‘RADIO PENSIERI’, FOCOLARI: “Quella verso Florenzi è cattiveria vera, non gli fanno più fare neanche il giardiniere”

‘RADIO PENSIERI’, FOCOLARI: “Quella verso Florenzi è cattiveria vera, non gli fanno più fare neanche il giardiniere”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104.5): “Fazio ha giocato male col Borussia, non ci possiamo far influenzare per un gol faatto . Lui è pagato per non farli fare i gol, poi se li segna anche tanto meglio. Oltre all’autogol clamoroso, ha fatto 4-5 svarioni gravi in difesa. Credo che a Fonseca non sia piaciuto. Florenzi? Sono giorni che faccio una battaglia personale. Io la considero una cattiveria vera, che Spinazzola sia da preferire a Florenzi ci sta. Poi lui dice che Florenzi non è un terzino, anche se ci ha sempre giocato, anche in Nazionale. Viene provato a sinistra in attacco, va bene tutto ma poi nell’emergenza tiri fuori Cetin, Santon che non si può vedere. Florenzi terzino non mi piace, ma è molto meglio di Santon. Neanche il giardiniere gli fanno più fare. Mancini capisce il dramma sportivo che attraversa Florenzi, non mi stupirei che lo facesse anche giocare”.

Stefano Carina (Radio Radio – 104.5): “L’errore più grave sarebbe quello di tirare fuori il Napoli da ogni corsa, nel giro di poco tornerà su. Venti giorni fa ha preso a pallate il Liverpool, ci vuole una via di mezzo. In queste vicende o si può andare 12esimi o risalire subito. La Roma non deve fare la corsa sul Napoli, perché risalirà. Deve fare la corsa con Lazio e Atalanta. Florenzi in Nazionale? Se dovesse continuare a non giocare non credo che andrà agli Europei. Proprio per questo bisognerà capire cosa accadrà nei prossimi due mesi, non mi stupirei se dovesse chiedere la cessione a gennaio. Si parla di Inter, che però ha già bloccato Darmian. Florenzi tra giugno e luglio aveva detto anche a persone a lui vicine che era davvero possibile un suo addio alla Roma, c’erano stati degli interessamenti di Tottenham e Siviglia, ma lui voleva restare in Italia. Però qualcosina che va oltre all’aspetto tecnico, però per me c’è stato, si è capito dalle dichiarazioni di Petrachi”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio – 104.5): “Pallotta non viene a Roma da più di un anno. Ai giallorossi manca la presenza del presidente. Florenzi potrebbe raccontargli i suoi stati d’animo…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Pomeriggio – 104.5): “C’è stato un momento in cui Fonseca poteva andare ko, ha affrontato Napoli e Atalanta, partite molto serie. Quando molti pensavano che andasse giù, invece si è tirato su. Sarei sorpreso se la Roma si fermasse a Parma, anche la partita di giovedì è stata positiva”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport 101.5): “Mi aspetto la stessa formazione schierata contro il Borussia M’Gladbach, con il dubbio Diawara a centrocampo e Mancini dietro. Trovo giusto che Fonseca continui a puntare sugli stessi giocatori perché stanno facendo bene. Oggi la Roma non ha bisogno di Florenzi: Kluivert in questo mese ha fatto bene, Spinazzola idem da terzino. Secondo me Florenzi sarà il primo o secondo cambio per l’attacco: in un mese la Roma non ha mai perso in campionato, perché Fonseca dovrebbe rischiare mettendo un giocatore nervoso, che nelle ultime due partite ha fatto tre cavolate?”

Gianluca Lengua (Radio Radio – 104.5): “Bisogna capire se a Conte piace ancora Florenzi. La situazione non è semplice, lui non vorrebbe andare all’estero e il procuratore si sta attivando in attesa di capire che cosa vuole fare Fonseca. Il tecnico portoghese ha preso una decisione importante: fare fuori il capitano della Roma. Florenzi ha pagato qualcosa che va oltre i discorsi tattici. Noi vediamo solo il 5% di ciò che succede a Trigoria. Alcuni comportamenti di Florenzi non sono piaciuti ad alcuni senatori della squadra. Il Fazio visto in Europa League è peggio di lui. Ad oggi il vero capitano è Dzeko”.

Roberto Renga (Radio Radio – 104.5): “Bisogna tenere presente che Florenzi è stato convocato in Nazionale. Mettendoci nei suoi panni, si capisce come non sia felice di tutto quello che sta succedendo a Roma. Florenzi sta pagando, oltre che la sudditanza dell’allenatore, la sua generosità o egoismo di non avere un ruolo preciso. Fonseca non lo vede, potrebbe essere ceduto. All’Inter farebbe molto comodo, ma con Vecino i giallorossi non ci fanno nulla”.

Franco Melli (Radio Radio – 104,5): “Penso che la convocazione in Nazionale lo posso consolare in modo marginale. Non c’è stato mai un rapporto splendido tra la Roma e Florenzi, ma comunque di rispetto. L’esterno giallorosso è stato un po’ accantonato. Forse anche qualche polemica dei tifosi in passato ha influito, anche se come stiamo vedendo la sua esclusione non ha fatto scalpore. Se non ci fosse stato lo stop contro il Gladbach, avrei detto che la Roma sarebbe andata con fiducia a Parma. Invece, dico che loro sono la rivelzaione del campionato. Una partita trappola dove comunque i giallorosso sono favoriti…Non più di tanto però”.

Furio Focolari (Radio Radio – 104,5): “E’ vero che prima dell’infortunio Florenzi sembrava poter essere uno dei più forti. Lui è un giocatore medio, però bisogna dire che quello che gli sta succedendo è una cosa brutta. Non lo merita. La chiamata in Nazionale gli restituisce un po’ di fiducia, Mancini lo chiama per stimolarlo. Spinazzola è meglio di Florenzi, ma Santon… Fonseca ci deve spiegare come è possibile che, in una situazione di totale emergenza, non venga mai impiegato Alessandro. O il tecnico portoghese non lo vede o la deromanizzazione sta continuando. Per me non è soltanto una questione tecnica”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Al Tradini non sarà facile, il Parma ha dimostrato di essere una squadra tosta quando c’è una gara importante. La Roma dovrà stare attenta a Gervinho perché D’Aversa conta molto sulle sue ripartenze. Però i giallorossi hanno la possibilità di proseguire la marcia vincente in campionato. Mi aspetto di più da Kluivert e Under, devono essere più decisivi, in attacco non si può contare solo su Dzeko. E’ il caso che Florenzi si inizi a guardare in giro. Io penso che quando è stato messo in alto a sinistra era un segnale che l’allenatore che non lo vedeva proprio. Ci può stare”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma in campionato sta giocando discretamente, e Fonseca sta recuperando alcuni giocatori. Sarà un turno importante, vincere sarebbe un gran bel segnale al campionato prima della sosta. Mi aspetto tre punti per i giallorossi”. 

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma in Europa è stata penalizzata da alcune scelte degli arbitri mentre in campionato sta facendo bene e a Parma parte come favorita”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy