Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

‘RADIO PENSIERI’, PRUZZO: “Nel mercato di gennaio la Roma troverà poco in giro”

 Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralitàdistazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Pellegrini non doveva giocare contro il Venezia. Gli hanno dato antidolorifici, però ha dovuto abbandonare la nazionale. Mi aspetto tre acquisti, ma non tre campioni. Sarà un mercato particolare perché gli ipotetici nuovi arrivi non potranno essere sostituiti a giugno. Mourinho ha chiesto tre titolari, a gennaio capiremo se c’è sintonia tra lui e la presidenza. I Friedkin hanno sbagliato a non prendere un dirigente d’esperienza in grado di portare i giocatori giusti. Scelgono dirigenti con meno personalità per poter dire la loro su tutto, anche se a volte non hanno le competenze per farlo”.

 

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Mourinho ha ragione a volere una Roma forte, ma non deve pensare che il presidente voglia una squadra inferiore. Temo che si possa creare una contrapposizione tra le due figure. Il rischio è che a giugno Mourinho vada via per i mancati acquisti. Friedkin diventerebbe il presidente che lo ha fatto scappare, nonostante abbia speso molto".

Ugo Trani (Te la do io Tokyo 101.5): “Ramsey non lo prenderei. L’ideale sarebbe comprare Zakaria e Witsel. Se arrivano questi due con Lisandro Lopez dell’Ajax e Bereszynski Pinto avrebbe fatto un ottimo lavoro, una cifra intorno ai 30 milioni basterebbe. I Friedkin vorrebbero spendere, ma vogliono essere convinti dei giocatori e gradirebbero guadagnare da qualche cessione, su questo aspetto si affidano a Pinto. Mourinho non fa la lista, chiama direttamente il calciatore. Fa prima un tentativo su chi si può liberare e poi comunica alla società. Abraham lo ha preso lui. Nel calcio giocato contano i gol, non ci rendiamo che conto che essere quarti era un miracolo perché la rosa è modesta. Tra Vina e Karsdorp prendo il primo perché ci si può lavorare nonostante le lacune che dimostra. La Roma non ha difensori e per essere una grande squadra dovrebbe avere due titolari sulle fasce”.

Antonio Felici (Te la do io Tokyo 101.5): “Sarei molto contento se Witsel arrivasse alla Roma. Gli innesti a gennaio consentirebbero di lottare tranquillamente per il quarto posto, dalla quale non si deve escludere la Juventus. Non capisco perché l’affare Zakaria non sia ancora stato chiuso”.

Francesco Balzani (Te la do io Tokyo 101.5): “Un mercato con due centrocampisti, un terzino e un centrale ci può stare. Lisandro e Witsel sono due giocatori formati a livello fisico quindi sarebbero perfetti. In più a gennaio dovrebbero salutare Mayoral, Villar, Diawara e Kumbulla. Si ricaverebbe un tesoretto da poter reinvestire subito”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino - 104,5): "Spero che Mourinho riesca a capire bene dove si può migliorare questa squadra, ma a gennaio c'è poco da trovare sul mercato serve un po' di inventiva, di genialità. La Roma, comunque, è a pochi punti dal quarto posto ed è ancora in grado di concorrere per un posto in Champions. Pellegrini può essere il trascinatore vero di questa squadra, deve trovare più continuità a livello psicologico".

Nando Orsi (Radio Radio Mattino - 104,5): "Io dico che la Roma ha tutte le possibilità per lottare fino all'ultimo per il quarto posto. Mi aspettavo di più da parte di Mourinho in quanto a incidenza, ma anche gli allenatori devono avere il tempo di adattarsi alle piazze. E' molto importante la fiducia massima dei Friedkin nei confronti del portoghese. Pellegrini è un buon giocatore, ma non ai livelli di Totti e De Rossi".

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino - 104,5): "Eccessive le critiche a Mourinho, l'ambiente romano è molto ballerino, osanna presto e critica forte in tempi brevi. Hanno fatto bene i Friedkin a dare fiducia al tecnico come ha fatto bene Totti a spendere parole belle nei confronti di Mou. Trovo modesto, fin qui, il lavoro svolto da Pinto".