Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

‘RADIO PENSIERI’, TORRI: “Manca un centrocampista che recuperi palloni”

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Federico Nisii (Teleradiostereo - 92.7): “Mourinho può piacere o meno ma la sua parola è carismatica. Ieri non era soddisfatto della prestazione della squadra. Può far parte della sua stratega comunicativa. E’ stata la prima partita normale contro lo Spezia”.

Piero Torri (Teleradiostereo - 92.7): “Non ho mai visto dare un cartellino giallo ad un giocatore che non commette fallo. Sul referto non so cosa abbia scritto l’arbitro. Non mi è piaciuta l’esultanza al momento del gol anche se immagino la voglia di segnare all’Olimpico. A Bergamo poteva essere determinante perché l’Atalanta farà la partita e Felix poteva essere un’arma anche a partita in corso. La Roma non mi ha convinto ieri ma l’importante erano i tre punti.Nessun centrocampista  fa interdizione a centrocampo e serve un uomo in grado di rubare tanti palloni in mezzo al campo”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio - 104.5): “La cosa più bella sono i 45mila di ieri sera e faccio un grosso in bocca al lupo al ragazzo che si è sentito male. Sono d’accordo con Mourinho sul gioco. Servivano i 3 punti. Alla Roma stanno mancando giocatori importanti. Questa squadra deve dare di più. Se Mourinho dice che il mercato non sarà un granché i tifosi si rassegnano. Non bisogna fare le solite vittime, ieri non c’è nulla da lamentarsi con l’arbitro per l’espulsione di Felix”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio - 104.5): “Sotto il vestito niente. Non bisogna guardare la classifica, i 3 punti di ieri sono stati essenziali. Alcuni tifosi sono rassegnati, sanno che sarà una stagione di transizione con squadre superiori in campionato. Io penso che questa rosa possa dare di più. Lo Spezia non è paragonabile a quello dello scorso anno. La Roma è partita bene. Se la Roma gioca così sabato c’è da mettersi le mani sui capelli”.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio - 104.5): “Smalling fa due partite e si fa male. E’ il miglior difensore della Roma e non gioca mai. Il problema è l’organico, ieri la squadra non ha giocato bene ma ha sempre avuto la gara in pugno. Il suo lo ha fatto e ha staccato la Lazio e raggiunto la Juve. Se valutiamo il resto cascano le braccia. La Roma inoltre ha avuto dei torti arbitrali che gli hanno fatto perdere almeno 5 punti. Ci sono stati 2 arbitri mandati in Serie B dopo gli evidenti errori e altri fermati. Ci sono state partite condizionate da errori evidenti. La Roma è la seconda squadra che tira di più ma non prende lo specchio della porta. Questa cosa non può essere colpa di Mourinho. Ci sono giocatori profondamente immaturi. Per esempio Zaniolo è indietro sia di preparazione mentale che fisica. Abraham ha a fianco un giocatore che ancora non si capisce se è tornato o meno, ci sono delle carenze perché ancora non c’è un partner d’attacco per l’inglese. Non ci stiamo chiedendo dove vuole arrivare il progetto della Roma. A Bergamo torna Zaniolo ma non c’è Smalling. A centrocampo scelte obbligate”.

