‘RADIO PENSIERI’, AUSTINI: “Parma squadra perfetta per mettere in crisi la Roma”

‘RADIO PENSIERI’, AUSTINI: “Parma squadra perfetta per mettere in crisi la Roma”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92,7): “Il Parma ha messo in difficoltà anche la Juve, è la squadra perfetta per mettere in crisi la Roma. Sarà una partita difficilissima e ieri Di Francesco l’ha detto. Spero che la squadra sia pronta a cambiare atteggiamento: loro aspettano e con una palla ti ripartono. Dzeko? Mi auguro possa segnare il terzo gol in Serie A, sarebbe l’ora. Se Schick non avesse avuto problemi credo avrebbe giocato lui, mentre capisco la scelta su Perotti perché è troppo rischioso fargli giocare due partite consecutive. La Roma non arriva a fine anno in salute, anzi ci arriva con i cerotti”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Contro Gervinho metterei Jesus, che è un po’ più rapido. Ma è vero anche che il Parma è molto forte in area, di testa, e Fazio potrebbe essere utile. El Shaarawy quest’anno è stato il migliore degli esterni ed è uno che fa gol, e io chi fa gol lo metto sempre in campo. Davanti è più logico che giochi Dzeko, con Under a destra perché Perotti è difficile che faccia due partite di fila. Schick non si può abbandonare del tutto dopo una partita fatta bene. Di un centrocampista la Roma ha bisogno, Herrera mi piace; un difensore ci vuole e si può anche prendere un giovane perché ne hai già tre”.

Gianluca Lengua (Radio Radio Mattino – 104,5): “Under giocherà, ma non mi sta piacendo nell’ultimo mese, non è il giocatore che mi ricordavo dalla scorsa stagione. Una sconfitta al Tardini implicherebbe tantissimi problemi di classifica, quindi non è il momento di schierare giocatori per sperare nelle plusvalenze come nel caso di Schick: Di Francesco se ne frega del mercato come ha fatto l’anno scorso quando Pallotta voleva vendere Dzeko al Chelsea. Sul mercato alla Roma serve un regista davanti alla difesa, Cristante sta andando bene ma Nzonzi fa il compitino e De Rossi non si sa quando tornerà. Serve poi un centrale, accanto a Manolas Fazio e Jesus non danno garanzie. Monchi si vuole disfare di chi non sta facendo bene come Marcano, Karsdorp… Pastore ormai devi tenerlo e sperare di farci qualcosa”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Parma-Roma potrebbe essere una partita a sorpresa di questo turno, perché gli emiliani sono la vera sorpresa tra le squadre di metà classifica. La Roma deve vincere, altrimenti si complica di più una stagione iniziata male e Di Francesco tornerebbe in discussione. Le vittorie contro Genoa e Sassuolo hanno dato vita ad una nuova Roma. Dzeko e Schick? Se si mette male la partita Di Francesco li userà insieme in corsa d’opera. Gervinho come si ferma? Non gli devi dare campo e prevedere un difensore in seconda battuta. Rispetto ai tempi romani l’ivoriano è diventato più completo. Secondo me i giallorossi oggi vincono, non si può permettere di fare altro risultato. Sarebbe di nuovo caos”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma, come la Lazio, oggi potrebbe fare solo un punto, perché a Parma è una partita difficile. Di Francesco resterebbe in bilico come è nel suo destino quest’anno. La Roma, però, deve dare continuità almeno per tre o quattro partite. Il Parma non è facile come il Sassuolo. Il mio pronostico? X, ma Di Francesco si salva”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Io oggi farei giocare Dzeko perché Schick ha fatto bene contro il Sassuolo però è gracile fisicamente e due partite di seguito a poca distanza di giorni potrebbe essere negativo. Poi bisognerà vedere se tenerlo o mandarlo in prestito, perché se Dzeko riprendere a giocare come sa per il ceco ci sarà poco spazio. Il Parma si chiude molto, non ha grande qualità, ma davanti ha la velocità dei due attaccanti che può diventare pericolosa. Comunque non è un ostacolo insormontabile. Mi auguro che Di Francesco possa rimanere a lungo”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Io oggi darei fiducia a Schick per vedere se si conferma. Oggi il pericolo numero uno è Gervinho, a campo aperto sono in pochi capaci a fermarlo. La Roma deve stare attente e non perdere più punti, altrimenti sarà dura per arrivare al quarto posto. Il Parma è molto meno spavaldo del Sassuolo. La Roma deve essere paziente e sfruttare le occasioni che l’avversario ti concede. L’importante non concedere troppo al Parma”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy