‘RADIO PENSIERI’, AUSTINI: “Coppa Italia la rovina della Roma. Friedkin, ci siamo quasi”

‘RADIO PENSIERI’, AUSTINI: “Coppa Italia la rovina della Roma. Friedkin, ci siamo quasi”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Alla Roma ieri è mancata la profondità e in questi casi è Dzeko a darla. Con il bosniaco sarebbe stata un’altra partita. Quella dei giallorossi è comunque una buona prestazione perché dobbiamo tenere conto che davanti c’era l’Inter che prima di ieri avevano sempre segnato almeno un gol nelle partite di campionato e coppa fatte”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport – Te La Do Io Tokyo – 101,5): “La prestazione di ieri è da 7, non è un’impresa. Il punto è che abbiamo abbassato molto l’asticella in questi anni, ma ciò non toglie che mi tengo stretta la prestazione e il pareggio a San Siro”. 

Antonio Felici (Centro Suono Sport – Te La Do Io Tokyo – 101,5): “La Roma rappresenta la Capitale e per definizione deve lottare per lo Scudetto. Se la società la pensa diversamente io non ci posso fare niente. A Milano mi aspettavo una partita più bella, con qualche gol. Non è un punto d’oro quello di ieri, ma lo porto comunque a casa senza rimpianti. Diawara? Ieri per la prima volta ha fatto veramente una grande partita anche se resto dell’idea che la sua presenza in campo non favorisca Veretout”.

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo – 92.7): “Grande partita della Roma nel primo tempo, ma verso la fine qualcosa si era inceppato: Fonseca, rispetto all’inizio della stagione, ha imparato a preparare e leggere le partite. Al momento ci sono quattro giocatori che ancora non si sono infortunati, due sono Antonucci e Fuzato, gli altri Kolarov e Zaniolo. Ieri era arrivata la notizia del Parma in Coppa Italia e, guarda caso, la Roma ha perso portiere,difensore e attaccante, con Dzeko squalificato per due giornate e che potrebbe non giocare i quarti nello stadio della Juventus: la Coppa Italia è la rovina della Roma. Credo che tra poco avremo altre novità da Houston: la trattativa tra Pallotta e Friedkin è quasi conclusa. In Campidoglio continuano gli incontri tecnici, qualcosa anche lì si sta muovendo“.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Mattina – 104,5): “Quella di ieri è stata una partita molto tattica, dove la Roma ha fatto molto benein fase difensiva. Il punto di ieri è importante perché è la prima volta in stagione che l’Inter non ha segnato: la Roma ha corso pochissimi rischi, in due occasioni Mirante è stato decisivo. Se ci fosse stato Dzeko  sarebbe stata un’altra partita. Smalling è fondamentale, ha dato solidità al reparto arretrato e per questo la Roma deve assolutamente tenerlo, ma per meno di 15 milioni non te lo lasciano“.

Roberto Renga (Radio Radio Mattina – 104,5): “La Roma ha giocato un’ottima partita di possesso palla, ma non ha mai tirato in porta. Bravissimo Mirante, mi è piaciuto molto Diawara, così come Smalling su Lukaku, mentre Mancini l’ho visto un po’ in difficoltà con Lautaro. Alla Roma è mancato il gol:è vero che è mancato Dzeko, ma devono crescere alcuni giocatori come Perotti. Sul prossimo mercato non venderei nessuno, ma cercherei di acquistare un grande terzino destro, sperando che non si faccia male, un sostituto di Kolarov, terrei assolutamente Smalling e prenderei un vice Dzeko insieme ad un altro attaccante“.

Furio Focolari (Radio Radio Mattina – 104.5): “L’Inter non è riuscita a capitalizzare le occasioni da gol. La Roma ha giocato bene, mi è piaciuta per la personalità, soprattutto in difesa ma non ha mai tirato in porta. Fonseca ha fatto le sue scelte, non le condivido: se non c’è Spinazzola per lui il titolare è Santon, per questo Florenzi deve pensare di andarsene. Ieri sera Florenzi avrebbe fatto comodo a Conte“.

Franco Melli (Radio Radio Mattina – 104,5): “Mi è piaciuta la partita e la Roma, che ieri ha giocato senza centravanti: con un attaccante avrebbe segnato qualche gol. L’Inter è stata più pericolosa, ma nella Roma ha brillato Mirante: siamo sicuri che Pau Lopez sia più forte? Se ci sarà qualche offerta Florenzi deve spingere ad andare via“.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattina – 104,5): “Pareggio deludente, non mi sono piaciute nessuno delle due. La Roma ha cercato di farsi male da sola e l’Inter non ne ha approfittato. Mancini uno dei peggiori in campo, perché ha sofferto tantissimo Lautaro, bravo invece Smalling che ha annullato Lukaku. La Roma ha fatto un buon palleggio ma non ha mai messo paura al portiere avversario. Mirante è una garanzia: sicuri che è meno forte di Pau Lopez?”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattina – 104,5): “Chi esce con un mezzo sorriso in più è la Roma, anche secondo quanto dice la partita ed il fatto che giocava in trasferta con tre assenze importanti”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattina – 104,5): “La Roma ha fatto la stessa partita fatta a Verona, ma l’Inter non ne ha approfittato sprecando tantissimo. Le assenze? Anche a Conte mancavano giocatori importanti. L’assenza di Dzeko è stata pesante, in fase offensiva la Roma non è riuscita a fare quello che pensava di fare. E’ un punto d’oro per i giallorossi. Bravo Mirante: secondo me è più forte di Pau Lopez”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy