‘RADIO PENSIERI’, CATALANI: “Strootman sarà l’acquisto numero 1, Castan il 2”, FERRETTI: “L’olandese è il giocatore più importante della Roma”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali

di Redazione, @forzaroma

Quello delle Radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Sì, anche le altre città hanno degli spazi dedicati allo sport, e magari anche la loro stazione dedicata alla squadra del luogo. Non si troverà mai, tuttavia, una voce altisonante e popolare come quella proveniente dagli apparecchi della Capitale; una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo, e una folla di appassionati pronti a sintonizzarsi all’ora concertata. Ogni protagonista va a comporre un grande collage che riempie di spunti, approfondimenti e contraddizioni la settimana del tifoso. Un ciclo continuo, che si rinnova sulle frequenze FM locali ogni giorno, di partita in partita, stagione dopo stagione.

 

CHIARA ZUCCHELLI (Rete Sport) : “Il fatto che Salah andrà al Chelsea crea il problema grande: se fosse rimasto alla Fiorentina problemi non ce ne sarebbero stati, perché avresti potuto scambiarlo con Destro e non vedresti occupata la casella da extracomunitario”

 

FEDERICO NISII (Tele Radio Stereo) : “Percepisco qualcosa di promettente e di positivo dal ritiro Pinzolo. Sarà  la presenza beneaugurante di Castan, Strootman e Maicon. Se la Roma recupera questi tre, altro che ritardo sul mercato: ci sarebbero 3 acquisti da 50 milioni”

 

ALESSANDRO AUSTINI (Tele Radio Stereo) : “Dzeko? Non credo all’imminenza di una fumata bianca o nera, di qualunque colore sia. Credo che sarà una trattativa molto lunga. Il Porto è vicino a chiudere per Mitrovic, che da quanto ho capito non è mai stato una prima scelta”

 

FRANCESCO BALZANI (CentroSuonoSport) : “La Roma è vicina a Dzeko, ma al tempo stesso spera di riavvicinarsi a qualcun altro e prenderà un po’ di tempo. E’ un giochino pericoloso, ma è un’aspettativa che Sabatini si è preso per capire se si può riaprire qualche altro discorso. Per Lukaku o per Lacazette, per dire 2 nomi”

 

MIMMO FERRETTI (TeleRadioStereo):Strootman è il giocatore più importante della Roma, è straordinario e se la Roma riuscirà a riaverlo al 100% avrà un grandissimo giocatore per tutto quello che può dare alla squadra. La squadra ha ricominciato a lavorare e la speranza di tutti era quella di ricominciare tutti insieme. Manca ancora la scintilla che possa far scoppiare l’euforia ed è evidente che il tifoso adesso vuole il nome. Qualora la Roma dovesse prendere Dzeko non è un nome che scatena la fantasia della gente che vorrebbe giocatori del calibro di Higuain, Ibrahimovic e Benzema. Il malcontento è nato dal fatto che la gente ne ha viste di cotte e di crude e sa che la squadra in questo momento ha una base che non è eccezionale ed ha bisogno di un giocatore per avere delle ambizioni reali”.

 

MAURIZIO CATALANI (ReteSport): “Strootman sarà l’acquisto numero 1, Castan il numero 2. Ad oggi però se la Roma non prende sia Dzeko che due terzini non siamo nessuno, un squadra totalmente depotenziata. Se danno via Romagnoli crollo, non dobbiamo dare via questi giovani, già Bertolacci non l’avrei mai dato al Milan. 
Riprenderei Aquilani, è svincolato e può essere sicuramente un rinforzo a centrocampo (non tra i titolari ovvio), dato che Florenzi è destinato oramai a fare il terzino”.

 

GIANLUCA PIACENTINI (TeleRadioStereo):Oggi è il primo vero giorno di ritiro e c’è una grande voglia di ricominciare. Rispetto al passato il clima è abbastanza sereno e negli ultimi anni non è sempre stato così. Credevo che Strootman fosse più in ritardo, questo cambia tanto sulle dinamiche del calciomercato. Credo che ormai il cerchio si stia stringendo attorno a Dzeko. Da quella scelta poi a ruota bisognerà vedere anche gli altri acquisti, ma credo che si prenderà lui e poi si punterà a coprire gli altri ruoli che possono essere i due esterni e il portiere. Strootman così ci può far credere che non c’è tanto bisogno di prendere un centrocampista”. 

 

ADRIANO SERAFINI (Tele Radio Stereo) : Ho come l’impressione che Sabatini sia avanti a noi e ci abbia lasciato indietro. Le sue parole a Perugia mi fanno pensare che le operazioni in ballo siano in qualche modo legate a qualcosa che non sappiamo, perché quando dice davanti a tanta gente che Dzeko non è ancora vicino ma la Roma lo vuole prendere, o è già preso o stanno cercando di prendere qualcun altro”

 

ALESSANDRO ANGELONI (ReteSport): “Norman è un tipo tosto, lo sto notando qui a Pinzolo.
Tra Baba e Adriano preferirei il brasiliano, più esperienza anche se non è proprio giovane. Dovessi però pensare in termini di investimento in quel caso penserei al ghanese”.

