‘RADIO PENSIERI’, ANGELONI: “Coentrao sarebbe un nome eccellente per la Roma”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali

di Redazione, @forzaroma

Quello delle Radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Sì, anche le altre città hanno degli spazi dedicati allo sport, e magari anche la loro stazione dedicata alla squadra del luogo. Non si troverà mai, tuttavia, una voce altisonante e popolare come quella proveniente dagli apparecchi della Capitale; una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma,una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo, e una folla di appassionati pronti a sintonizzarsi all’ora concertata. Ogni protagonista va a comporre un grande collage che riempie di spunti, approfondimenti e contraddizioni la settimana del tifoso. Un ciclo continuo, che si rinnova sulle frequenze FM locali ogni giorno, di partita in partita, stagione dopo stagione.

ALESSANDRO AUSTINI (Tele Radio Stereo): “La Roma pagherà Dzeko la metà di quanto il City aveva chiesto all’inizio. Secondo me la cosa che ha permesso alla Roma di prenderlo alle sue condizioni è la mancanza di una concorrente forte. Montella futuro allenatore giallorosso? Fino a quando ci sarà questa dirigenza, non c’è nesssuna possibilità. Accordo Chelsea-Fiorentina? Ci credo poco, ma sarebbe auspicabile. Il trasfer provvisorio dovrebbe arrivare nel giro di cinque o sei giorni, ma basterà? Bisogna capire cosa dirà la Federazione, il giocatore rischia lo stop. Bisogna capire cosa dirà la Fifa quando rilascerà il transfer provvisorio. Bruno Peres ha già da tempo un accordo con la Roma, vuole venire di corsa. Per la fascia sinistra è ancora rebus.”

 

ALESSANDRO ANGELONI (Retesport): “Coentrao? Ha qualità tecniche riconoscibili, può essere un giocatore interessante per la Roma, considerando che in quel reparto c’è molto da lavorare. Sarebbe un nome eccellente. Ha 27 anni, un’età perfetta per fare un’esperienza in Italia, va rivisto solo dal punto di vista fisico. Con Coentrao e Digne la Roma sistemerebbe quasi tutti i problemi delle fasce. Le cessioni? Potranno anche essere definite alla fine del mercato, quello non mi preoccupa. Nainggolan è un buon giocatore ma non è uno di altissimo livello come Strootman”.

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “Pjanic come trequartista o intermedio? Non è tanto importante se gioca dieci metri avanti o indietro, lui vuole comunque toccare più palloni possibile. Coentrao? Non mi fa impazzire, è uno che non eccelle in nulla, non è un difensore roccioso, ha un buon piede ma non fa gol. E’ un buon giocatore, ma tra Coentrao e Kurzawa non avrei nessun dubbio, ma anche Baba è più forte. Bruno Peres invece non mi piace proprio, che vive di quel gol pazzesco nel derby. Ma è un giocatore anarchico, a questo punto mi prendevo Zappacosta.”

 

UGO TRANI (Rete Sport): “Io uno come Bruno Peres lo prendo, anche se ci devi lavorare in fase difensiva. E’ uno che ancora non ha dato il massimo delle sue potenzialità e in fase offensiva è molto bravo. Anche il modo con cui lo paghi va bene, perché adesso gli dai un milione e poi il resto va al prossimo bilancio. La squadra si sta formando adesso tocca a Garcia renderla vincente. Il tecnico francese adesso si gioca tanto perché la Società gli ha dato un finalizzatore un esterno in più Iago Falque come ricambio, un portiere di caratura internazionale e adesso prendono due difensori laterali anche se l’ideale per me sarebbe tre se riesci a vendere Cole” 

 

FEDERICO NISII (TeleRadioStereo): “Quella di questa sera è una partita vera e non un’amichevole. Sento parlare di Dzeko come un vecchio ma è un giocatore di 29 anni e 4 anni alla grande ancora può farli”

 

FURIO FOCOLARI (Rasio Radio): “La Roma si sta muovendo benissimo, ma la domanda è dove ha trovato tutti questi soldi? Si diceva che prima bisognasse vendere per acquistare, invece adesso è il contrario. Tra Adriano e Coentrao c’è una grande differenza. Coentrao è decisamente piu’ forte. 25 milioni per Salah, 20 per Dzeko, più gli altri trasferimenti si arriverebbe a 70 milioni. Ci avevano detto che bisognava vendere, evidentemente non è così”

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio): “Siamo in linea alle previsioni fatte un mese fa. Salah? Non so come andrà a finire la vicenda ma non bisognerebbe incasinarsi la stagione per un giocatore”

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “Coentrao sarebbe un ottimo giocatore che può giocare anche più alto, e a Madrid lui non è titolare perchè gioca Marcelo. I soldi sono arrivati per Bertolacci e arriveranno con Romagnoli. La Roma deve pensare anche a vendere i giocatori, considerando però che 8 devono essere cresciuti in Italia. Se vendi Romagnoli e poi Destro ha solo 6 giocatori di questo tipo. Con Dzeko, Salah e Coentrao la Roma sarebbe una squadra completa”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy