‘RADIO PENSIERI’, PIACENTINI: “Prima della conferenza pensavo che domani giocasse Cole, ora vedo una chance anche per Holebas”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali.

di finconsadmin

JACOPO SAVELLI (Rete Sport): “In una partita secca può succedere di tutto e quindi ci può stare che il Milan batta la Juve. Questo però non cambia nulla in vista del campionato: l’unico avversario della Roma per lo scudetto sarà la Juventus, a prescindere dalla gara di stasera. La Roma, Zeman non avrebbe dovuto richiamarlo, è stato un errore”

 

ANGELO MANGIANTE (Rete Sport): “Non bisogna avere fretta con Uçan, è molto forte tecnicamente ma deve abituarsi agli allenamenti di Garcia, soprattutto sotto l’aspetto fisico. Tra il Milan e la Juve c’è una categoria di differenza, ma i rossoneri hanno ritrovato entusiasmo e un presidente”

 

PIERO TORRI (Tele Radio Stereo): “Non capisco perchè la Primavera non possa giocre la Youth League qui a Roma. E’ inconcepibile che i ragazzi debbano andare fino a Rieti. Anche io vedo più Holebas di Cole titolare domani contro il Cagliari, anche se il mio rimpianto per Dodò è sempre grande”

 

FEDERICO NISII (Tele Radio Stereo): “Penso che Emanuelson giocherà veramente poco questa stagione. Zeman ha fatto bene la prima volta con la Roma, quando è tornato ha fatto moltissimi errori, basti pensare alla gestione di Pjanic e De Rossi”

 

GIANLUCA PIACENTINI (Tele Radio Stereo): “Prima della conferenza stampa pensavo avesse sicuramente giocato Cole contro il Cagliari. Adesso però vedo qualche chance anche per Holebas. Visto l’impiego di Emanuelson, Dodò avrebbe potuto avere spazio in questa rosa”

 

MIMMO FERRETTI (Tele Radio Stereo): “Lasciare fuori un Maicon così è difficile. Deve riposarsi? Ma io dico che in estate si è riposato un bel po’. Complicato lasciare fuori sia il brasiliano che Cole. Gli attaccanti di Zeman sono attaccanti veri. Ci sono grandissimi punti interrogativi. Ascoltando la conferenza stampa di Garcia mi sono chiesto. Totti sì o no? Secondo me la Roma ha più bisogno del suo Capitano domani che contro il Parma”

 

ALESSANDRO ANGELONI (ReteSport): “Non credo che Zeman verrà fischiato. L’amore potrà essere un po’ scemato, ma non è e credo non sarà mai tra i nemici della Roma. I suoi problemi furono con la società e con qualche calciatore, mai con i tifosi”.

RICCARDO GENTILE (ReteSport): “L’arrivo di Allegri non ha portato cambiamenti al momento. Nessun contraccolpo. Ma credo che alla lunga la mancanza di quel carisma, di quell’ esasperazione per i dettagli, potrà fare la differenza”.

 

PAOLO ASSOGNA (ReteSport): “Io credo che domani Totti giocherà ancora. Il grande vantaggio contro il CSKA ha permesso a tutti di risparmiare qualche energia, quindi credo ce la farà a giocare un’altra partita”.

 

PAOLA DI CARO (ReteSport): “Al di là di cosa è successo l’anno scorso, Zeman merita rispetto a prescindere. E’ il Pannella del calcio. Una partita che mi diede una delle gioie più grandi della mia vita fu il derby con la Lazio dallo 0-3 al 3-3 in rimonta. Piansi quando andò via la prima volta”.

 

LUCA VALDISERRI (ReteSport): “Nutro grande rispetto per Zeman. Il suo Foggia ed il Pescara di Galeone furono due squadre che mi fecero vedere qualcosa di diverso, di innovativo. Milan-Juve? Credo vincerà la Juventus. A i rossoneri mancano alcuni giocatori importanti soprattutto in difesa. Sono curioso di vedere l’attacco che schiererà Inzaghi”.

 

ALESSANDRO PAGLIA (Roma Radio): “E’ una cosa strana il Cagliari di queste prime partite. Dopo Roma e Juventus, è stata la squadra che ha fatto più passaggi. Sembra ancora un cantiere aperto. Di solito le squadre di Zeman si sa come giocano. Quest’anno ancora non si è capito bene come si comporta questo Cagliari. Il fatto che arrivi adesso questa partita per la Roma è un bene.”

 

ANDREA DI CARLO (Rete Sport): “Quella col CSKA è stata una serata stregata, hai vinto ma hai perso i pezzi. Castan continua a non stare benissimo per questa forma di otite che si avvicina molto ad una labirintite. Pjanic potrebbe riposare con il Cagliari, mentre lì davanti (oltre la staffetta Totti/Destro) Florenzi e Gervinho sono i favoriti. Ljajic resta l’ultima scelta di Garcia”.

 

GIUSEPPE AVESANI (Tele Radio Stereo): “Il Cagliari è un grande cantiere, dato il cambio di proprietà e del modulo. C’è bisogno di tempo per assimilare tutto ciò, c’è fatica ad accontentare il tecnico ma qualcosa si è già visto. E’ un Cagliari 2.0, che si è gettato sui social network, aprendo le porte alla stampa e puntando su ragazzi sconosciuti che dovranno maturare sotto la guida di Zeman”.

 

DAVID ROSSI (Roma Radio): “Siamo alla scoperta di un nuovo mondo. Abbiamo una partita ogni 3 giorni. Tutto quanto viene amplificato dal fatto che oltre alla Champions c’è anche il turno infrasettimanale di campionato. Intanto ogni partita me la gioco con chi sta meglio fino alla morte anche perché se è vero che tu hai una panchina lunga come dicono, sei in grado di fronteggiarle tutte.”

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “ Non vedo particolari problemi per la Roma contro il Cagliari. Potrebbe essere la partita più divertente del week-end, mi aspetto un numero elevato di goal. Se la Juve non vince con il Milan stasera, la Roma potrebbe volare in testa domani. Genoa-Lazio? Il Genoa meritava di vincere contro il Napoli, non è facile vincere lì in questo momento della stagione. Poi però le amicizie tra presidenti, spesso, fanno si che non vengano rispettati i valori del campo”.

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio): “Milan-Juventus? Il Milan ha estusiasmo ma la differenza tecnica tra le due squadre è molto grande. Vedo i bianconeri vincitori ma il pareggio non è ipotesi remota. La Roma? Non scherziamo. Non si possono perdere punti in casa contro questo Cagliari.

 

FRANCO MELLI (Radio Radio): “ Roma-Cagliari? La Roma vincerà agevolmente, probabilmente due goal di scarto. A Roma Zeman venne esonerato proprio contro il Cagliari e torna con una squadra che difficilmente potrà impensierire i giallorossi.

 

FURIO FOCOLARI (Radio Radio): “ La Roma dalla cintola in su è una squadra devastante, ma in difesa per me ha dei problemi evidenti. Zeman ha le sue solite idee strampalate. Non fa giocare Ibarbo che è l’unico giocatore internazionale per far giocare Farias. La Roma li distruggerà. Uno fisso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy