Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

‘RADIO PENSIERI’, FERRAJOLO: “Oliveira non è il giocatore che cambia la squadra”

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Mario Sconcerti (Tele Radio Stereo 92.7): “Niles non so se sarà titolare ma è un’aggiunta importante. La partenza di Villar, che a me piaceva, non cambia nulla".

Piero Torri (Tele Radio Stereo 92.7): “Se prendi un allenatore come Mourinho per un progetto di tre anni, indipendentemente dalla prima stagione, gli si deve concedere una seconda stagione almeno".

Federico Nisi (Tele Radio Stereo 92.7): “Gennaio è diventato una persecuzione. Dalla quarta giornata abbiamo fatto 23 punti. Numeri da parte destra della classifica. Una situazione che continua dal pareggio di Benevento dello scorso anno".

Gianluca Lengua (Radio Radio pomeriggio 104.5): “Oliveira è un calciatore alla Mourinho che può dare personalità alla squadra. Non so quanto potrà aiutare in termini di qualità, ha detto di poter giocare sia in un 4-2-3-1 sia in un 3-5-2. E’ un giocatore che può essere utilissimo a Mourinho. Le coppie di centrocampo non sono fisse, Oliveira va a prendere il posto di Villar, ora parte come prima riserva. Giocherà domenica vista l’assenza di Cristante ma è il giocatore che non farà più dire a Mourinho che ha bambini in panchina. E’ un giocatore che comunque dovrà lottare per il posto. La Roma con la formazione del 2016/17 vincerebbe campionato e Conference League. Quella era una formazione da Mourinho".

Roberto Pruzzo (Radio Radio pomeriggio 104.5): “Il mercato di oggi è complicato, non basta più conoscere procuratori e mediatori. Quest’anno mi accontenterei anche di arrivare decimo, che sarebbe un fallimento totale, però di avere le idee chiare su quello che deve essere il prossimo futuro. Mi fido di Mourinho". 

Luigi Ferrajolo (Radio Radio pomeriggio 104.5): “Conosco poco Oliveira per valutarlo. Penso arrivi per fare il titolare. Non è fuoriclasse, non è Falcao ma questo mi sembra chiaro. Può aiutare la squadra a giocare meglio ma non è il calciatore che viene e la cambia totalmente".

Furio Focolari (Radio Radio pomeriggio 104.5): “Oliveira è un ottimo giocatore, non posso pensare che un non titolare nel Porto possa venire a Roma a farlo a discapito di Veretout. Non è un bambino come Mourinho ha definito altri centrocampisti ma da qui a essere un giocatore che prende in mano la squadra ce ne passa. Non si può mandare via Mourinho, sta facendo male adesso però sono situazioni che vanno portate avanti, devi crederci”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio pomeriggio 104.5): “Nel calcio di oggi dove si giocano molte partite e si possono fare 5 sostituzioni, il fatto dei titolari non è più un problema, lo era anni fa. Oliveira parte alla pari con Cristante e Veretout. La cosa importante è che i Friedkin siano convinti di Mourinho”.

Ugo Trani (Centro Suono Sport 101.5): "Zaniolo è un giocatore importante ma oggi non può darti come Abraham. Siamo convinti che il procuratore di Zaniolo voglia sedersi? Il procuratore ha altri giocatori oltre a lui. Strategicamente con un contratto più basso a Zaniolo, si fa una trattativa migliore anche in caso di cessione. Mancini un po’ di mercato ce l’ha, ma è uno di quelli che parla nello spogliatoio, per cui lo vogliono tenere. Fino all’ultimo sono convinto che Diawara possa partire. Se dai Diawara al Marsiglia puoi anche prendere Kamara. Io mi prenderei Ndombelé ma è più facile prendere Kamara. La Roma, ho saputo stamattina, ci sta lavorando".

Antonio Felici (Centro Suono Sport 101.5): “Tra Ndombele e Kamara si fa sicuramente preferire il primo. Il francese non rientra nei piani dell'allenatore ma questo non significa che sia scarso. E’ sicuramente il nome più importante accostato alla Roma nel mercato di gennaio, se ci fosse la possibilità di prenderlo lo farei senza dubbio, farebbe fare il salto di qualità al centrocampo della Roma. Apprezzo anche Kamara, che è giovane ed è titolare da anni nel Marsiglia. 

Francesco Balzani (Centro Suono Sport 101.5): “Surricchio è un 2006 che interessa alla Roma in chiave Primavera. Se si riesce a piazzare Diawara e sostituirlo con Ndombele o Kamara sarebbe ottimo, l’obiettivo è far felice Mourinho. Con uno dei due sarebbe un mercato molto buono. Kamara è più facile per la formula, perchè va in scadenza e perchè il Marsiglia ti deve dei soldi. Bisogna convincere lui a preferire la Roma alla Premier League, in particolare il West Ham. Mourinho vorrebbe Ndombele ma bisogna trovare la formula giusta. E’ un'operazione più complessa. Alla Roma uno come Ndombele manca, Conte ha risposto più volte a domande su di lui dicendo che non riesce a capire quale possa essere il suo ruolo all’interno del suo gioco. Bisognerà comunque aspettare un’uscita". 

Alessandro Austini (Teleradiostereo - 92,7): "Sergio Oliveira me lo aspetto in campo. L'allenatore ha sottolineato dei problemi che credo siano reali. La qualità generale della rosa è quella che è. La Roma è migliorabile in tutte le posizioni".

Furio Focolari (Radio Radio Mattino - 104,5):" Mettersi le toppe non vuol dire mettersi un vestito nuovo: se togli Veretout e Cristante e metti Oliveira e Kamara non fai un grande salto di qualità. Il Marsiglia l'ho visto diverse volte e Kamara non mi ha rubato l'occhio".

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino - 104,5): "Quando Veretout è a corto di energie va incontro a delle difficoltà. Ma quando sta bene è importante. Avere un uomo in più a centrocampo è importante. Devi avere la lungimiranza di non trovarsi a giugno con dei calciatori che hai sotto contratto e che fai fatica a destinare da qualche altra parte".

Xavier Jacobelli (Radio Radio Mattino - 104,5): "Il segnale che sta arrivando è chiaro. Mourinho viaggia in sintonia con la società e questo è importante per il prosieguo della stagione seppur i risultati non siano entusiasmanti. I 2 nuovi arrivi confermano quanto Mourinho sia saldamente in sella. Il suo è un percorso triennale. E' importante che la squadra reagisca in campionato".