‘RADIO PENSIERI’, FERRAZZA: “Pedro in questo momento della sua carriera è una scommessa”

‘RADIO PENSIERI’, FERRAZZA: “Pedro in questo momento della sua carriera è una scommessa”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Federico Nisii (Teleradiostereo – 92,7): “Pedro è un calciatore indiscutibile e al 99% sarà della Roma. Ci saranno delle cessioni che ci faranno storcere il naso, ma spero che Zaniolo e Pellegrini siano intoccabili. Le voci di mercato che raccontano delle possibili cessioni creano un clima di scetticismo, sono come un veleno. Infatti Milik in altri anni avrebbe considerato la Roma un’opzione, oggi forse manco ci pensa”.

Francesca Ferrazza (Teleradiostereo – 92,7): “Pedro in questo momento della sua carriera è una scommessa. Pellegrini sarebbe una partenza molto pesante se andasse via. In questo momento non servirebbe un altro titolare a centrocampo”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Mkhitaryan è un giocatore importante, alza il livello tecnico della squadra. La notizia che resterà anche il prossimo anno è incoraggiante”. 

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Il Verona è tra le squadre migliori nel post lockdown. E’ una partita complicata per la Roma, non mi stupirei del pareggio. I giallorossi sono in crescita, ma domani dovranno stare attenti”. 

Antonio Felici (Centro Suono Sport – 101,5): “Pellegrini a 24 anni ha fatto vedere poco. Quando la partita si mette male lui sparisce, a differenza di Zaniolo. Comunque non vorrei che partisse”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport – 101,5): “Fonseca è sceso a un compromesso con la squadra cambiando modulo e passando a 3. È un segnale di intelligenza suo da una parte, ma di debolezza della rosa dall’altra. Il tecnico non ne esce benissimo, ha dimostrato di tenere più alla Roma che a se stesso. Per come la vedo io Pellegrini è sul mercato, chi lo paga lo prende. A me un po’ ha deluso, mi aspettavo di più da lui. Anche Florenzi alla sua età aveva più impatto”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “Per la crescita di Pellegrini non vedo il PSG, sarebbe meglio rimanere alla Roma o al massimo andare in una squadra che gli disegni un progetto intorno. Ho la stessa paura che possa imboccare il tunnel di Florenzi. Temo che l’eredità di Totti e De Rossi diventi un carico di aspettative che schiacci poi i ragazzi: la fascia può diventare un peso, così come le critiche. Se Lorenzo non dimostrerà di avere un carattere fortissimo potrebbe avere problemi. Sente che la gente si aspetta qualcosa in più da uno come lui. Ultimamente non lo vedo sereno in campo, gioca come se dovesse dimostrare qualcosa. Questa responsabilità devi anche saperla sopportare”.

Stefano Petrucci (Teleradiostereo – 92,7): “L’alternanza Mirante-Pau Lopez ha poco senso dal punto di vista strategico. Mi domando quanto Pellegrini sia funzionale alla Roma: se non cresce sarà difficile esserlo anche in futuro”. 

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino – 104,5): “Il momento della Roma è molto buono ma il Verona è un avversario forte. E’ una squadra solida, sicura. Per Fonseca non sarà semplicissimo ma ha comunque la testa dalla sua parte. Il posto in Europa League è quasi al sicuro (giusto per il fatto di passarci direttamente senza preliminari)”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Domani mi aspetto conferme da parte di Ibanez e anche che aumenti il minutaggio per Zaniolo”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma cerca la conferma contro una squadra molto forte come il Verona. Sarà una partita difficile. Ci si aspettano risposte però dalla squadra di Fonseca”. 

Tony Damascelli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Per la Roma la partita di domani è pericolosa. C’è da dire che la squadra sta bene con la testa, poi tra una settimana può accadere di tutto”. 

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Milik ha mercato internazionale di alto livello. Il Verona gioca bene, ma a Firenze nella ripresa ha rischiato molto contro una Fiorentina in difficoltà. Se la Roma gioca ai suoi ritmi ha la qualità per vincere anche domani sera. La Roma ha superato il suo momento di difficoltà”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Milik è fuori dai progetti del Napoli. Roma, occhio al Verona perché è un avversario che sta bene, non corre tanto ma corre bene”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino – 104,5):“L’operazione Dzeko-Inter è differente da quella dell’anno scorso, ma non so su quali basi. Lui per me è un campione, risolverebbe l’attacco dell’Inter. Milik è una bella opportunità per la Roma, l’ideale come erede di Dzeko, il meglio che c’è sul mercato. La sfida contro il Verona è pericolosa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy