‘RADIO PENSIERI’, LEGGERI: “Fonseca costretto a schierare Pastore. Wolfsberger da non sottovalutare”

‘RADIO PENSIERI’, LEGGERI: “Fonseca costretto a schierare Pastore. Wolfsberger da non sottovalutare”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Roberto Renga (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Il Wolfsberger è una squadra che viene fatta con 8 milioni. Immagino che domani rivedremo Pastore, anche se questa volta temo che il ritmo sia alto perché gli austriaci corrono. Dzeko? Speriamo che non giochi, altrimenti non si riposa mai”.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Wolfsberger-Roma? Sono quelle trasferte dove hai tutto da perdere. Sulla carta è una partita che deve finire tanto a poco, però ricordiamoci che hanno fatto 4 gol al Moenchengladbach”.

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Turnover per Wolfsberger-Roma? Ho sempre i miei dubbi sulla turnazione, va fatta in modo intelligente”.

Max Leggeri (Centro Suono Sport 101.5): “Viste le defezioni sulla trequarti, Fonseca sarà costretto a schierare Pastore, un calciatore che fino ad oggi che ha totalmente fallito da quando indossa la maglia della Roma. Chi dice altro, sbaglia, perché fare i medici pietosi nel calcio non serve a nulla e nessuno. Per giocare a calcio serve ferocia agonistica, grinta, voglia: caratteristiche che non rientrano nel bagaglio dell’argentino. Visto che domani giocherà, forza Javier Pastore! Per il bene suo e della Roma. Contro il Wolfsberger non sarà una partita agevole, sarà fondamentale non sottovalutare gli austriaci. Vincere ti permetterebbe di veleggiare verso il primo posto con grande serenità”.

Checco Oddo Casano (Centro Suono Sport 101.5): “La partita di domani è una trappola: se vinci si dirà che hai giocato contro una banda di boscaioli, se non la vinci ripartiranno i venti di contestazione nei confronti di Fonseca. In questo momento d’emergenza, è giusto che il lusitano schieri Pastore con la speranza che l’argentino risponda presente, perchè anche nelle ultime partite alla Roma è mancato maledettamente l’ultimo passaggio, l’ultima scelta decisiva e come qualità nella rifinitura l’argentino è il più forte della rosa giallorossa. Non si deve sottovalutare il Wolfsberger, è una squadra che mette un agonismo incredibile ed è molto organizzato a livello tattico”.

Andrea Pugliese (NSL Radio Tv – 90,00): “Pastore? Nel giocatore ci crede molto Fonseca che lo ritiene uno che può fare ancora la differenza. La verità è che ci può riuscire meglio quando c’è meno pressione e i ritmi sono bassi. Io credo che in questo momento il Flaco fatichi a giocare in un calcio molto veloce come quello che si gioca in ogni match”.

Carlo Zampa (NSL Radio Tv – 90,00): “La reazione della Roma sul problema del razzismo è stata eccellente, ma va presa da esempio dalla Lega e dalle altre società. Lotito non ha fatto una gaffe, lui la pensa proprio così come ha detto. E’ un problema enorme e i vertici danno l’esempio sbagliato. Domani è una partita da vincere per chiudere il girone il prima possibile. Fonseca domani fa bene a far giocare Fonseca, e magari domenica Zaniolo. Credo che Pellegrini tornerà dopo la sosta di novembre. Avere un Dzeko così è una vittoria di Fonseca che lo ha motivato e convinto di stare al centro del progetto”.

Patrick Vom Bruck (NSL Radio Tv – 90,00): “Domani è una partita da non sottovalutare. Io credo molto in Kalinic, forse sono il solo. La Roma adesso deve fare filotto fino alla sosta, domani e contro il Cagliari”

Roberto Infascelli (NSL Radio Tv – 90,00): “Le parole di Lotito e il tweet della Lega di risposta alla Roma sono la dimostrazione che c’è una mentalità arcaica sull’argomento razzismo. I mezzi per combatterlo ci sarebbero. Domani tempo che la Roma trovi difficoltà ad uscire dal pressing degli asutriachi, è una gara che può avere alcune insidie nascoste”.

Ubaldo Righetti (Teleradiostereo – 92.7): “La Roma gioca molto sul palleggio e in questo senso Pellegrini e Mkhitaryan sono due assenze importanti. Pastore ha caratteristiche diverse rispetto a loro. La squadra sta facendo fatica in fase difensiva nell’aggredire gli avversari quando perde palla”.

Franco Melli (Radio Radio Mattina – 104,5): “Gli infortuni sono gravi per la Roma anche se il calendario adesso non è molto difficile”. 

Furio Focolari (Radio Radio Mattina – 104,5): “La Roma ha perso due titolari e questo è un problema. Mkhitaryan si ferma quasi un mese nel momento in cui si stava infiltrando nella squadra. La Roma deve pensare al Cagliari. E’ quella la partita, non questa con il Wolfsberger”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattina – 104,5): “Pellegrini è un bel problema per la Roma. Pastore ha la chance di farsi vedere. Kluivert deve tirare in porta, altrimenti è difficile che segni. Bisogna metterlo davanti alla porta e dirgli “tira!”. Quando Kalinic sarà presentabile si può tornare anche al trequartista con le due punte. Domani può essere la sua occasione”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattina – 104,5): “Infortuni? Mi sembra sia cambiato poco rispetto all’anno scorso. Le assenze possono essere sfruttate da Zaniolo e Kluivert che diventano titolarissimi. Pastore lo lascerei dove sta, meglio vederlo gli ultimi 10 minuti. Nella Roma se non segna Dzeko non segna nessuno, mi aspetto qualche soluzione in più”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattina – 104,5): “La Roma contro il Wolfsberger può fare anche a meno di Pellegrini e Mkhitaryan. Gli infortuni sono casuali”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy