‘RADIO PENSIERI’, FOCOLARI: “Pellegrini vuole dieci scudetti? E io vorrei uscire con la più bella del mondo…”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “L’Atalanta per tradizione è un cliente scomodo per i giallorossi. Dalla lite Papu-Gasp si stanno risollevando, con la Juve meritavano i tre punti. Serve una grande Roma”. 

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Il campionato è lungo, siamo solo a dicembre e bisogna andarci cauti sulla Roma. Fonseca ha annunciato tre cambi: Mirante e Karsdorp sono abbastanza sicuri, mentre il terzo potrebbe essere Cristante in mediana al fianco di Veretout. Io però Villar non lo leverei e non sposterei Pellegrini dalla trequarti. Pedro ultimamente non mi sembra in grande forma, lasciarlo fuori di nuovo non sarebbe lesa maestà”.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “La Roma con le grandi finora ha dimostrato di avere qualcosa in meno e l’Atalanta è una grande. Pellegrini dice che vuole vincere dieci scudetti? È una battuta, pure io vorrei uscire con la donna più bella del mondo…”. 

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “L’obiettivo della Roma è rientrare in Champions. Ho apprezzato il profilo basso di Fonseca. Basta un pareggio per uscire dalle prime quattro, è un campionato complicato. Mirante è il primo portiere, per me non ci sono dubbi. L’Atalanta senza Gomez è una squadra più debole, ha fatto la differenza in questi anni. Tutti esaltano Villar, ma sta facendo cose normali”. 

Stefano Petrucci (Teleradiostereo 92.7): “La partita contro l’Atalanta sarà difficilissima. Giulini vuole tutta la clausola per Nandez? Se lo tenesse, è una valutazione assurda. Dal Cagliari non prenderei nemmeno Cragno”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92.7): “Tanti osservatori assicurano che Reynolds sia molto bravo: è un giocatore particolare, non ha un fisico da terzino, è molto alto e veloce. Parliamo da un’offerta ufficiale da più di 7 milioni di euro: è un investimento molto importante. La Roma ha bisogno di un portiere, e ne ha bisogno subito: il titolare resta Mirante, Pau Lopez ha avuto tante occasioni e non le ha sfruttate”. 

Gianluca Lengua (Radio Radio Mattino 104.5): “Per Fonseca la sfida con l’Atalanta è una prova del 9: batterla sarebbe importante per lui e per il suo futuro nella Roma. Una vittoria darebbe un segnale importante al campionato, ma non parlo di scudetto se non a maggio all’ultima giornata: questa è una squadra che ha ancora delle difficoltà. I giallorossi possono competere per i primi 4 posti in classifica, ma tutto passa anche dal battere squadre più attrezzate. Il fatto che l’Atalanta sia al momento sotto alla Roma in classifica può dare coraggio a Fonseca: è lui che deve infondere fiducia a una squadra ricca di giocatori di qualità”.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Mattino 104.5): “Fonseca potrebbe aver metabolizzato le difficoltà che comporta il giocare contro Gasperini e la sua marcatura a uomo a tutto campo: lo scorso anno all’Olimpico provò per la prima volta a fare la difesa a 3, con questo assetto tattico affrontare l’Atalanta potrebbe essere più semplice e la squadra ha ormai metabolizzato il modulo”.

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino 104.5): “In una partita così importante contano qualità ed esperienza: con tutto il rispetto per Villar, un giocatore come Pedro lì davanti può far male. La vicinanza dei Friedkin fa molto bene alla squadra, il vantaggio economico che vogliono trarre dal club può andare di pari passo con le ambizioni dei tifosi”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino 104.5): “Atalanta-Roma è una partita apertissima: i nerazzurri hanno vinto a Liverpool e hanno messo in grande difficoltà la Juventus. L’unico anello debole della Roma, una squadra che sta vincendo tutte le partite, sono gli scontri diretti: è la classica gara da tripla”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino 104.5): “Quella contro l’Atalanta sarà una grande partita: mi aspetto la vittoria della Roma. Mkhitaryan è il migliore della Roma in questo momento, ma anche Pedro a inizio stagione è stato protagonista: sono stati loro a cambiare faccia alla Roma, è giusto confermarli”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino 104.5): “Fossi nella Roma correrei a prendere il Papu Gomez. Villar è una bella conferma, ma Pedro si aspetta di fare il titolare: mi sembra problematico spiegargli un’ulteriore panchina”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino 104.5): “Quella con l’Atalanta è una partita diversa rispetto alle ultime settimane. La Roma non può basarsi sulle vittorie con Bologna e Torino, deve cambiare marcia e andare a vincere: se ci riesce si mette nei primi posti e non li lascia più. Dzeko non lo vedo in buone condizioni dal rientro dal Covid: i giallorossi hanno bisogno di una sua prestazione di alto livello”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino 104.5): “Contro l’Atalanta giocano i titolari, Pedro deve stare in campo: per far giocare Villar dovresti rinunciare a giocatori che fanno la differenza. L’Atalanta non ha una grande difesa, nella partita importante Fonseca si affiderà ai più esperti”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy