‘RADIO PENSIERI’, VOCALELLI: “Roma disordinata, ma fiducia in Di Francesco”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La Roma, ai nastri di partenza, la metto al terzo posto. E’ un’ottima squadra disordinata. E’ una squadra con squilibri importanti. Una difesa buona, ma poco rinforzata e a centrocampo mi sembra esageratamente proiettata all’attacco. Ho però fiducia in Di Francesco e per questo la metto comunque sul podio”.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Roma e Juve sono alleati a livello di geopolitica e diritti tv, ma credo sia difficili ipotizzare operazioni di mercato. Bernardeschi ha le caratteristiche giuste per la Roma, ma credo che da qui alla fine del mercato Monchi deve soprattutto sfoltire l’organico”

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Ci sono due punti interrogativi nella Roma: il primo è Schick, ma comporta un cambio di modulo, e l’altro è Pastore. Se diventano punti esclamativi la Roma può fare bene in campionato e ripetersi in Champions. La Roma ha fatto un mercato buono ma non per l’immediato, e in questo campionato chi si attarda difficilmente potrà recuperare. Anche io sul portiere ho forti dubbi”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma per certi aspetti mi lascia dei dubbi. Ha preso giocatori che mi piacciono molto,, tipo Pastore, Nzonzi e Cristante, ma non capisco se potranno essere titolari da subito. E mancano Alisson e Nzonzi. Monchi ha preso troppi giocatori e solo due titolari. Olsen non mi piace, non si sostituisce Alisson con il portiere del Copenaghen. L’obiettivo? Entro i primi quattro posti e ce la farà”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma mi intriga, mi incuriosisce molto. Vedo che Monchi e Di Francesco cercano una strada diversa dalle altre, più offensiva. Nzonzi è un grande giocatore, ma non condivido tutto della campagna acquisti della Roma. Bernardeschi? E’ un’idea geniale, ma non capisco perché la Roma cerchi ancora un attaccante esterno quando ha El Shaarawy e Perotti che sono fortissimi. L’obiettivo della Roma deve essere entrare in Champions. Avrei cercato un portiere più forte e un bel terzino destro”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Dei nove centrocampisti della Roma molti sono nuovi. Ora c’è smistarne qualcuno. Credo che Di Francesco abbia a disposizione tutto quello che voleva. A centrocampo ha ampia scelta ma credo che, almeno all’inizio, userà la vecchia guardia. A Torno sarà una partita complicata. Nzonzi è il genere di centrocampista che a me piace, con quantità e qualità. In attacco c’è da vedere quale sarà la posizione di Schick. Per l’esterno io chiederei Bernardeschi alla Juve visto che quest’anno potrà giocare poco e niente”.

Sandro Sabatini
(Radio Radio Mattino – 104,5): “Credo anche io che, tra un motivo e l’altro, Di Francesco all’inizio si affiderà molto alla vecchia guardia. Nelle amichevoli i nuovi ancora non hanno convinto. Secondo me la Roma ha un po’ esagerato sul mercato perché ora c’è un sovraffollamento. A centrocampo ce ne sono tanti”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Quello della Roma è stato un buon mercato, anche se poi hai due portieri e ancora non sai chi è il titolare. Io avrei preso un difensore centrale forte e anche un terzino destro. Invece hanno puntato troppo sul centrocampo. Io mi aspetto un cambiamento di modulo con il 4-2-3-1 con Pastore in posizione più avanzata”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy