Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

‘RADIO PENSIERI’, BALZANI: “Bisogna essere perfetti per battere l’Atalanta”

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Mario Sconcerti (Tele Radio Stereo 92.7): “Contro l’Atalanta molto dipenderà dalla decisione di Mourinho sulla marcatura a zona o a uomo. Smalling è decisivo qualunque sia la posizione occupata, sa giocare a calcio e difendere. La Dea è un diesel mentre la Roma va a benzina. I bergamaschi sono avversari scabrosi perché trovano sempre il modo di offendere ma anche i giallorossi non sono facili da affrontare. Ibanez deve mantenere alta la concentrazione in tutte le fasi della partita".

Piero Torri (Tele Radio Stereo 92,7): “Alla Roma serve un centrocampista, e possibilmente titolare. Non voglio togliere nulla a Cristante e Veretout, con quest'ultimo tra l'altro in calo ultimamente. In quella zona di campo un giocatore serve come il pane seppur credo sia difficile per una questione di budget".

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio - 104,5): “Alla Roma manca pellegrini che è il giocatore più importante. Ibanez giocherà ma non è al massimo della condizione. Al di là delle assenze credo che la squadra debba ancora trovarsi e farlo in una delle trasferte più difficili dell’anno mi sembra complicato. Se riesce a farlo mi tolgo il cappello chiaramente".

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La Roma non è un a grande squadra ma ha comunque giocatori interessanti e penso che possa fare un acuto ogni tanto. Credo che sia nelle corde della Roma fare bene. Per ora non ci ha fatto vedere nulla ma credo si stia esprimendo sotto il suo standard. La partita contro l’Atalanta è difficile ma se la Roma vuole dare un senso al campionato questa è l’occasione.”

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio - 104,5): "Mourinho dovrebbe improvvisamente diventare uno stratega, forse in passato lo è stato ma lui si è distinto perché riesce a motivare i giocatori e non per il gioco. Contro l'Atalanta una Roma giusta dovrebbe essere quella che non difende alta ".

Antonio Felici (Centrosuonosport - 101,5): "L'Atalanta dietro qualcosa concede, ma non devi sbagliare nulla. Gasperini è antipatico ma è uno dei migliori allenatori italiani.  Un mercato appena sufficiente prevede l'arrivo di Zakaria e Dalot, se non prendi nemmeno quelli di che parliamo?"

Francesco Balzani (Centrosuonosport - 101,5): "Per vincere con l'Atalanta devi essere perfetto, e la Roma quest'anno non lo è mai stata. La partita più bella degli ultimi due mesi è stata quella col Torino. Serve un miracolo per vincere a Bergamo anche perché loro contro la Roma danno il 100%, non sono mai caduti nel tranello di sottovalutarla come hanno fatto con le piccole del campionato. Mercato? Che arrivino almeno giocatori con un minimo d'esperienza, non si chiede tanto". 

Ugo Trani (Centro Suono Sport - 101.5): "Questione Zakaria: la verità è che stiamo diventando una squadra dove un giocatore ci pensa bene prima di venire a Roma. Noi abbiamo bisogno di rifare la rosa ma con grandi giocatori, o quanto meno di un livello standard che ti permetta di fare rotazioni. Il Napoli o l'Inter sono squadre per Mourinho, con dei centrocampisti, li conosce tutti. Anche numericamente non stiamo messi bene: Veretout per esempio, anche lui è un cambio. A Bergamo se vinciamo festeggiamo il Natale da sabato e non ci vediamo neanche la partita con la Samp. Questa partita però è una finale: deve caricarsi Mourinho, perché quando torneranno all'Olimpico si spera che tu avrai anche Spinazzola. Loro hanno una grande forza fisica e rabbia, devi sperare che la squadra di Gasperini quel giorno vada a 70 e non a 100 all'ora, così da potergli fare male in contropiede. Il loro lavoro sulle fasce è micidiale, passa tutto da lì e sopratutto hanno tanti cambi. Non so se riusciremo a liberarci di Santon o Fazio. Bove, che mi piace tanto, o Felix meritano piuttosto qualcosa in più. Gli hanno detto che sarà grande, ma bisognerà capire cosa significa: quest'anno è molto dura, ma noi lo sappiamo siamo nati per soffrire e so che quando vinco uno scudetto sto bene per vent'anni, vedremo se riusciremo a fare un piccolo antipasto già da subito con la vittoria della Conference League".

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo 92,7): "Mourinho ha detto che non ha la riserva di Vina, ha bocciato anche Calafiori. Mancini sta diventando affidabile, Ibanez è un bel talento a livello internazionale. Mancano tante pedine, tra queste un altro attaccante che faccia gol. Contro l'Atalanta mmagino Zaniolo al posto di Mayoral e Mancini al posto di Smalling. Mourinho manda sempre in campo i migliori che ha a disposizione, non credo che inventerà nulla di che. L’Atalanta ha una consapevolezza dei suoi mezzi che la Roma non ha"

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino - 104,5): "Bisogna aspettarsi molto di più dalla Roma di quello che ha dato ultimamente, e qualcosa di meno dall'Atalanta visto quello che ha fatto con il Villarreal"

Furio Focalari (Radio Radio Mattino - 104,5): "La Roma dovrà recuperare Smalling perché con lui è un'altra squadra. Per me invece sarà la partita giusta, l'atalanta è la favorita ma se riesci a vincere cambia tutto"

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino, 104,5): "A Bergamo la Roma troverà una squadra davvero forte. Se la squadra di Mourinho dovesse fare risultato lì, sarebbe davvero un bel passo avanti. Chiaro che il quarto posto è ambito da più squadre, però deve provarci. Zaniolo e Abraham possono integrarsi bene, questa partita si adatta alle sue caratteristiche. Stavolta più che in altre occasioni, c'è bisogno di calciatori di gamba. La peggior partita per svoltare è proprio Atalanta-Roma. Con lo Spezia Mourinho ha avuto problemi di tenuta: sarà una partita complicata e difficile"

Nando Orsi (Radio Radio Mattino, 104,5): "È una partita cruciale, se vinci con l'Atalanta ci si può pensare a tornare in Champions. Portare un punto a casa sicuramente non sarebbe male, ma se pensi a tornare in Champions, devi provare a vincere"

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino, 104,5): "La vedo difficile che si possa andare a Bergamo e vincere, penso sia davvero complicato. Servirebbe un'impresa. Credo che i tifosi romanisti abbiano diritto ad avere una squadra più forte. Ho timore delle entrate-uscite dei calciatori: Smalling ho visto che faceva smorfie, al trentasettesimo del primo tempo si toccava la coscia"