‘RADIO PENSIERI’, TORRI: “Dzeko non è un giocatore adatto a partire dalla panchina”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Federico Nisii (Teleradiostereo – 92.7): “Mayoral ha diversi pregi e un grosso limite nella mancanza di potenza e struttura fisica. In area di rigore fa fatica, Dzeko garantisce un altro peso in attacco”.

Piero Torri (Teleradiostereo – 92.7): “La Roma non si deve mai rilassare, come scende di livello e di intensità rischia di andare incontro a brutte figure. Dzeko è inadatto a partire dalla panchina, non è nelle sue corde giocare 20’ minuti a partita”. 

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio – 104.5): “Stravedo per Villar, per certi versi mi ricorda Rivera. La Roma deve ancora farci capire bene quanto vale, temo ancora che Napoli, Juventus e Atalanta le arrivino sopra: è costretta a fare qualcosa di grande”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104.5): “La Roma è condannata a giocar bene per vincere, rispetto alle altre squadre di testa le manca un bomber che le risolve le sfide più difficili. I giallorossi non possono mai abbassare il loro livello di gioco”. 

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104.5): “La Roma con l’Udinese ha giocato una grandissima partita, alcune giocate dei giallorossi sono state straordinarie”.

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio – 104.5): “Giocare contro le piccole per molti è più difficile, per la Roma il problema è inverso. Probabilmente il discorso è di natura mentale, ma esaltiamo il Milan e famiamo processi alla Roma quando i giallorossi hanno fatto solo 5 punti in meno: la squadra di Fonseca è troppo criticata. Non mi stupirei se i giallorossi raggiungessero il Milan e venisse raggiunta da Juventus e Napoli”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio – 104.5): “Mancini sta crescendo tantissimo, sta giocando con grandissima personalità. La Roma ha vinto 3 Scudetti in tutta la sua storia, la dimensione del club è sempre stata questa”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport – 101.5): “L’ambizione più alta che la Roma può porsi è il terzo posto. A inizio stagione non l’avrei mai data così in alto a questo punto del campionato. E’ vero che i giallorossi fanno un buon calcio, ma a volte, specialmente contro le grandi, sono fragili. Mi piace molto Musso, è un portiere completo e affidabile: sarebbe bello vedere il suo potenziale espresso in una grande squadra. Con il Braga credo che rivedremo Dzeko in campo dal primo minuto: la Roma non avrà problemi a passare il turno con i portoghesi”.

Antonio Felici (Centro Suono Sport – 101.5): “La Roma, con i suoi pregi e i suoi difetti, ha una sua regolarità. Il terzo posto in classifica è molto positivo rispetto alle previsioni: non sono esaltato, ma si può aspirare a una qualificazione in Champions relativamente tranquilla. La squadra ha capito di non saper gestire il risultato e basandosi su questo continua a spingere e ad attaccare, senza più pause. Per il futuro della porta della Roma punterei su Cragno. Dzeko mi è parso molto sul pezzo ieri”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “La “cattiveria” in campo ti porta punti. Ieri manca un rigore su Dzeko, ma nessuno della Roma ha protestato. La prestazione di Villar è stata diversa rispetto al solito, ha fatto delle giocate difensive davvero importanti”. 

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma ha giocato una grande partita con l’Udinese, dimostra di avere capacità e fa un bel gioco. Mi sorprendono i passaggi a vuoto con le forti. Davanti manca qualcosa, Mayoral non ha fatto neanche un tiro in porta”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Il primo tempo la Roma ha giocato 4-1-4-1, io l’ho letta così. Villar bravissimo su De Paul, e grande Veretout. In 25 minuti hanno chiuso la pratica. Il primo tempo in scioltezza e nella ripresa giusto un paio di disattenzioni, ma la Roma ha dominato facile. Ora aspettiamo la prossima”

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma contro queste squadre più deboli ha un atteggiamento diverso, si toglie il peso sulle spalle. C’è da capire se è un problema di mentalità. Ieri partita sulla falsa riga delle altre con quelle più deboli. Ora dovrebbe andare a vincere a Benevento in attesa di quello che succede nel derby di Milano. I punti che ha la Roma se li merita tutti”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino – 104,5): “La classifica dice che la Roma è nel gruppo di testa, quindi non può essere una squadra scarsa come si dice in giro”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy