‘RADIO PENSIERI’, CHERUBINI:”In attacco la Roma ha tantissime scelte,Garcia sa che la partita di domani non deve essere sottovalutata.

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali.

di finconsadmin

LUCA FALLICA (Tele Radio Stereo): “L’Empoli sembra una squadra apparentemente debole, quindi rappresenta un buon avversario in vista della partita di Champions League. Non ho dubbi sul fatto che giocherà Destro”

 

 

DANILO SALATINO (Tele Radio Stereo): “E’ stato un Garcia molto abbottonato che ha espresso un pò di tensione. Keita e Gervinho sono pronti, ma andranno valutati. Quest’anno avremo un Garcia diverso che gestirà la rosa in un altro modo rispetto la scorsa stagione”

 

 

ENRICO CURRO’ (Roma Radio): “Ad Albertini da fastidio che il calcio rischi di essere in mano a uomini di affari. Spesso non bastano le riforme, possono anche essere peggiorative. C’è poi da chiedersi se esse saranno per la Federazione o, come quella sulle multiproprietà, interessino maggiormente a Lotito. In Europa siamo mal considerati grazie alle dichiarazioni di Tavecchio. Il calciomercato e gli stranieri sono due dei principali problemi del calcio italiano”

 

 

MARCO CHERUBINI (Tele Radio Stereo): “La maglia da titolare nella Roma, nonostante qualche conferma, è una caccia libera. In attacco la Roma ha tantissime scelte. Garcia sa che la partita di domani non deve essere sottovalutata. Le partite come quella di domani, contro una neo-promossa, sono le più rognose e vanno affrontate con grande concentrazione”

 

 

FEDERICO NISII (Teleradiostereo): Mi è piaciuto Garcia, serviva tenere alta la concentrazione anche pubblicamente. Bello l’elogio a Cole, che con la Fiorentina ha giocato una buona partita. Su come ha reagito su Benatia, si vede che ha tradito anche la sua fiducia”.

 

 

MAX TONETTO (Tele Radio Stereo): “Sabatini ha dimostrato in questi anni di essere sempre coerente e ieri c’è stata l’ennesima conferma.  Lui difende fino all’ultimo i suoi giocatori. Questo atteggiamento a lungo andare paga e nello spogliatoio è riconosciuto come guida di un gruppo. Si affeziona emotivamente al giocatore acquistato perché lui prima va a conoscerlo nell’ambiente della famiglia”

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “Ora la Roma non ha bisogno di fascino, ha bisogno di concretezza. Sabatini è sempre una persona piacevole con cui parlare, con i suoi riferimenti cinematografici e letterari. Ho notato meno fuochi d’artificio del solito. Ma, ripeto, penso che per la Roma sia un buon segnale che il direttore sportivo faccia il direttore sportivo. Dodò non godeva di ‘buona stampa’, in senso lato, perchè è difficile che la stampa possa influenzare il giudizio dei tifosi su Dodò. Non credo che la stampa abbia questo potere di influenza, soprattutto oggi. Non è la stampa che ha trattato male Dodò, è stata Roma, i tifosi”

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “Nella Roma ci sono diversi punti interrogativi curiosi. Su tutti quello di Maicon. Garcia dovrà essere bravo dal punto di vista psicologico oltre che tecnico. La Roma cambia pelle ogni anno, ma quest’anno ha costruito sulle basi solide della scorsa stagione e quindi credo che farà bene”

FURIO FOCOLARI (Radio Radio): “A Empoli la sfanghi facile. In difesa giocheranno Torosidis, Astori, Manolas e Holebas? Basta anche questa difesa per vincere a Empoli, che non sarà quella titolare. Perchè con questa difesa non vinci il campionato, ma di questi il titolare sarà uno. Scudetto o fallimento? Ma no… Io ho pronosticato la Roma vincente, ma la Juve è ancora più forte. Se arrivasse seconda e facesse bene nelle coppe, non sarebbe una stagione fallimentare. Ma non scherziamo! Iturbe? Lui deve essere consapevole della sua forza, altrimenti non esplode…”

 

FRANCO MELLI (Radio Radio): “Sabatini l’ho trovato sufficientemente prudente rispetto al delirio che abbiamo attraversato questa estate che continua anche adesso tra questi microfoni. La Roma dovrebbe cominciare a vincere qualcosa. Iturbe? C’è il rischio che sia stato sopravvalutato. Ci si aspetta tantissimo da lui, e secondo me è stato pagato troppo. Poi può essere che abbia ragione Sabatini e chi pensa che sia un fenomeno. Lui lo scorso anno a Verona ha fatto benissimo la prima parte, poi nella seconda ha fatto poco, niente di che…”

 

STEFANO NAPOLEONI (Tele Radio Stereo): “Manolas potrà diventare un grande difensore. E’ forte fisicamente e di testa, e poi è giovane. Dovrà migliorare sulla tattica, perchè in Grecia non lavorano tanto su quest’aspetto come in Italia, ma con un mister come Garcia non ci saranno problemi”

 

DARIO BERSANI (Tele Radio Stereo): “Mai vista una colonia greca così a Roma. E’ possibile che vedremo tutti e tre i greci insieme in campo già contro l’Empoli. In teoria contro l’Empoli non dovrebbe esserci partita, c’è troppo divario tecnico tra le due squadre. Il rischio però è quello di sottovalutare l’avversario, cosa che però non è quasi mai successa da quando c’è Rudi Garcia”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy