‘RADIO PENSIERI’, TORRI: “La 10 a Zaniolo? La maglia di Totti va ritirata e appesa nel nuovo stadio come un trofeo”

‘RADIO PENSIERI’, TORRI: “La 10 a Zaniolo? La maglia di Totti va ritirata e appesa nel nuovo stadio come un trofeo”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Andrea Pugliese (Teleradiostereo 92.7): “Turno favorevole? Sì, a patto che la Roma vinca col Bologna e non sarà facile perché Mihajlovic ha dato una scossa adrenalina. Ma se vuoi arrivare in Champions devi vincere col Bologna. Sono anche convinto che la Lazio non vincerà a Genova, quindi con Atalanta-Milan c’è la possibilità di prendere punti su tutte. Senza dare per scontata Inter-Samp. Stadio? Pallotta è ovvio che ci guadagnerà ed è anche giusto, ci mancherebbe. Lui non lo fa mica per beneficenza, poi pazienza. Quello è un impianto che farà contenta la città, sarà un impianto internazionale e anche la Roma verrà patrimonializzata. E finalmente questo paese avrebbe un’infrastruttura degna”.

Piero Torri (Teleradiostereo 92.7): “Spero un pareggio tra Atalanta e Milan, anche se questa Atalanta qui la vince. Anche se pure Gattuso ha i suoi meriti per quello che sta facendo. Un pareggio vorrebbe dire,  battendo il Bologna, guadagnare due punti su entrambe. Ora Milan numericamente avanti in classifica, l’Atalanta è favorita dal fatto che non farà le coppe. A 70 punti ora si va in Champions. La maglia di Totti deve essere ritirata, la maglia numero 10 va ritirata e appesa nel nuovo stadio come un trofeo. Non ci sarà mai nessuno come lui. Totti a 19 anni era più forte di Zaniolo ora”.

Marco Cassetti (Teleradiostereo 92.7): “Speriamo che Manolas rimanga, perché ha qualche difetto, ma è un giocatore che ha un rendimento importante. E nonostante un Fazio non eccellente, è riuscito ha dare il massimo con il suo modo di rincorrere e recuperare la palla all’avversario. Non mi priverei di Dzeko, perché se lo vendi devi andare a trovare un giocatore valido e decisivo come lui, e non so se vai a risparmiare poi. Credo che un altro paio di anni possa farli ad alti livelli”. 

Gianluca Lengua (Radio Radio Mattino – 104,5): “A Manolas andrebbe fatto un contratto da 5 milioni e la Roma ad un centrale non lo fa”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Pallotta ha ragione quando si lamenta del Fair Play Finanziario, ma poi dovrebbe spendere… Quando arriveranno i soldi dallo stadio per fare il salto di qualità? La cessione di Manolas sarebbe un grande problema: è il punto di forza difensivo della Roma, a centrocampo c’è De Rossi e davanti Dzeko. Al posto di Manolas mica va bene Mancini…”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Siamo sicuri dell’accelerazione sul tema stadio? Io non lo sono…”.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Mattino – 104,5): “È arrivato un momento importante per la presidenza di Pallotta: lo stadio si sta concretizzando, la contestazione dei tifosi è quasi in ogni partita: ci si aspetta che adesso alzi l’asticella. Manolas? Prima era convintissimo di restare, ora di fronte ad un’altra stagione con dei problemi, viste le proposte della Premier, qualche interrogativo se lo pone”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma probabilmente si troverà davanti in classifica a Milan, Atalanta e Lazio. Sono convinto che Atalanta-Milan sia un pareggio, mentre la Roma vincerà anche se il Bologna con Mihajlovic gioca meglio. È un turno pro-Roma”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Lunedì la Roma deve usare la testa come ha fatto nelle ultime due partite. Il Bologna arriva con tanta grinta che le ha riportato Mihajlovic. Al netto degli infortuni credo che Di Francesco potrà mandare in campo una formazione buona per conquistare i tre punti. Ma con la Roma di quest’anno non c’è mai da stare tranquilli. Occorre tenere alta l’asticella a livello mentale”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Se ci fosse stato Inzaghi sulla panchina del Bologna sarebbe stata una partita più semplice, ma comunque la Roma delle ultime partite ha dimostrato di essere una squadra difficile da battere. Al di là degli infortuni, chi gioca deve dare il massimo. Serve giocare da squadra. I giallorossi devono sfruttare anche lo scontro diretto Atalanta-Milan. Non può sbagliare”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino – 104,5): “Roma-Bologna non sarà una partita facile per i giallorossi. Io dico che finisce pari”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy