‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “Il rinvio si poteva decidere prima, ma è una bellissima notizia per la Roma”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Andrea Pugliese (Teleradiostereo 92.7): “Rinvio decisione giusta. Quando ci sono questi campi qui, la squadra con più qualità risulta in genere più penalizzata, poi ci sono giocatori tornati con entusiasmo ma anche affaticati. Poi c’è anche la situazione di Dzeko e quindi può essere un vantaggio non giocare, quando ti nasce un figlio magari sei stralunato sia fisicamente che mentalmente. Lo svantaggio può essere ritrovarsi nella parte destra della classifica e può essere pesante a livello psicologico. Si arriverà poi senza ritmo e senza tensione alla partita di martedì. Gonalons magari giocherà col Verona, visto che con l’Atletico giocherà De Rossi. Per la Roma meglio non giocarla con la Samp che giocarla in certe condizioni”.

Mauro Bergonzi (Teleradiostereo 92.7): “Marassi è stato colpito da un’alluvione nel 2001 con dei morti e i danni maggiori erano stati proprio allo stadio, quando c’è un’allerta la protezione civile prende questa decisione. E’ un partita che si può rinviare, è pericoloso e condivido la scelta. Il campo pesante rende la partita agonisticamente più bella, ma se troppo pesante poi è a rischio l’incolumità dei calciatori. Inoltre viene a mancare anche lo spettacolo. Orsato è il migliore arbitro d’Italia e forse d’Europa. Garanzia di classe, qualità, forza caratteriale e fisica”.

Giancarlo Dotto (Teleradiostereo 92.7): “Rinvio? Si poteva decidere prima, per noi bellissima notizia perché avevamo tanti giocatori arrivati da tutto il mondo. La cattiva notizia è l’infortunio di Schick. le coincidenze nella sfiga della Roma sono la prova dell’esistenza di un dio malvagio nei suoi confronti. Gonalons poteva giocare, ora sicuramente gli ‘rode’. Florenzi con i brasiliani mi ha strabiliato, l’ho visto bene per condizione ma anche lucidità. La trasferta di Genova era potenzialmente tossica per diversi aspetti, ora ci aspetta una partita di livello internazionale con l’Atletico dove ci saranno motivazioni straordinarie. La Roma non sarà tenuta a vincere, anche un pareggio non sarebbe una tragedia”.

Claudio Moroni (Centro Suono Sport – 101,5): “Con la rosa come quella di oggi l’anno scorso la Roma non sarebbe uscita dall’Europa League e, forse, avrebbe vinto anche qualche trofeo. Ora spetta a Di Francesco saper gestire la tanta abbondanza in ogni ruolo, cosa che non aveva nemmeno Liedholm ai tempi di Falcao, Bruno Conti e Pruzzo”.

Max Leggeri (Centro Suono Sport – 101,5): “La Samp è una squadra che in casa può mettere in difficoltà chiunque, è un test probante per la Roma. Mi aspetto una reazione psicologica alla sconfitta subita contro l’Inter. Dzeko-Schick coppia pazzesca, mi dispiace che il ceco non ci sia domani”.

Francesco ‘Oddo’ Casano (Centro Suono Sport – 101,5): “Gara difficilissima a Genova, ma la Roma ha tutte le qualità per portare a casa i tre punti. Se la gara si disputerà, mi auguro di vedere la Roma dei primi 70 minuti contro l’Inter, basterebbero per battere la squadra di Giampaolo. Il problema fisico di Schick non ci voleva, ma la casistica degli infortuni comincia ad essere inquietante”.

Riccardo “Galopeira” Angelini (Teleradiostereo 92.7). “Spalletti? Secondo me con lui quest’anno ci saremmo tolti tante soddisfazioni. L’altra volta allo stadio non l’ho fischiato ma non gli ho dato neanche il bentornato. Contro la Samp c’è un forte pericolo di maltempo e la gara potrebbe essere rimandata”.

Augusto Ciardi (Teleradiostereo 92.7): “La Samp è una buona squadra: ha un centrocampo molto forte e di grande intensità. Il cambio che mi aspetto è Gonalons al posto di De Rossi che tra campionato e Nazionale ha sempre giocato ed il rientro di Peres sulla destra”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92.7): “Se dovesse esserci un tempo pessimo sarebbe meglio rinviare Samp-Roma. Peres o Florenzi? Giocherà il primo. Alessandro non è considerato un terzino anche perché è arrivato Karsdorp. Strootman e Nainggolan saranno titolari a centrocampo. Difesa composta da Peres e Kolarov sugli esterni e Manolas-Jesus coppia centrale. In avanti ci saranno Defrel-Dzeko-Perotti. Orsato? Lo ritengo uno tra i meno peggiori, ma il suo errore nella gara contro l’Inter è stato clamoroso. Non credo che i calciatori domani sera penseranno alla sfida contro l’Atletico: se così fosse sarebbe un grande problema perché in casa della Samp non vinciamo da tre anni”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “Ci saranno delle complicazioni contro la Samp come la pioggia ma la Roma deve essere brava a superarle. La gara contro l’Atletico Madrid è fondamentale. Ballottaggio tra Jesus e Fazio? Secondo me gioca il primo e l’argentino sarà titolare in Champions. Sul valore tecnico la Roma dovrebbe battere la Samp, ma nel calcio non funziona sempre così”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “La presenza di uno forte come Zapata potrebbe chiamare in campo Fazio anche se la coppia composta da Manolas e Jesus funziona bene. La partita sarà difficile ma più per la Samp perché non ha una difesa affidabile. Starei attento a Ramirez perché è tornato dall’Inghilterra con tanta voglia. Sarei impaurito dallo stadio e dalla pioggia che è prevista per domani sera”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5) : “Samp-Roma è una partita che potrebbe complicarsi, ma non per il valore degli uomini in campo perché i giallorossi sono favoriti ma per altri fattori come l’effetto stadio per i blucerchiati ed il maltempo”.

Xavier Jacobelli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Le scelte di Di Francesco saranno legate sicuramente alla sfida di martedì contro l’Atletico Madrid. La Samp è in forma”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Juve non si è fatta soffiare Schick, ma lo ha lasciato. Credo che ci si aspetti troppo da questo giocatore. Lui ha tutto per diventare un ottimo giocatore, ma è presto per farlo giocare in queste prime partite perché si è allenato poco. Schick diventerà presto uno dei migliori giovani del nostro campionato”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Troppe aspettative per Schick. Lui è bravo ma arriva in un contesto diverso da quello di Genova. Noi dobbiamo aspettarci una crescita graduale del ragazzo, che ha tante qualità, senza criticarlo se sbaglia. Oggi è un giocatore normale, diventerà un grande quando dimostrerà di essere decisivo, ma senza fretta”-.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy