‘RADIO PENSIERI’, VOCALELLI: “Per la Roma mi auguro un 2019 in cui l’obiettivo sportivo diventi la priorità”

‘RADIO PENSIERI’, VOCALELLI: “Per la Roma mi auguro un 2019 in cui l’obiettivo sportivo diventi la priorità”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Tra le istantanee dell’ultima giornata di campionato metto Cristante della Roma. Era partito male, ma prima che finisse l’anno solare ha fatto in tempo a dimostrare che è un ottimo acquisto. In questo finale d’anno è stato scongiurato il peggio, credo che Di Francesco riuscirà a rimanere sulla panchina della Roma per questa stagione. Da qui a dire che la Roma ha fatto quello che ci si aspettava ce ne passa, non può stare in questa posizione di classifica. Nel 2018 la Roma è stata una squadra inaffidabile, molto discontinua. È passata da partite molto belle a altre inconcepibili, l’affidabilità non è stata una sua caratteristica. Diventare affidabile è l’obiettivo del 2019, insieme al quarto posto e magari ai quarti di Champions”.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “La Roma non mi ha convinto così tanto, bisognerà vedere se continuerà con questo trend delle ultime gare anche nelle prossime. Nonostante tutto, la Roma è ancora lì: è agli ottavi di Champions e a due punti dal secondo posto. Credo che alla fine Schick resterà, si è salvato con l’ultima partita. Non è sicuramente il titolare, Dzeko continuerà a giocare dal 1’. De Rossi recupererà, ma serve un calciatore che possa prendere il suo posto davanti alla difesa visto che Nzonzi e Cristante non impostano. Dobbiamo anche capire cosa succederà a De Rossi, se rinnoverà o meno. Dal 2019 della Roma mi aspetto che non si parli più di obiettivo quarto posto ma di obiettivo scudetto. So di chiedere troppo, ma prima del cambio di proprietà le aspettative erano quelle. Questo abbassamento delle aspettative non mi piace, spero che si riprenda a guardare in alto. Pastore? Si farà di tutto per recuperarlo e farlo diventare un calciatore presentabile, ma non credo che si riuscirà a darlo in prestito da qualche parte. Per me l’errore è all’origine, non si doveva acquistare un calciatore del genere. Con il ritorno di Lorenzo Pellegrini, Zaniolo tornerà in panchina”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Spero che le discussioni attorno a Di Francesco finiscano, se dovesse arrivare un’altra sconfitta mi auguro che non si rinizi a dire che il problema è lui. Mi auguro che qualcuno abbia buttato i numeri di Sousa e Blanc… si pensi a dare serenità a quest’allenatore. I problemi della Roma di questi mesi hanno coinvolto anche l’allenatore, ma era il meno responsabile. Non credo che la crisi della Roma sia definitivamente alle spalle, aspetto ancora le partite con Torino e Atalanta. La Roma ha le potenzialità per arrivare quarta, quindi l’obiettivo per il 2019 deve essere il quarto posto. Spero che arrivi anche un quarto di finale di Champions: lo scontro col Porto non è facile ma è alla portata della Roma. Mi auguro anche che arrivi un anno in cui si fanno le cose per crescere e migliorare e non per cambiare e ripartire ogni volta: spero che l’obiettivo sportivo diventi una priorità”.

Francesco Di Giovambattista (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Il primo tempo di Parma-Roma è stato inguardabile nel complesso. Under è ancora troppo altalenante, mi aspettavo un po’ di più. Credo che il meglio si debba ancora vedere in alcuni giocatori della Roma. Più della metà degli acquisti fatti, in questo momento non sta facendo la differenza”.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Contro il Parma la Roma ha dimostrato di aver ritrovato anche quella qualità del gioco che aveva smarrito a inizio stagione. Il mercato di gennaio? Dovremo aspettarci un paio di rinforzi, la squadra sarà corretta. Schick? È importante non depauperare il patrimonio, quindi si proverà a rilanciarlo tenendolo in squadra e facendolo alternare con Dzeko. Credo che la Roma abbia le potenzialità per arrivare al quarto posto, per me ha qualcosa in più rispetto a Lazio e Milan. In questo 2019 sarà fondamentale il recupero di Lorenzo Pellegrini, può determinare il vero salto di qualità della squadra. Può essere il giocatore che può dare la svolta a questa seconda parte di stagione della Roma. Credo che sia molto difficile trovare spazio in questa squadra per Pastore. Difficile parlare di mercato, ma se dovesse spuntare un estimatore, la Roma potrebbe lasciarlo partire anche soltanto in prestito”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “La Roma sta mettendo alle spalle la crisi, i segnali si erano già visti nel secondo tempo contro la Juve. È vero, è una squadra con ancora tanti punti interrogativi”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini (Teleradiostereo 92,7): “Dobbiamo rimanere con i piedi per terra, abbiamo battuto Sassuolo e Parma. Ma era proprio con squadre come queste che non eravamo riusciti a vincere. Abbiamo rivisto una squadra che cerca il pallone, giocatori con più coraggio”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma è incerottata come la Lazio, tutti la danno favorita al quarto posto ma non c’è mai stata quarta. Con solo i giovani, il quarto posto se lo sogna”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Tra Roma e Lazio vedo favoriti i giallorossi, ma davanti a loro vedo il Milan. Cristante dà garanzie e vede anche la porta. Chi mi interessa di più è Lorenzo Pellegrini, mentre Zaniolo ha prospettive ma bisogna andarci piano”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma da quando ha scomodato Totti le cose dal punto di vista arbitrale vanno meglio. Siamo passati con Di Francesco che doveva andar via a vederla favorita per il quarto posto dopo aver vinto con Sassuolo e Parma. Monchi ha sbagliato tutto, vi sembra possibile sia in questo posto in classifica dopo metà campionato?”.

Alvaro Moretti (Radio Radio Mattino – 104,5): “In prospettiva vedo il sorpasso della Roma sulla Lazio. Se lo lasciano lavorare Di Francesco anche quest’anno ha fatto un ottimo lavoro, con una squadra giovane e con un progetto che serve alla Roma, ma non ai tifosi della Roma. Se Di Francesco va via lascia un bel tesoretto. I migliori giovani che stanno venendo fuori nel campionato sono quelli della Roma”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “Le parole di Monchi, che ammette i suoi errori, rivaluta un po’ le nostre critiche che gli avevamo mosso. Ha comprato molti giovani che ci hanno messo un po’ per mettersi in vista. Ora sono stati loro a tirar fuori la Roma dalla crisi”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Roma, Lazio e Milan si giocheranno il quarto posto fino alla fine. La Roma, per il momento, mi ha deluso perché mi aspettavo un terzo o quarto posto a fine 2018. Però non è lontano dal quarto posto. Deve cambiare passo, però, perché ha subito troppe sconfitte: credo sia destinata a crescere”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Lazio o stravince le partite così che gli arbitri non le possono fare niente, oppure per il quarto posto sarà lotta Roma-Milan. Pastore e Schick restano perché non ci sono club disposti ad acquistarli e la Roma deve fare di tutto per ritrovarli. La Roma è squadra destinata a crescere, però anche nel 2019 qualche flop bisognerà aspettarselo. Io dico che lotterà per il quarto posto fino alla fine del campionato. Deve invertire un po’ la marcia”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Per il quarto posto Roma e Milan sono favorite, con i giallorossi favoriti perché è venuta fuori da due crisi importanti. Menalmente e tecnicamente ha più possibilità delle concorrenti. Alla Lazio manca ancora qualcosa soprattutto in attacco, perché si fida solo di uno o due giocatori. Troppo poco”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy