‘RADIO PENSIERI’, AGRESTI: “Roma in difficoltà”. FOCOLARI: “Florenzi davanti per fermare Lazzari”

‘RADIO PENSIERI’, AGRESTI: “Roma in difficoltà”. FOCOLARI: “Florenzi davanti per fermare Lazzari”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Roberto Renga (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Fossi in Fonseca terrei la difesa più dietro per non ripetere la partita con la Juventus. Non mi stupirei se ci fossero Florenzi o Spinazzola al posto di Kluivert per avere attenzione in più. L’alternativa sarebbe imporre il proprio gioco, che credo sarà la strada che prenderà il portoghese”.

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Mi raccontano un Fonseca preoccupato da Correa, perché con Caicedo avrebbe potuto avanzare Mancini a centrocampo. Quest’anno quando ho visto bene la Roma l’ho vista nelle ripartenze o su calcio piazzato mentre la Lazio salta in tutti i modi. Santon è favorito da terzino, Florenzi potrebbe giocare davanti anche se mi sorprenderei nel vedere due terzini sulla stessa fascia”.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Fonseca motivato, sta cercando di trasmettere la giusta voglia di vincere. Il derby azzera i valori, è talmente tanto importante a livello di carisma e di emozioni che possono farla bene entrambe le squadre. La strategia di Fonseca è caricare la squadra dal punto di vista mentale mentre la Lazio è carica dal sogno scudetto e dalla serie di vittorie consecutive. Quello che è successo a Torino ha abbattuto l’ambiente ma anche i calciatori: mi auguro di non vedere comportamenti da alcuni calciatori, come Florenzi che ha rincorso Ronaldo camminando…”.

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Il derby è una partita diversa dalle altre, chi dice il contrario finisce per sembrare stupido. È vissuto dalla città in maniera diversa anche rispetto a quelli di Milano e Torino”. 

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La Roma è in difficoltà, deve fare qualcosa in più delle sue possibilità per battere la Lazio, che in partenza è la favorita per quello che abbiamo visto nell’ultimo periodo. Negli undici titolari la Lazio è più forte, nella totalità della rosa la Roma è più completa. Avendo ascoltato Fonseca, credo che Fonseca non concorra per un posto in difesa e neanche per un posto davanti. Credo che Florenzi abbia deluso molto l’allenatore contro la Juventus, non credo che domani giocherà. Kolarov può essere messo in difficoltà da Lazzari, davanti penserei”.

Nando Orsi (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Secondo me Fonseca farà fare la partita della Lazio per giocarsela in contropiede. Fino ad ora sono più le cose che lui ha fatto bene piuttosto che quelle che ha fatto male, la Roma è ripartita da zero”. 

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Per la Roma sarà ancor più difficile che per la Lazio, che in caso di vittoria avrebbe uno scenario incredibile. Kluivert non è un giocatore in questo momento che può fare tutta la fascia appresso a Lazzari, penserei a Florenzi in quel ruolo”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “La Roma dovrà fare delle operazioni in uscita entro giugno e Under è candidato numero uno a partire. Perez è un’operazione ancora difficile. Dovesse saltare si andrà su Januzaj”. 

Federico Nisii (Teleradiostereo – 92,7): “Il rimpianto più grande per me è Roma-Torino. La partita con la Lazio è assolutamente aperta, la Roma ha le armi per vincere il derby. Ricordo quello risolto da Yanga-Mbiwa, noi partivamo sconfitti e invece abbiamo vinto. La partita di oggi tra Torino e Atalanta è importante quanto il derby”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104.5): “La storia del derby ci dice che ci sono sempre delle insidie, ma in campo spesso chi gioca meglio alla fine vince. Secondo me c’è una netta differenza tra le due squadre, per motivi di classifica, di infortuni, di individualità, ma il calcio è talmente pazzo che può accadere di tutto”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104.5): “La Roma è la squadra più difficile da affrontare in questo momento, ma la Lazio parte favorita”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104.5): “Momento delicato per la Roma, dopo le sconfitte e gli infortuni. Perez? Senza soldi quello che arriva è buono. Fonseca ha bisogno numericamente di un paio di acquisti. Il derby? Non so come andrà a finire. La Lazio è consolidata, ma l’aspetto psicologico a volte aiuta altre no. Questa partita è una grande rottura di scatolo. Tatticamente Fonseca deve mettere di più qualcosa a centrocampo, ma non Mancini. Fonseca deve trovare nuove energie in mezzo al gruppo, non deve giocare come allo Stadium. Deve mettere paura alla Lazio”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104.5): “Perez è un grande prospetto, visto che esce dal Barcellona ha qualche credenziale in più. Ma la Roma perché non prende Meertens? Sarebbe l’ideale. Nel derby la Lazio parte favorita, ma deve stare attenta a qualche trappola perché in questa partita può succedere di tutto”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino – 104.5): “Perez è uno come Kluivert, uno che male non farà. Certo non sarà un acquisto determinante, ma al meno non lo paghi tanto come l’olandese. Il derby è il più squilibrato degli ultimi anni, ma anche quello a più alta quota di classifica, Pronostico?  E’ difficilissimo. Per me finisce pari. Lo stato d’animo delle due squadre è differente, la Lazio è rilanciata e non ha infortuni, la Roma si è rilanciata ma è falcidiata da infortuni”.  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy