Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

‘RADIO PENSIERI’, TRANI: “La Roma migliore è quella con un centrocampo a tre”

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralitàdistazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Mourinho non ha bisogno di essere difeso. La contrapposizione vera è tra lui e la società".

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Non esiste la proprietà transitiva buon giocatori-buon calcio. Le ultime esperienze in panchina di Mourinho non sono così esaltanti, le sue vittorie gli conferiscono un passaporto che gli permette di oltrepassare dogane non concesse ad altri".

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “I tifosi si sono resi conto che è stato fatto un passo in avanti per rendere grande la Roma. Bisogna difendere Mourinho perché il primo tassello, poi nel percorso ne vanno messi altri come giocatori o dirigenti importanti. È difeso perché è un fuoriclasse. La gente non vuole che si dica che la Roma gioca male per colpa di Mourinho. Secondo loro la Roma gioca male perché non ha i giocatori validi. Mourinho sta puntando a far diventare la Roma una squadra forte e competitiva”.

Antonio Felici (Te la do io Tokyo 101.5): “Zakaria mi sembra un giocatore interessante con caratteristiche utili alle esigenze della Roma. Il rinforzo deve arrivare ad inizio gennaio non il 31. Il gioco che sta portando avanti Mourinho è rischioso. La strategia del distruggere per poi ricostruire lo puoi fare con una società solida dietro, ma al portoghese non si può dar torto. I presidenti non parlano e nemmeno le dichiarazioni di Pinto non lanciano messaggi forti. A mio parere Friedkin ogni tanto dovrebbe farsi sentire perché altrimenti si ha la sensazione che Mourinho e società abbiano idee diverse".

Ugo Trani (Te la do io Tokyo 101.5): “Quando Capello arrivò a Roma dal Milan vincente, il primo anno non fece bene. Poi con gli acquisti dell’anno dopo migliorò. Dalot è un giocatore credibile, non risolve tutto, ma intanto gioca sulle due fasce e ha un minimo di esperienza internazionale. Nel mercato vanno presi i titolari, pronti subito e che possono giocare in club importanti. Oggi voglio vedere in che posizione gioca Zakaria. Secondo me è completo. La Roma migliore la vedo con la difesa a quattro e il centrocampo a tre".

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo 92,7): "Zaniolo ha bisogno di ritrovare qualche emozione da protagonista. E' il giocatore di miglior talento della Roma e uno dei primi tre del campionato italiano, nonostante non ci stia riuscendo del tutto. Dalot è un obbiettivo molto concreto per la Roma. Zagaria mi sembra un obbiettivo complicato vista la concorrenza e il prezzo. Io prenderei un centrocampista difensivo, muscolare, che possa sostituire Veretout".

Furio Focolari (Radio Radio Mattino 104,5): "Mourinho non ha bisogno di dimostrare nulla per la sua grandezza, però l'appoggio dei tifosi in un momento di difficoltà credo faccia piacere a tutti. Certo, la Roma le prossime due partite dovrà vincerle con o senza l'aiuto del pubblico. Il tifoso è giusto che esprima la propria opinione come deve farlo il giornalista. L'importante è che non si scambino i ruoli".

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino 104,5): "I tifosi hanno il diritto di esprimere il loro sentimento, nel bene e nel male".

Tony Damascelli (Radio Radio Mattino 104,5): "Questo momento della Roma dovrebbe essere affrontato dalla dirigenza, dal presidente. Resto in attesa che l'azionista di riferimento scenda in campo, anche con una sola parola, ma questo servirebbe alla squadra, all'allenatore e ai tifosi".

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino 104,5): "Nonostante i risultati e le brutte figure i tifosi stanno dalla parte di Mourinho e questo non è poco. Potrebbe essere una base sulla quale ripartire dopo la sosta. L'appoggio del pubblico è fondamentale soprattutto in una città come Roma".

Nando Orsi (Radio Radio Mattino 104,5): "Lo striscione per Mourinho? Andava fatto anche per la squadra, perché deve essere supportata visto che è quella che va in campo. E' una domanda che mi faccio, spero che l'ambiente sia unito non solo all'allenatore"

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino 104,5): "I tifosi fanno bene schierarsi con Mourinho, visto il nome e la carriera del tecnico. Io mi aspetto un paio di acquisti a gennaio per far tornare la Roma ai livelli che tutti si aspettavano a inizio stagione, per la lotta al quarto posto".