Ugo Trani (Centro Suono Sport 101.5 - Te la do io Tokyo): “I nostri difensori sono diventati goleador, per fortuna visto che difendono poco. A sentire Mourinho non mi sembra che creda molto al quarto posto, ad oggi sei a 8 punti dal Napoli non sarà semplice. Ad oggi un giocatore come Toloi farebbe comodo a questa Roma. Una squadra forte doveva riscattarlo e averlo come riserva di Benatia e Castan. Hai pagato Reynolds 8 milioni e non hai speso 5 milioni per Toloi. L’unica delle big che sta come la Roma è la Juventus. In questa stagione hai perso con il Bologna e hai rischiato di non vincere con il Cagliari”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport 101.5 - Te la do io Tokyo): “Sabato non giocherai con lo Spezia. Ieri la Roma ha giocato una partita bruttissima. Sono completamente d’accordo con Mourinho, male l’atteggiamento e soprattutto male quando esce Smalling. Speriamo che l’inglese possa recuperare. Non ha lesioni ma è un soggetto particolare. A Bergamo servirà molto di più di quello che abbiamo fatto ieri. Il lato positivo è stato aver segnato subito, a differenza delle altre volte”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92,7): "Sentir dire da Mourinho che è sempre agitato in panchina rispetto a quando magari stava al Real, che trema perché non sa se vince la partita mi preoccupa. Devo fare un bel respiro quando gli sento dire così, vorrei un po’ più di ottimismo. Saranno anche discorsi logici ma io eviterei di battere sempre su questo tasto. Gli altri hanno sempre di più, è noioso questo discorso" 

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino 104,5): "L'analisi di Mourinho è seria, sono d’accordo con lui quando dice che non gli sono piaciute alcune cose. La Roma ha anche dato allo Spezia occasioni per rientrare in partita, nonostante abbai avuto la sensazione che la squadra abbia controllato. Alcuni giocatori erano molto stanchi: Karsdorp, Vina, Ibanez. Non era scontato che la Roma vincesse. Non ho capito il primo giallo a Felix. Lui dà una spallata, ma non capisco poi se dice qualcosa o meno all'arbitro. Il secondo è inevitabile, ha toccato la palla con la mano, è proprio codificato. Può essere anche che il modo di giocare della Roma porti a prendere tanti gialli"

Furio Focolari (Radio Radio Mattino 104,5): "Dopo la vittoria di ieri, la classifica dice sesti adesso. Sono tre punti importanti, raggiungi la Juve. La Roma ha fatto il minimo sindacale, ma l’ha fatto. Ci sono stati momenti in cui lo Spezia ha preso in mano il gioco, ma sufficienza piena per la Roma. Se Zaniolo recupera è normale farlo giocare. Quando gioca Smalling la Roma è una cosa, quando non gioca si vede. Nel nostro campionato come fai un fallo è giallo, il primo per Felix è esagerato. Però l'hai avuto, dopo devi fare attenzione"

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino, 104,5): "Ha ragione Mourinho, ieri buono il risultato ma non la prestazione. La Roma soffre troppo, non ti dà mai l'impressione di avere in mano la partita. Serve più personalità, anche ieri è stata una bella sofferenza. Smalling e Veretout non mi sono sembrati in condizioni impeccabili. Mayoral e Abraham insieme giocano bene: lo spagnolo ti permette di giocare, viene a prendere palla; l’altro è libero di scorrazzare. Mi sono sembrati abbastanza in linea, senza pestarsi i piedi. Di sicuro Mayoral ha più possibilità di giocare a Roma che a Firenze in questo momento. Quella di Bergamo è una partitaccia"

Nando Orsi(Radio Radio Mattino, 104,5): "Il fatto che la Roma concede troppo credo che sia una quastione di equilibri. In mezzo soffre troppo. SE la Roma batte l'Atalanta può pensare al quarto posto. Ora serve un segnale a Bergamo, devi andare con autorità e vincere. Non so se la Roma è in grado di fare questo, è una squadra della quale non ti puoi ancora fidare"

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino, 104,5):"Bene Cristante, l'ho rivisto ai suoi livelli, ma la Roma è fragile sotto tanti aspetti. Nel primo tempo Rui Patricio ha fatto una parata importante anche se, secondo me, ha bagliato l'attaccante. La Roma non so se potrà andare a Bergamo e vincere, la vedo difficile. Come squadra, come grinta e come tutto per me ha solo un 20% di possibilità. SE a Roma-Spezia hai 44mila tifosi, con tanti bambini nonostante il freddo, la proprietà ha il dovere sportivo e civile di fare investimenti importanti con i giocatori"