‘RADIO PENSIERI’, BALZANI: “Con questa rosa è difficile fare meglio di Fonseca”

‘RADIO PENSIERI’, BALZANI: “Con questa rosa è difficile fare meglio di Fonseca”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Dzeko è un campione ogni tanto, la stagione della Roma non può basarsi su di lui”.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Ieri hanno giocato male sia la Lazio che la Roma, ma i biancocelesti hanno vinto perché i suoi campioni sono riusciti a fare la giocata giusta, quelli giallorossi no. Ora si sta attaccando a eventuali errori arbitrali, che non ci sono stati. È un limite questo, un fatto di mentalità”.

Antonio Felici (Centro Suono Sport – Te la do io Tokyo – 101,5): “Ieri non è stato un problema di atteggiamento, ma lo svolgimento anche tattico della partita mi fa dire che ieri Mazzarri a Fonseca gliel’ha incartata. Col Torino il reparto offensivo della Roma è da bocciare in toto: se non segna Dzeko non segna nessuno”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport – Te la do io Tokyo – 101,5): “La Roma ha un grande attaccante, che è Dzeko, ma non ha un grande bomber. Altre squadre come Inter, Lazio, Juve, non hanno questo problema: Edin fa un lavoro diverso ma ha fatto 16 gol in 50 partite e non sono tanti per un attaccante. Poi manca un regista e un terzino destro. Fonseca non sarà il miglior allenatore del mondo, ma con questa rosa è difficile fare meglio”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92,7): “La Roma ha provato in modo isterico a riprendere la partita, gli episodi a parte i pali non sono girati bene. L’arbitraggio ha contribuito tantissimo a innervosire la squadra, c’era un signore che non è in grado di stare ad alti livelli. La faccia di Di Bello mi ricorda Di Maio e poi mi è sempre stata antipatica… Non ci vedo volontà, ci vedo incapacità. Come fanno a essere ammoniti Diawara e Veretout e non viene ammonito un giocatore che trattiene nello stesso modo un giocatore della Roma? Come può non essere ammonito per la seconda volta Izzo, come fa a non vedere il fallo di mano di Smalling che si vedeva da un chilometro?”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Di Bello merita un 5 come voto. Nel primo tempo mancavano ancora sei secondi alla fine quindi non c’era da discutere: non capisco le proteste dei giocatori. Chi fa gol nella Roma? I giallorossi trovano la rete da palla inattiva. Lo scorso anno vicino a Dzeko c’era El Sharaawy, quest’anno invece manca quel tipo di giocatore”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Belotti ha vinto da solo. La Roma deve uscire rapidamente dalla meravigliosa suggestione di Dzeko, tornato alle solite prestazioni inquietanti. Povera Roma…”.

Alvaro Moretti (Radio Radio Mattino – 104,5): “Oltre alla prestazione della Roma, ieri mi ha sorpreso la conduzione di gara. L’arbitro è sembrato un po’ imbambolato, come tutti quelli della nuova generazione. Non mi è piaciuta l’insicurezza di Di Bello in ogni episodio, se fossi stato un giocatore romanista non sarei stato felice dell’arbitraggio. Le cose positive le ritrovo nelle dichiarazioni a fine partita di Fonseca e Diawara: la partita l’ha decisa il limite della Roma. Dzeko è un attaccante a fine corso, non può essere un giocatore su cui puoi appoggiarti totalmente.

Ilario Di Giovambattista(Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma a gennaio deve trovare un nuovo attaccante, perché se non segna Dzeko non ci sono valide alternative. Altrimenti diventa complicato blindare il quarto posto diventa difficile. Le critiche gratuite contro Pruzzo hanno porstato sfiga, perché le cattiverie poi ti tornano dietro”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Alla Roma è mancato il guizzo vincente che avrebbe cambiato la partita. Dzeko e Kalinic hanno difficoltà a giocare insieme. E’ andata così, ora testa a Roma-Juve una partita che qui nella Capitale è sentita tantissimo. La Roma ha faticato più del previsto, Dzeko fa un lavoro di supporto anche agli altri attaccanti che ieri hanno faticato. L’esperimento Kalinic non funziona”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Non può segnare solo Dzeko. Lui e Kalinic non possono giocare insieme. La Roma deve correre ai ripari altrimenti la corsa al quarto posto è difficile. Il rigore per il fallo di Smalling è assurdo, queste nuove regole non le capisco”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma ieri ha tirato solo da fuori area. La squadra ha mostrato una mancanza di concentrazione, io non darei la responsabilità solo a Dzeko”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy