‘RADIO PENSIERI’, FOCOLARI: “Il discorso di Fonseca sulla pressione è stato perfetto”

‘RADIO PENSIERI’, FOCOLARI: “Il discorso di Fonseca sulla pressione è stato perfetto”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Checco Oddo Casano (Centro Suono Sport – 101,5): “Avanti con Paulo Fonseca, che al netto di alcuni errori commessi come qualsiasi altro tecnico, anche oggi in conferenza ha espresso concetti in totale discontinuità con quanto ascoltato da tanti tesserati della Roma negli ultimi anni. Il lusitano oggi ha fatto capire che non ha nessuna intenzione di mollare la nave, anzi ha rilanciato, ribadendo la sensazione che personalmente ho sempre nutrito su di lui: Fonseca oggi complessivamente è più forte della squadra che ha a disposizione. Ricominciare da capo con un’altra guida tecnica vorrebbe dire ripartire non da zero, ma da sotto zero, mentre gli altri, Lazio, Inter, Napoli, Atalanta continuerebbero a costruire“.

Max Leggeri (Centro Suono Sport – 101,5): “Domani sera all’Olimpico ci saranno poco meno di 20 mila tifosi: un altro segno tangibile del fallimento di questa società, un altro segno evidente del processo di romettizzazione che ha contribuito ad allontanare tantissimi tifosi dallo stadio e dalla Roma. Quando parlo di Pallottismo da estirpare, mi riferisco principalmente al processo d’assuefazione alla mediocrità che ha prodotto solo un graduale allontanamento di parte della tifoseria. Sto con Paulo Fonseca: non leggo il futuro, ma ancora oggi, spero e credo, che possa essere l’allenatore giusto anche con l’avvento di una nuova proprietà. Un tecnico che altrove ha espresso un grande calcio e ha vinto dei titoli, è una persona cordiale, elegante, che mi ispira fiducia, sempre disposto al dialogo“.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La risposta di Fonseca sulla pressione è stata perfetta. Per quanto riguarda Smalling sarebbe una cosa importante per la società tenerlo“.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Dopo la notizia riguardante l’incontro, l’entourage di Fonseca ci ha tenuto a precisare che non c’è stato nulla“.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “In questo momento la Roma deve pensare a vincere e strutturarsi, piuttosto che pensare ai giocatori da comprare o no. Non credo che la Roma abbia giocatori scarsi. Qualcosa di importante l’abbiamo vista, poi c’è stato il crollo verticale“.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La Roma dovrebbe riscattare Smalling se si parla di 20 milioni. Alla fine Ibanez è un giovane di prospettiva. Qualsiasi direttore dovesse venire dovrebbe confermare Smalling“.

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Perché Smalling dovrebbe chiarire adesso la sua posizione? Alla fine il Manchester United continua a chiedere 20 milioni. Servirà trovare l’accordo“.

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “Il Gent ci crede perché guarda le partite della Roma. Si devono temere i belgi. In questo momento buio, Fonseca farà leva sul fatto di poter giocare ancora la coppa. Se la Roma si mette in testa di fare la Roma ha buone possibilità di proseguire il suo cammino in Europa. Obiettivo comunque difficilissimo: i giallorossi dovrebbero fare qualcosa che non gli è mai riuscito nella storia. Bisogna giocarsela. E’ l’ultimo appiglio per tornare alla positività. Non c’è stata una frattura: il problema mentale è sinonimo di scarso impegno, per cui un procuratore può essere spinto a salvaguardare i giocatori. Fonseca poi si è conquistato la fiducia del gruppo, mettendo anche in panchina Florenzi e Kolarov”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Per la Roma sarà difficile battere il Lecce. La squadra di Liverani vive un momento felice e all’Olimpico ha fatto tremare anche la Lazio. Non sarà una passeggiata. Nelle prossime tre partite (Lecce in casa, Cagliari fuori, Samp in casa) potrebbe fare anche solo 4 punti”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “Oggi dico che per la Roma è impossibile sia vincere l’Europa League che arrivare quarta. La Roma deve riprendersi per poi pensare ad altro. Oggi non è in grado di fare nulla. Probabilmente la Roma le prossime due le vince, ma oggi come oggi non va da nessuna parte. Deve dimostrare qualcosa”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “Ma perché questa Rma deve vincere per forza l’Europa League? Piuttosto si concentri sul campionato. A Fonseca dico che non può essere solo una questione di testa, è anche fisica, Bisogna battere il Gent e fare almeno 7 punti nelle prossime tre di campionato”

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Vediamo domani se ci sarà ancora una rivoluzione nella formazione. Domani serve una vittoria con una prestazione convincente. Aiuterebbe poi a recuperare fiducia in campionato. Inutle fare tabelle, ma adesso ci sono tre partite che possono aiutare a fare nove punti, sperando che l’Atalanta lasci qualche punto per strada. Nelle prossime tre partite di campionato la Roma può fare 9 punti, o almeno 7. Sarebbe importante di restare in Europa. Turno abbordabile”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Non si può aver paura del Gent. Se la Roma fa il suo vince e poi passa il turno. I senatori si arrabbiano con Fonseca? Lo facessero anche in campo risolvendo le partite”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy