‘RADIO PENSIERI’, BALZANI: “Totti titolare solo nel 2014”, LO MONACO: “Accanimento? Conte è l’opposto della sportività”

di finconsadmin

(Redazione ForzaRoma.info) Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali. (AGGIORNA)

EZIO SELLA (Rete Sport): “Montella giocherà col solito 4-3-3 e cercherà di valorizzare le singole caratteristiche di ogni giocatore. La Roma non deve subire troppa la qualità dei viola. Ci sarà da essere aggressivi nella zona di centrocampo cercando di bloccare le loro fonti di gioco. Aggredire il portatore di palla e poi ripartire e colpire subito in contropiede. Ma cambierei modulo, giocherei col 4-2-3-1. Borriello punta centrale e ai lati Gervinho e Ljajic. Con Pjanic centrale dietro la punta e mediani De Rossi e Strootman. E senza Florenzi”

 

FRANCESCO BALZANI (Centro Suono Sport):  “Totti con la Fiorentina? Io credo che rivedremo Totti dal 1′ solo nel 2014 ma e’ giusto portarlo in panchina anche come pungolo per i compagni. Rischiare un giocatore così immenso per una-due partite rappresenta un pericolo troppo grande per una squadra che dimostrato di dipendere dal capitano. Con la Fiorentina la Roma potrà finalmente fare il proprio gioco anche se credo che Montella non rischierà la difesa a tre. Tra Borriello e Ljajic vedo favorito il primo per domenica. Scambio Cuadrado-Gervinho? E’ dura, nell’immediato mi tengo l’ivoriano ma come prospettiva Cuadrado e’ meglio”.

 

 

DANIELE LO MONACO (Rete Sport): “Conte non dovrebbe parlare. E’ l’esatto opposto della sportività. Fa di tutto in campo, in panchina, nel post partita, e qualsiasi cosa fa è una vergogna. Nonostante per me sia il miglior allenatore d’Italia. Percentuale di vedere Totti titolare contro la Fiorentina? 1%. Molto basse. Ma questa Roma può segnare alla Fiorentina. La Roma soffre con le squadre che si chiudono e la Fiorentina non è squadra di questo tipo. L’importante è che la Roma chiuda bene gli spazi. Io comunque sfrutterei Ljajic , per le motivazioni che porta. Quindi giocherei con Gervinho-Florenzi-Ljajic, e mi terrei Borriello come alternativa”

 

ENRICO MAIDA (Rete Sport): “Cori dei bambini della Juve? Il problema non è la parola in sè, ma il fatto che sia stata una curva istruita a dire questo. Non ce l’ho coi ragazzini, ma con chi li ha indirizzati a questo comportamento. Come fa a dire Conte che questo è accanimento? Portare Totti in panchina domenica sarebbe un passo avanti. Ma se giocherà a Milano, quella potrà essere una partita giusta per lui. San Siro stimola particolarmente l’estro di questo campione. Contro la Fiorentina molto dipenderà da come Garcia organizzerà la fase di raddoppio di marcatura. Piuttosto, la Roma ha la possibilità di rivedere Destro su un campo di calcio?”

 

GUIDO D’UBALDO (Radio Radio): “La difficoltà più grande che incontrerà la Roma sarà quello di fermare Cuadrado. Lui per la Fiorentina è come Totti per la Roma. Ha meno esperienza ma quando è in giornata è devastante. Sulla sua fascia, pi, la Roma è in difficoltà e lo ha dimostrato. Garcia deve preoccuparsi di fermare Cuadrado”

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio):  “Ho guardato attentamente la Fiorentina contro il Verona ed ho trovato molti punti deboli, soprattutto in difesa e sulle fasce. Montella è costretto a fare una difesa a quattro ma non ha i giocatori giusti. Domenica si incontrano due squadre che fanno tanto possesso palla, ma la Roma è più potente a centrocampo ed ha tutto per poter fare il suo gioco”

 

FRANCO MELLI (Radio Radio): “Fino ad oggi la Roma è stata fermata dagli esuli romanisti, e domenica ne viene uno tra i più importanti come Montella. La Roma dice di stare meglio come seconda invece che prima. La società non dice nulla nei confronti degli errori arbitrali che hanno condizionato le ultime partite. Speriamo che contro i viola Garcia abbia il braccino giusto, perchè ultimamente lo ha avuto corto. la Fiorentina è una grande squadra ma senza difesa”

 

MIMMO FERRETTI (Teleradiostereo): “Vedo gente che piange di disperazione in giro per strada. La Roma è seconda a tre punti dalla Juventus, non è successo niente. Il calo dei giallorossi? Non so se sia una questione mentale, fisica, o il fatto che adesso gli avversari si coprono di più lasciandoti meno spazio per le ripartenze. Io non penso che la Roma sia stata mal allenata. Totti deve andare in panchina anche se non pronto per giocare. Ti da sicurezza. La partita contro la Fiorentina sarà una gara spartiacque”.

 

RICCARDO TREVISANI (Teleradiostereo): “La Roma ha avuto un calo? Da troppe parti vedo che non si vede l’ora di poter affermare che la Roma non si sia allenata a sufficienza durante il ritiro a Riscone di quest’estate. La verità però è ben diversa: i giallorossi hanno concluso tutte le ultime 4 partite in crescendo creando tante palle goal limpide. Penso sia più un fattore psicologico piuttosto che fisico.

 

UBALDO RIGHETTI (Teleradiostereo): “Il calo della Roma? Ho parlato con degli addetti ai lavori e mi dicono che questa preparazione che ha fatto Garcia va sempre sollecitata. Non ha mai fatto carichi massimali. Quindi è probabile che ci sia un richiamo durante la pausa natalizia”.  

 

MARIO CORSI (Centro Suono Sport): “Come può Baldissoni dire che gli stanno rubando lo scudetto vista la situazione con la Roma? La Roma è la vittima designata, non sarebbe il primo scudetto che gli rubano. La squadra è pronta per massacrare la Fiorentina, che è una signora squadra, ma la tattica gli porta a subire. I due punti fragili della Roma sono un po’ gli esterni”.

 

JONATHAN CALO’ (Centro Suono Sport): “La Fiorentina con la difesa a 3 si trova molto meglio, ora mancano gli esterni, non ho capito le scelte di Montella. Ha cercato un po’ troppa spettacolarizzazione, ma forse hanno pagato anche l’infortunio di Gomez”.

 

MAX TONETTO (Teleradiostereo): “Il calo della Roma può avere diverse cause. La più probabile, secondo me, non è il fatto di aver fatto poco fondo durante il ritiro ma i tanti infortuni muscolari che hanno avuto i giallorossi. Quando perdi i giocatori per infortuni muscolari e poi li recuperi, perdi sia il tono del muscolo sia il fiato”.

 

DAVID ROSSI (Teleradiostereo): “La Roma la vedo in calo netto. Il fatto di aver fatto poco fondo durante il ritiro di Brunico ti ha fatto sprintare nelle prime partite ma adesso ne paghi ne conseguenze. Contro l’Atalanta arrivava sempre seconda sul pallone. A Gennaio bisogna intervenire perchè è chiaro che le seconde linee sono molto lontane dalla qualità dei titolari”.

 

 ALESSANDRO ANGELONI (Rete Sport) Sono infastidito da questa attitudine del  mettere le mani avanti, penso che sia molto più produttivo dire che la Roma è li e che lotterà per lo scudetto sino alla fine. Spero che Garcia all’interno dello spogliatoio sia diverso da quello davanti ai microfoni. I giocatori devono credere allo scudetto”.

 

 UGO TRANI (Rete Sport) “Se vuoi rimanere competitivo devi puntare i giocatori che sono nelle grandi d’europa, che non hanno bisogno di troppo tempo per ambientarsi e che abbiano l’obbiettivo di andare al mondiale, calciatori motivati questo serve. Poi io ricordo sempre che c’è la 9 libera per Falcao…”

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport) ” Non è detto che devi sempre giocare bene per vincere, se gli arbitri ti danno quello che ti aspetta puoi fare punti anche in giornate non positive dal punto di vista del gioco. Non sono fiducioso per l’incontro tra Pallotta e il sindaco, finchè non c’è la legge sugli stadi si potrà fare poco. l’addio di  Julio Sergio? il portiere brasiliano con quella parata su Floccari ci ha regalato uno dei momenti più belli in assoluto”.

 

ROBERTO RAMBAUDI (Radio Manà Manà Sport): “Contro la Fiorentina credo che Borriello non serva; inserirei Ljajic per non dare riferimenti ad una difesa come quella dei viola“.

 

TIZIANO CARMELLINI (Radio Manà Manà Sport): “Tra le due linee mediane di Roma e Fiorentina scelgo sicuramente quella dei giallorossi vista la chimica chi si è creata nel corso della stagione, anche se Borja Valero è davvero un gran bel giocatore”.

 

FABIO MACCHERONI (Radio Manà Manà Sport): “Ljajic è potenzialmente un grande giocatore, col rientro di Totti torneranno tutti a dare un grande contributo. Le linee mediane di Roma e Fiorentina sono i punti di forza di entrambe le squadre ma entrambe si sorreggono su sottili equilibri. Per i viola l’elemento fondamentale è Pizarro, per i giallorossi Pjanic. Ljajic può ancora dare molto, non è bocciato è rimandato”.

 

MAX LEGGERI (Radio Manà Manà Sport): “Ciò che è accaduto a Varsavia è davvero vergognoso. Ad azione corrisponde sempre una reazione e la reazione da parte delle autorità italiane non è stata degna del nostro paese non tutelando prima che dei tifosi laziali, dei cittadini italiani. Batistuta è uno dei 3 migliori centravanti degli ultimi 20 anni. Io sono ottimista con il ritorno di Totti, tutti torneranno a migliorare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy