESSANDRO ANGELONI (Rete Sport):A me per Bertolacci dispiace perché lui è un ragazzo che ha fatto bene e l’avrei visto volentieri, io non l’avrei venduto perché avrei messo a posto il centrocampo col suo riscatto per poi andare ad investire i soldi su quello che mi serve realmente, per costruire. Però se il discorso è “io faccio 20 milioni con Bertolacci, l’investo su Rabiot e poi vado avanti e prendo anche i terzini”  allora è un discorso logico. L’importante è che per la fine di agosto la Roma sia stata costruita con una logica, dovrà comprare un attaccante, due terzini ed ha anche l’occasione forte di comprare un centrocampista che seguiva da tempo”.

 

UGO TRANI (Rete Sport):Noi ormai siamo pù contenti delle cessioni che degli acquisti, dopo però ci dobbiamo aspettare Higuain allora. A questo punto 4/5 giocatori devono essere tutti di primo livello. Se mi trovo in ritiro Cole e Maicon mi prende un colpo. Cole tu lo devi piazzare quasi prima di Destro, non si può ricominciare con Cole e Maicon. Uno rispetta tutti, ma sono 11 milioni di euro tra Maicon e Cole. Bertolacci nella mia squadra ideale da Champions ci sta dentro, e sono convinto che se lo dai via a quella cifra prendi uno quantomeno di pari valore, quindi va sostituito bene. L’unico punto fermo in questa squadra a centrocampo è Nainggolan, quindi qualcuno va preso perché fai la Champions ed hai delle ambizioni”.

 

ADRIANO SERAFINI (TeleRadioStereo): “Bertolacci sarà un giocatore del Milan, accordo praticamente chiuso. Sabatini acquisterà probabilmente un altro difensore, le condizioni di Castan non convincono. La Roma non ha ancora cominciato il mercato, Iago Falque non si può considerare un vero acquisto anche se poi spero ci smentisca”.

 

DAVID ROSSI (Roma Radio):Non ci saranno più le comproprietà, credo che sia una notizia fantastica. Secondo indiscrezioni giornalistiche Bertolacci sarebbe sulla via di Milano per 20 milioni di euro… c’è chi già si lamenta e chi gioisce per una cessione. Stiamo comunque parlando di un ottimo giocatore, dall’altra parte però c’è un calciatore che dice da sempre di voler giocare da titolare. A Roma pensare Bertolacci titolare inamovibile credo che sia abbastanza complicato. 20 milioni sarebbero tantissimi soldi, non dico una cifra sproporzionata ma con 20 milioni ci paghi un giocatore che ha fatto vedere cose importanti in un contesto importante, viene pagato come un top player. Se è vero che il Milan ha offerto 20 milioni per Bertolacci, credo che la Roma abbia il dovere di pensarci. Quella di Ibrahimovic è una ca*zata di dimensioni bibliche, esattamente come quella di Higuain. Sono tecniche che usano per farvi una capoccia come un dindarolo per crearvi aspettative. Se vi preparano a un colpo da 10 poi anche se ne prendi uno da 8 non va bene. Per quello che ci sta tra Roma e Napoli… secondo voi De Laurentiis vende Higuain alla Roma?”.

 

ILARIO DI GIOVAMBATTISTA (Radio Radio):C’è la sensazione che la Roma stia accumulando soldi per fare cose importanti, io me l’aspetto. Io faccio il tifo per Strootman, è un ragazzo che è stato sfortunato ed è fortissimo“.

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio):Probabilmente vendere Pjanic è più complicato di Bertolacci perché la Roma vuole di più, lui poi ha un ingaggio che sarà 3 o 4 volte superiore rispetto al centrocampista proveniente dal Genoa, dove quest’anno ha fatto un campionato clamoroso, ha giocato anche meglio di Pjanic. Il Milan ha preso un grande giocatore. La Roma deve prendere un grande centravanti, ma Lukaku non mi sembra un grande attaccante, mi sembra uno che gira a destra e sinistra senza fissa dimora. De Sanctis è affidabile nonostante l’età e qualche passaggio a vuoto, punterei tutto su un grande campione in avanti”.

