‘RADIO PENSIERI’, LENGUA: “Alla Roma servono giocatori pronti per vincere”

‘RADIO PENSIERI’, LENGUA: “Alla Roma servono giocatori pronti per vincere”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Fabio Petruzzi (Centro Suono Sport – 101,5): “Cristante è perfetto per il gioco di Di Francesco, è il prototipo del 4-3-3. Insieme a Lorenzo Pellegrini, l’ex atalantino è quel tipo di centrocampista che ama l’inserimento e, con i terzini che spingono, la Roma sarebbe sbilanciata in avanti e un mediano come N’Zonzi assicura una certa copertura. Perciò mi auguro sia un obiettivo reale perché adesso non vedo altri centrocampisti forti come il francese, sarebbe ideale per la sua bravura tattica”.

Checco Oddo Casano (Centro Suono Sport – 101,5): “Ad oggi considero la Roma, dopo la Juve una potenziale outsider al pari dell’Inter che oggettivamente si è rinforzata parecchio rispetto allo scorso anno. Mi aspetto dalla società uno sforzo in più, un centrocampista di livello internazionale, che dia qualità ed equilibrio alla manovra serve e va acquistato perchè la Roma ha a disposizione una certa somma da investire e perchè le altre, compreso il Milan, nonostante le mille difficoltà si stanno comunque rinforzando”

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La partita contro il Barcellona va presa con le molle perché la Roma non ha proprio incontrato la squadra A blaugrana. Di Francesco ora vuole due giocatori: un centrocampista e un esterno, ma se il club giallorosso vuole ambire a vincere deve comprare dei giocatori pronti”.

Roberto Renga (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Karsdorp non mi dà tranquillità. Per me alla Roma, a inizio mercato, servivano due acquisti senza cedere nessuno. Un terzino e un centrocampista”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92.7): “Monchi fa sapere che N’Zonzi è il più difficile degli obiettivi. La trattativa per il diesse è ancora improbabile, ma forse non dice tutta la verità. Di Francesco ha chiesto alla società di lasciargli Gonalons perché lo ha visto in crescita e ci voleva lavorare, ma Monchi il primo colpo voleva farlo in quel ruolo. Lasciar decidere l’allenatore è un errore, queste cose devono spettare alla società. Il Milan prende Higuain perché non rispetta il Fair Play, a differenza della Roma che lo rispetta. L’Inter invece lo aggira. Se la piazza la pensasse come noi e avesse più positività la Roma avrebbe già vinto uno scudetto”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini (Teleradiostereo 92.7): “Da quello che so sabato Monchi pensava di avere N’Zonzi in mano, poi qualcosa è cambiato e pare che qualcuno l’abbia sentito dire “pensa di aver vinto il mondiale da solo”. Non credo che Di Francesco pensi che Gonalons non vada bene, ma è facile credere che N’Zonzi lo ritengano più forte. 

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma ha una politica chiara, con la quale punta sui giovani e per questo ha un tetto ingaggi. Ha un programma definito che riguarda Pallotta e non Monchi o Sabatini. N’Zonzi accetterà la Roma se dall’Inghilterra non arriverà una proposta concreta. I giallorossi sull’esterno potrebbero restare così. Kluivert ha una velocità impressionante”. 

Quadrifoglio Immobiliare… una soluzione per tutti, la soluzione fortunata! A ROMA-OSTIA E VITERBO – Contenuto sponsorizzato

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “Se la Roma prende N’Zonzi è davvero un gran colpo. Con lui, nella mia classifica personale, i giallorossi li metto al terzo posto. Non ci credo che sarà l’anno di Schick, ma penso che possa essere l’anno di Kluivert. Se mantiene le promesse può essere il colpo giusto. Per il ceco non c’è spazio nella Roma, è la riserva di Dzeko. Può fare bene ma sempre entrando dalla panchina”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Non capisco come mai la Roma una volta perso Malcom, che era già preso, ha cambiato idea e ha puntato sul mediano. Ma allora non c’era tutta questa necessità per l’esterno”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “L’acquisto di un centrocampista mi sembra la necessità più impellente per la Roma. Evidentemente non se la sentono di lasciare solo De Rossi come opzione. Ora ci sarà da vedere anche se il Milan avrà la necessità di cedere. E allora si potrebbe pensare a Suso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy