Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

‘RADIO PENSIERI’, FERRAJOLO: “Se la Roma gioca così in finale, non la vince”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalistiex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Ugo Trani (Centro Suono Sport - 101.5/Te la do io Tokyo): “La Roma è più forte del Leicester, è stata un’occasione sprecata. All'Olimpico sarà molto difficile, loro vanno forte in trasferta. Ieri si è visto per l’ennesima volta che la Roma non ha il regista, non palleggia invece loro sì. Per il prossimo anno bisogna prima capire come giocherà la Roma. Se si torna al 4-2-3-1, Zalewski al momento è titolare sulla sinistra. Il Leicester gioca un calcio diverso da quello britannico, è molto più di palleggio”.

Gianluca Lengua (Radio Radio pomeriggio 104.5): “Non era per niente facile uscire da questa partita con un pareggio. Non so se il modo di giocare questa partita è stata una strategia per risparmiare energie in vista del finale di stagione, accontentandosi di quello che si è ottenuto. Dopo il gol la Roma si è fermata ma non so se inconsciamente o perché l’aveva preparata così. Ora si gioca la finale in casa davanti a 65mila persone. Se la cornice sarà la stessa di Roma-Bodo, nonostante gli inglesi siano più forti dei norvegesi, la Roma può tranquillamente affrontarli e vincere. Il cambio Oliveira-Zaniolo mi fa pensare che a Mourinho il pareggio andava benissimo. Temo che Mkhitaryan non ci sia nella semifinale di ritorno. Quando c’è lui la differenza si vede".

Alessandro Vocalelli (Radio Radio pomeriggio 104.5): “La Roma ha retto bene, andare in casa di una squadra inglese, passare in vantaggio e uscire con un 1-1, non è facile. La prova della Roma è più che positiva. Secondo me sopravvalutiamo la Roma, perché crediamo che debba andare in Inghilterra a vincere ma non è così". 

Luigi Ferrajolo (Radio Radio pomeriggio 104.5): “Il pareggio è utilissimo e tiene la porta aperta per la finale. La Roma doveva tentare di raddoppiare, il primo tempo lo ha buttato. Nel secondo tempo ha subito troppo, prima o poi il gol sarebbe arrivato. Se la Roma gioca così in finale, la coppa non la vince. Non è stata una bella Roma, è stata una partita sofferta. Karsdorp ha sbagliato la partita ieri ma è tutto l’anno che le gioca tutte e non ha alternative". 

Furio Focolari (Radio Radio pomeriggio 104.5): “Roma promossa perché non ha perso ma ha tirato solo due volte in porta. Non mi è piaciuta ma il risultato è buono. Non ha corso particolari rischi ma mi aspettavo qualcosa di più. Il Leicester non è granché, non mi ha entusiasmato. La Roma si gioca la qualificazione davanti alla sua gente e questo è molto importante. Mi aspetto di più da Abraham, Zaniolo invece è bocciato".

Franco Melli (Radio Radio pomeriggio 104.5): “Il gol mi autorizzava a pensare che la Roma imponesse il proprio gioco e invece è stata una difesa ad oltranza. Va bene il risultato ma attenzione al ritorno. La cosa migliore di ieri è il risultato”. 

Antonio Felici (Centro Suono Sport - 101.5/Te la do io Tokyo): “Se la Roma fosse il Real Madrid oggi sarei deluso ma non è così perciò sono soddisfatto. Capisco chi ha rimpianti dopo aver visto la partita, la Roma avrebbe dovuto fare meglio in contropiede. La difesa della Roma ieri si è comportata molto bene e non è una cosa che accade sempre. Zalewski a me impressiona perché raramente si vede fare una crescita così grande nell’arco di poco tempo. Prima sembrava un pochino timido, ora sta in campo come un giocatore esperto”. 

Francesco Balzani (Centro Suono Sport - 101.5/Te la do io Tokyo): “Per me il pareggio è buono. Le italiane che fanno risultato in Inghilterra si contano sulle dita di una mano. Non perdere è un ottimo traguardo. Il ritorno sarà difficile quanto l’andata anche perché ti mancherà Mkhitaryan. Il Leicester non è il Bodo. Su Zalewski bisogna fare dei ragionamenti, il prossimo anno me lo gioco come titolare nel reparto offensivo. Al momento lo metto davanti a Perez, Shomurodov, Felix. Veretout ieri è entrato male, al momento è impresentabile. Al posto di Mkhitaryan che starà fuori due settimane, ci sarà Oliveira". 

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo - 92,7): "Il Leicester, anche dallo stadio, non ha dato l'impressione di essere la più forte: la Roma ha saputo soffrire. Vardy ha giocato in quanto Vardy, ma Mourinho gli ha levato la profondità e lui non ha giocato bene".

Furio Focolari (Radio Radio Mattino - 104,5): "L'assenza di Mkhitaryan potrebbe essere un problema dato che Sergio Oliveira non è lo stesso giocatore rispetto all'armeno. Credo che al ritorno la Roma passerà il turno comunque, ma i due lì davanti si devono svegliare: Abraham a parte il gol al Bodo non segna dal derby, Zaniolo è stato deludente. Pellegrini è sottovalutato soprattutto dai tifosi perché è paragonato a Totti e De Rossi, lui non è a quei livelli, ma in questa Roma è essenziale".

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino - 104,5): "Il Leicester me lo aspettavo meglio, quindi penso che la Roma per il ritorno sia favorita a passare il turno. È stata una partita equilibrata, ma si deve considerare che è stata giocata a casa loro. Quando esce Mkhitaryan cambia la partita sempre, e lo è stato anche questa volta. La stessa cosa potrebbe succedere al ritorno, ma dipenderà molto dalle scelte di Mourinho".

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino - 104,5): "Per la qualificazione io resto ancora sul 50% però il risultato è buono. Benissimo Smalling e Zalewski, invece serve a poco Karsdorp e anche ieri o ha dimostrato. Sul gol preso Rui Patricio poteva uscire invece di restare in porta. Sono comunque ottimista per il ritorno, perché la Roma ha dimostrato di essere anche più forte del Leicester, occorre però alzare un po' il baricentro e attaccarli in velocità. Senza Mkhitaryan sarà un po' più dura".

Nando Orsi (Radio Radio Mattino - 104,5): "Pareggio meritato e buon risultato per il ritorno. Non so che Leicester sarà, certo è che ieri Rodgers ha fatto giocare Vardy per riconoscenza, ma quando è entrato Iheneacho in attacco sono diventati più pericolosi. I migliori? Smalling, una sicurezza, e Zalewski: questo ragazzo è davvero bravo e quando rientra Spinazzola sarebbe un peccato non farlo giocare. Pellegrini sta facendo una bella stagione. Qualificazione ancora al 50% perché gli inglesi non hanno paura di affrontare lo stadio pieno".

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino - 104,5): "La Roma ieri non poteva fare di più. La partita non è stata esaltante dal punto di vista dello spettacolo, ma il Leicester ha giocatori di qualità ma anche tanta quantità. Che bravo Zalewski, dobbiamo fare un plauso a Bruno Conti che lo ha scoperto. A Pellegrini per lasciare un segno con la Roma e con la Nazionale manca solo un po' di più di continuità e il ruolo ancora da ben definire. Qualificazione ancora in equilibrio".