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport):Bertolacci non vale 20 milioni sinceramente, come non vale tutti quei soldi Ibarbo. Sono valutazioni più alte del dovuto, ma sono operazioni alla luce del sole su cui i club pagano le tasse, quindi chi sono io per dire qualcosa? Le valutazioni mi sembrano esagerate anche se Bertolacci è un bravo giocatore. A questo punto in entrata qualcosa lo puoi fare: centravanti, terzini e portiere. Watford sarebbe una destinazione gradita ad Holebas, andrebbe a giocare in Inghilterra. Leggevo di un’offerta di 4 o 5 milioni, sarebbe anche questa una plusvalenza. Questo è il mercato ormai”.

 

GIORGIO DE ANGELIS (Rete Sport):Se Higuain non va bene io mi rassegno, qui mi dite che non va bene perché è un perdente di successo… quindi se arriva Higuain non festeggiamo?”.

 

NANDO ORSI (Radio Radio):Se davi via Pjanic e ti tenevi Bertolacci ci guadagnavi. Non è che in porta non c’è nessuno, c’è De Sanctis, si può ancora fare affidamento su di lui, quindi si punta tutto su un attaccante da 20/25 gol. Il discorso è sempre come vuoi giocare, perché se vuoi giocare manovrato devi prendere uno come Bacca, ma Dzeko ti farebbe fare il salto di qualità perché ha le caratteristiche del centravanti vero. Se Strootman riuscisse ad andare in ritiro sarei contento perché il campionato acquisterebbe un grande giocatore”.

 

STEFANO CARINA (Radio Radio):I soldi che la Roma sta raccimolando sul mercato non sono tanto per il grandissimo centravanti, perché ora l’attenzione è riservata soprattutto alla chiusura del bilancio del 30 giugno. Di tutte le operazioni che la Roma ha completato, in questo bilancio sono stati inseriti solo i soldi per il riscatto di Nainggolan e quelli di Bertolacci. Questo significa che queste operazioni ritenevamo che fossero propedeutiche per accumulare un tesoretto per il centravanti ma non è così, sono state fatte per chiudere il bilancio il 30 giugno. Giocatori dai grandi ingaggi ce li dobbiamo dimenticare, però la Roma il centravanti lo prenderà e spenderà tra i 20/25 milioni di euro e il discorso non verrà chiuso nei prossimi 15 giorni, sarà una telenovela che ci porteremo dietro a lungo durante l’estate. Per me gli acquisti di Bertolacci e Falque non cambiavano molto, sono giocatori di contorno, quindi da questo punto di vista la Roma ha fatto benissimo in uscita. Per quanto riguarda Bertolacci vanno fatti solamente i complimenti a Sabatini”.

 

FURIO FOCOLARI (Radio Radio):Il problema è che la Roma per poter fare mercato si deve arrampicare su tutti gli specchi che esistono al mondo, questa non è una cosa straordinaria. La Roma ha fatto dei piccoli aggiustamenti fiscali per cui però si trova poi a dover rincorrere, come quello che ha dei debiti e non ha i soldi per pagarli. Con Mino Raiola si è parlato di Lukaku non di Ibrahimovic, quindi il centravanti più vicino alla Roma adesso come adesso è lui. Alla fine devi tanto spendere e vendere tanto, e quindi quello che dovrebbe essere l’obiettivo del tifoso della Roma non arriverà mai, perché nn c’è dubbio che la Roma resti ai livelli alti, ma il salto di qualità che i tifosi si aspettano non arriverà”.
FRANCO MELLI (Radio Radio): “In una situazione normale, senza questi assilli di dover rientrare il 30 giugno, tecnicamente l’acquisto di Bertolacci poteva tornare utile? Così non si arriva mai a dama, perché la situazione è incresciosa: la Roma si è dovuta dare da fare per rimettersi in regola e poi da luglio ricomincerà a spendere, ma la maniera per ripagare i debiti è sempre quella. Quindi il prossimo anno prima del 30 giugno bisognerà rifare le stesse cose, non serve che arrivino gli americani per fare questo tipo di strategie e questo tipo di squadra. Sabatini a vendere è un fenomeno, a comprare no”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy