Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

‘RADIO PENSIERI’, TRANI: “Pedro e Mayoral meglio di Shomurodov”

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Ugo Trani (Centro Suono Sport 101.5): “Kamara è libero a fine stagione, è come Donnarumma, non con lo stesso valore ma preso a zero è un bel colpo. Dopo aver visto il caso Florenzi non mi stupisco più di niente. Pedro era molto meglio di Shomurodov e secondo me anche Mayoral lo è".

Furio Focolari (Radio Radio pomeriggio 104.5): “Il Cagliari si è rimesso in carreggiata ma non credo possa fare molta resistenza alla Roma nonostante le difficoltà anche negli uomini. Lazio e Roma devono pensare all’Europa League".

Alessandro Vocalelli (Radio Radio pomeriggio 104.5): “Se la Roma gioca come nei primi 70 minuti contro la Juventus non avrà difficoltà. Non so quale sia l’obiettivo della Roma adesso, ma non si può mollare alla 22esima giornata. Credo che la Champions League ormai sia per altre squadre. La Roma dovrebbe fare 43 punti in 17 partite, una media da scudetto quasi”. 

Francesco Balzani (Centro Suono Sport 101.5): “Con l’acquisto di Oliveira e quello eventuale di Kamara migliori di tanto il tuo centrocampo. Secondo me Berardi non è un giocatore da grande squadra, se non ha mai fatto il salto di squadra un motivo ci sarà”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92.7): “Non credo sia semplice, ma non solo per Oliveira, entrare in un nuovo spogliatoio. Sono più preoccupato di quello che può succedere al suo interno: l'attenzione deve essere sulle parole di Mourinho, a mio avviso fanno da spartiacque, lui è l'uomo dietro il quale tutti stanno andando. Senza Smalling e Ibanez non puoi fare la difesa a tre contro il Cagliari”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino - 104,5): “La società mi sembra abbastanza reattiva, anche nelle cessioni. Mi danno in arrivo un altro in giallorosso: Ndombele. E' una bella rivoluzione per gennaio tra partenze e arrivi”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino - 104.5): “Penso che il centrocampo della Roma era il reparto più debole, soprattutto quando Cristante e Veretout vanno in apnea. Oliveira è un ottimo giocatore, è un calciatore che ha giocato in una grande squadra e a grandi livelli, può dare un bel contributo”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino - 104,5): “Un centrocampista era la prima cosa che aveva chiesto Mourinho alla Roma, non so per quanto tempo si è stati dietro a Xhaka. Ora Oliveira non so se è venuto a fare il titolare, ora vediamo, non so se sia un giocatore più forte di Cristante o Veretout. Ha 30 anni, ha sicuramente esperienza e voglia di rimettersi in discussione”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino - 104,5): “Tra Oliveira, Cristante e Veretout uno già sta fuori, è una rotazione considerata anche la partenza di Villar. Ndombele del Tottenham ricordiamoci sempre che prende uno stipendio straordinario. Io sono convinto che per Oliveira le qualità ci siano, anche se il Porto lo ha venduto a 15 milioni, valutazione non da top player”.