‘RADIO PENSIERI’, BALZANI: “La Roma esce dalla tournée con tante certezze positive e negative”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali

di Redazione, @forzaroma


Quello delle 
Radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Sì, anche le altre città hanno degli spazi dedicati allo sport, e magari anche la loro stazione dedicata alla squadra del luogo. Non si troverà mai, tuttavia, una voce altisonante e popolare come quella proveniente dagli apparecchi della Capitale; una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma,una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo, e una folla di appassionati pronti a sintonizzarsi all’ora concertata. Ogni protagonista va a comporre un grande collage che riempie di spunti, approfondimenti e contraddizioni la settimana del tifoso. Un ciclo continuo, che si rinnova sulle frequenze FM locali ogni giorno, di partita in partita, stagione dopo stagione.

 

FRANCESCA FERRAZZA (Rete Sport) : “Con il City abbiamo visto pregi e difetti dello scorso anno. Non vorrei che su Dzeko stiamo riversando aspettative enormi. Probabilmente cambierà la squadra, ma non so quanto possa fare tutto da solo”

 

FRANCESCO BALZANI (CentroSuonoSport):La Roma esce dalla tournée con tante certezze positive e negative. Nel primo tempo si è vista la squadra che deve restare e che ha dato segnali positivi, nel secondo quella che quasi per la maggioranza dell’undici deve andare via. Abbiamo allontanato la pazza ipotesi di dare ancora fiducia ai vari Cole, Destro e Doumbia. L’altra certezza e’ che alla Roma manca un bomber alla Dzeko, col bosniaco in campo sarebbe finita diversamente. Pjanic? Se Garcia lo fa giocare nel suo ruolo diventa un’arma importante. Romagnoli invece mi è parso svagato“.

 

IACOPO SAVELLI (Rete Sport):Doumbia di tutto aveva bisogno tranne che fare una figuraccia di questa portata. Oggi hai affrontato una squadra che inizia il campionato 2 settimane prima di te. Spero che la presenza di Uçan non sia uno specchietto per le allodole. Mi è piaciuto l’approccio alla partita di Ljajic, con la testa c’è nonostante sia destinato ad andarsene. Il calcio d’estate vale quello che vale, ma per il momento la tournée australiana sta mettendo in mostra questa rosa che è la stessa dello scorso anno, resta ancora inspiegabile quel periodo negativo dello scorso anno. La Roma non andava rifondata, il punto di partenza è elevato. Come faccio ad essere preoccupato dopo che hai affrontato alla pari Real Madrid e Manchester City? Per quanto sia calcio d’estate…”.

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “Credo che nessuno si immagini di vedere Destro e Doumbia il prossimo anno con la maglia della Roma. Si ripete il caso Borriello. Per il calciatore non vale più l’idea vado ovunque purchè possa giocare”.

 

ALESSANDRO AUSTINI (Tele Radio Stereo) : “Per Szczesny siamo molto più al di là di un primo contatto, Sabatini è stato bravo a spiazzarci. E soprattutto arriva per fare il titolare. Ho meno dubbi su di lui che su Romero, se la Roma spende soldi per Szczesny, non credo che farà il secondo a De Sanctis.”

 

UGO TRANI (Rete Sport): “Come terzino sinistro la Roma dovrebbe prendere due giocatori, perché resta solo Cole che la Roma ha provato a piazzare già a fine campionato. Anche a destra ne serve uno. Credo che arrivi prima Salah che Dzeko anche se sull’egiziano c’è ancora l’Inter”

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “La Roma si sta incartando e complicando la vita sul mercato. Ha prima parlato male degli esuberi e adesso che non trova acquirenti sta facendo marcia indietro su tutti. La squadra c’è, è forte, forse non la migliore però c’è. Io non avrei venduto Holebas. Salah è bravo ma non serve un altro esterno: la Roma ne è piena. Non condivido queste incertezze della Roma, però se considero recuperati Maicon, Castan e Strootman questi sono tre grandi acquisti”  

 

FURIO FOCOLARI (Radio Radio): “La Roma riparte da quelli che stava scartando e voi dite che va bene? Gervinho è stato il migliore in campo contro il Real Madrid eppure è stato ad un apsso dalla cessione, prima che lui rifiutasse. Come è messa oggi la Roma non arriva nemmeno seconda”

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio) : “Se si possono risparmiare 4-5 milioni su Dzeko, lo devi fare. Non credo ci sia un’asta intorno a lui. Allora aspetto, perché gli devo regalare soldi? Non ci sono le condizioni per avere fretta”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy