‘RADIO PENSIERI’, PUGLIESE: “Con questo 4-3-3 Florenzi perfetto da terzino. Me lo aspettavo in Nazionale”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Andrea Pugliese (Teleradiostereo 92.7): “Florenzi poteva essere convocato da Ventura per tornare a respirare l’aria dell’azzurro, una decisione che mi ha lasciato perplesso. Meglio per la Roma e per lui che deve pensare solo ai giallorossi. Dove lo vedremo di più? Secondo me rende di più dal centrocampo in su, ma con questo 4-3-3 partendo da dietro può fare bene perché i centrocampisti stringono molto e lasciano spazio alle ali, lui ha corsa e resistenza e così può essere un giocatore perfetto. Un jolly come lui non ce l’ha nessuno in Italia. E’ cresciuto anche difensivamente”.

Giancarlo Dotto (Teleradiostereo 92.7): “Italia fuori dal Mondiale? Sarebbe una cosa penosa, ma il rischio c’è. Cristante giocatore impressionante, ha grande postura e grandi tempi di inserimento, un bel piede, un giocatore importantissimo”.

Franco Melli (Radio Radio 104.5): “Nessuno parla più di Schik, ma io ci penso sempre, è un chiodo fisso. Tra poco finisce il girone d’andata… Ma se la Roma va bene anche senza di lui, allora perché ha speso 42 milioni?”

Fernando Orsi (Radio Radio 104.5): “Pellegrini meglio di Strootman? Il primo ha fatto una partita in Serie A con la Roma, Strootman ci gioca da 6 anni… L’ennesimo infortunio muscolare è la conseguenza della partecipazione alle tournée estive che non prevede una preparazione fisica come quella del Napoli. Se vai là per prendere i soldi senza un’adeguata preparazione è ovvio che poi ci siano più infortuni”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport): “Per rivedere Schick e Karsdorp in campo dal primo minuto bisognerà aspettare ancora qualche settimana. Entrambi hanno un problema di forma fisica che non riguarda solo l’infortunio muscolare. Col loro ritorno io mi aspetto ancora il 4-3-3, e il tridente Schick-Dzeko-Florenzi. A quel punto poi bisognerà vedere se è meglio alleggerire il centrocampo oppure no. Io credo che con Pellegrini anche Nainggolan riesce ad avere maggiore spazio di manovra offensiva. Strootman? Può tornare quello di prima, ma temo non potrà più farlo con quella continuità di rendimento”.

Andrea Di Carlo (Teleradiostereo 92.7): “Ieri incontro sull’Aurelia, il progetto tra Lyoness e Roma è di ampio raggio: loro forniscono carte prepagate con le quali fare acquisti e sono un importante strumento di fidelizzazione. L’interesse di quest’azienda austriaca è quello di fidelizzare i tifosi in tutti i settori di ticketing e merchandising in cambio di un ritorno economico. All’interno di questo circuito tante squadre dell’est europeo ma ora puntano al calcio che conta. L’annuncio di questa partnership arriverà nelle prossime giornate. Non ci sarà nessuna scritta sulla maglia della Roma, neanche sotto i numeri. Per le cifre sono necessarie altre verifiche.
Buonissima notizia dagli infortunati: Nura è tornato in gruppo, speriamo possa lavorare con calma e ritornare a sentirsi un calciatore.
El Shaarawy salterà la Macedonia, ma si proverà a fargli giocare dei minuti contro l’Albania”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92.7): “Sanabria potrà essere riscattato per altri due anni per una cifra già prestabilita, per ora salva l’Argentina che resta in vita grazie al suo gol.
Schick e Karsdorp hanno buone possibilità di essere convocati col Napoli, difficile che giochino: l’olandese ha giocato l’ultima partita cinque mesi fa, il problema al ginocchio era passato un mese e mezzo fa e poi c’è stato l’infortunio muscolare; Schick diventerà presto un protagonista di questa Roma. Pellegrini e Strootman penso possano farcela, quest’ultimo preoccupa un po’ di più anche se non si tratta di un infortunio grave, ma il fatto che non sia partito con la Nazionale la dice lunga.
Da valutare El Shaarawy, oggi farà dei controlli”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “I romanisti si fanno male in questo periodo, ultimo El Shaarawy. La Roma quest’anno non è mai in difficoltà perché i giocatori sono tantissimi. Contro il Napoli comunque rientrerà Perotti e ci sarà anche Florenzi. In questo momento, ma non ne sono sicuro, il Napoli potrebbe vincere all’Olimpico”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Stop El Shaarawy? La Roma ha una rosa ampia, ci sono ricambi in caso di forfait dell’ex Milan. Ad oggi penso che la Roma possa vincere contro il Napoli”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “El Shaarawy contro il Napoli può anche andare in panchina, la Roma ha anche Perotti e sostituti validi. Mancano comunque dieci giorni prima della partita, l’attaccante può recuperare”.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Contro il Napoli vedremo una Roma molto simile a quella che ha vinto contro il Milan. Sarà importante capire le condizioni di Strootman e Pellegrini: il secondo potrà sicuramente essere utilizzato contro gli azzurri. Florenzi potrebbe rimanere in attacco, ma non è escluso che possa prendere il posto di Bruno Peres in difesa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy