Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

‘RADIO PENSIERI’, LENGUA: “Il problema reale della Roma è la comunicazione”

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio 104,5): "Vito Scala è un po’ il 112 dei calciatori, lui corre a risolvere i problemi della squadra a qualsiasi ora del giorno e della notte. Se ha fatto questa battuta è perché può permettersi di farla. La scena della consegna delle scarpe è avvenuta in un contesto privato e quindi chi era presente si sentiva libero di fare battute e scherzare. Il problema reale è che i Friedkin non hanno impostato a dovere la comunicazione di questa società. Gli addetti stampa non sono stati coinvolti e non sapevano che questo video sarebbe stato pubblicato, altrimenti lo avrebbero bloccato o comunque avrebbero tagliato la battuta infelice”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio 104,5): "Pellegrini, Zaniolo e Abraham sono intoccabili, devono sempre giocare. Zaniolo è fondamentale, puoi farlo giocare come preferisci, ma deve essere in campo. Felix non può essere titolare, nonostante i due goal contro il Genoa, ma ha giocato poco per dire che merita la titolarità". 

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio 104,5): "Vista la partita Felix può giocare titolare, anche contro il Torino. Quello che ha fatto contro il Genoa non si può dimenticare. Felix ha fatto molto meglio di altri giocatori".  

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio 104,5): "La Roma ha un vero potenziale campione: Zaniolo. Ha tutto per diventare un top player, quindi devi partire da lì. Se tu hai una squadra che ha la sua maggior ricchezza in fase offensiva non ha senso imbottirsi di difensori, devi trovare una soluzione diversa se hai un problema in difesa". 

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio 104,5): "Sulla questione del video del regalo di Felix credo che sia necessario fare una distinzione tra ignoranza e razzismo. In questo caso parliamo di ignoranza". 

Ugo Trani ( Te la do io Tokyo / Centro Suono Sport 101,5): "In molti parlano di un litigio tra Mourinho e Zaniolo, ma se questo fosse vero Mourinho non lo avrebbe neanche portato in panchina. Evidentemente è cosciente del fatto che Zaniolo non sta benissimo. Bisogna avere pazienza con lui e sopratutto lavorarci, perché tutto si può sistemare".

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo 92,7): "Felix è una bella storia di calcio, improvvisa, vera. Mi dispiace per quello che è successo ieri, sporca un momento che doveva restare bello. Tutta la Roma non ci fa una bellissima figura, ma il problema non è tanto la battuta di Vito Scala, che lo conosco e tutto è tranne che razzista. Nell’era dei social bisogna stare attenti a qualsiasi cosa: Mourinho voleva fare un regalo, un gesto carino, ed è diventato un caos. Quella battuta risulta involontariamente razzista ma non lo è. Il video risulta sgradevole a me, non a Felix, che comunque lo pubblica. Quello che manca è la serietà, a Trigoria sono quarant’anni che non c’è".

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino 104,5): "Mkhitaryan l'altra sera era tutto per la Roma, ha fatto una partita strepitosa. La partita con il Genoa non fa testo però, una squadra così non me l'aspettavo. Non escludo che magari con il ritorno di Cristante possa ricambiare i ruoli a centrocampo. Felix, in occasione del primo gol, ha fatto una cosa che mi ha colpito molto: lui aspetta il momento giusto per l'inserimento. È stato lucido".