 

LUCA VALDISERRI (ReteSport): “Maicon in allenamento l’ho visto allenarsi con un ritmo troppo blando, ciò significa che deve ancora recuperare come si deve (anche se sta sulla buona strada) e che serve assolutamente comprare un altro terzino. 
La Roma ha ancora qualcosa in più rispetto a Milan e Inter ma c’è ancora molto da fare, servono un centravanti, un terzino ed un portiere: con Romero, Baba (o Filipe Luis) e Dzeko sarebbe un ottimo mercato”.

 

RICCARDO ‘GALOPEIRA’ ANGELINI (TeleRadioStereo):Rinizia finalmente la stagione della Roma, anche se il grosso del gruppo deve ancora arrivare. Chiaro che non può essere Iago Falque l’operazione di punta del mercato della Roma, ma può essere un’operazione di contorno che può aiutare la causa. Che Darcy Norman sia bravo lo dice la sua storia”.

 

UGO TRANI (ReteSport): “Terzini? Prenderei Baba e poi Adriano, alla Roma servono tutti e due. Non dobbiamo far passare la difesa in secondo piano solo perché l’anno scorso è stata la seconda migliore in campionato, bisogna comprare anche un altro difensore centrale che possa alternarsi con Castan. Sono convinto che Romagnoli in un modo o nell’altro andrà via per un fatto di plusvalenza.
Prenderei due portieri: uno è Sirigu come titolare, l’altro è Allison, un portiere giovane che in chiave futura potrebbe far comodo.
Se dovessi tesserare gli ultimi due extracomunitari porterei a Roma Higuain e Baba, poi magari anche uno tra Cuadrado, Salah e Jovetic, vendendo naturalmente uno straniero della squadra attuale.

 

DAVID ROSSI (Roma Radio):Ieri siamo rimasti molto sorpresi che i portieri partecipassero al giochino tecnico. Castan possiamo considerarlo un giocatore abile e arruolato. Strootman ha iniziato prima del gruppo in palestra, dopo è entrato in campo con la squadra ed ha lavorato con il pallone. Iturbe ha tanta tanta voglia, quest’anno punto le mie fiches su di lui”.

 

ALESSANDRO PAGLIA (Roma Radio):Non mi aspettavo tutto quest’entusiasmo in ritiro, la gente che c’è me l’aspettavo per il weekend, è molto bello. Di tutto il gruppo quelli che hanno più fiato sono proprio Castan e Strootman, hanno passato tutto giugno ad allenarsi”.

 

FURIO FOCOLARI (Radio Radio):La Roma è ancora al livello della Lazio e di questa Inter che si è rinforzato, non considero il Milan perché ha rinforzato solo il reparto dove era già forte. Aquilani non è più un giocatore da progetto Roma. La Roma deve prendere i giocatori veri, non Aquilani. La Roma deve prendere un portiere, un esterno ed un centravanti: se li prende diventa la squadra da battere dopo la Juventus, altrimenti no”.

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio):Non credo che Norman farà questa rivoluzione di cui si parla, vediamo se lui che viene da un altro sport potrà portare qualcosa nel calcio. Aquilani alla Roma? Sì, subito. Io questa mattina ho visto una foto di Maicon che mi ha messo paura, così magro che non lo riconoscevo. Adesso sta bene, se Maicon torna quello del primo anno alla Roma diventa un acquisto straordinario”.

 

FRANCO MELLI (Radio Radio):Non è che Norman li farà correre con le mani, il punto è lavorare a sufficienza, cosa che l’anno scorso non è accaduta né durante il ritiro né dopo. Da questo punto di vista ci si aspetta una maggiore rigidità, un lavoro completo e fatto bene. Aquilani ormai è in fase discendente, nella Fiorentina era diventato una riserva, e la Roma che vuole vincere lo scudetto prende le riserve della Fiorentina?”.

 

NANDO ORSI (Radio Radio):Salah rimanesse là. La squadra che mi dà più garanzie in questo momento è la Lazio, mentre la Roma mi sembra la squadra meno completa di tutti. Viene da un girone di ritorno molto brutto ed adesso ha tanti dubbi. Higuain in questo anno ha fatto più danni della grandine sia al Napoli che all’Argentina, se qualcuno arriva con 50/60 milioni secondo me lo vendono. Aquilani alla Roma potrebbe anche servire, non sarebbe un acquisto straordinario ma un acquisto che ai giallorossi farebbe comodo. La Roma in questo momento è in confusione, non riesce a fare il mercato che vorrebbe perché non riesce a cedere nessuno. Bisogna capire perché la Roma non riesce a vendere”.

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio):Aquilani alla Roma? Le minestre riscaldate non mi piacciono, ma in questo caso farei una deroga perché credo che possa aiutare la squadra e dare un contributo. A me piace, è un giocatore utile anche tatticamente. Baba e Adriano? Io prenderei Darmian, ma non è che tutte le mattine dobbiamo pensare che alla Roma manca il terzino sinistro. Per quanto fatto al Genoa credo che Iago Falque partirà titolare, ma la concorrenza è tanta in quel ruolo”.

 

ILARIO DI GIOVAMBATTISTA (Radio Radio):Strootman lo vedo tiratissimo, spero che sia lui che Castan possano riprendersi presto, sarebbero due rinforzi pazzeschi. È curioso iniziare l’allenamento in piena estate alle 10.30…”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy